Misinto sul tetto d’Europa: la scalata di Fabrizio Longoni sul monte Bianco

La bandiera del comune di Misinto sventola per la prima volta sul tetto d’Europa a conclusione della missione di Fabrizio Longoni sul monte Bianco.

È venerdì 9 agosto. Sono le 8.30, dopo 6 ore e mezza di camminata la bandiera sventola sulla cima del monte Bianco a quasi 5mila metri di altezza.

A portarla con orgoglio è Longoni: “Sono salito per la via normale italiana, che con i suoi 3.100 metri di dislivello positivo, la rendono la più dura via per raggiungere la cima del Gigante Bianco”.

A mezzanotte parte dal rifugio Gonella, dopo una nottata a camminare al buio con la sola luce della frontale, tra crepacci, creste affilate e cieli stellati, raggiunge la vetta del monte Bianco. Prima di arrivare è costretto a due ore di sosta al bivacco Vallot (siamo a oltre 4.300 metri sopra il livello del mare) ad aspettare che il forte vento e le nubi si diradassero. È finalmente può issare la bandiera del comune di Misinto a 4.810 metri di altezza sulla cima più alta d’Europa.

“È stato un momento unico e indimenticabile in un’atmosfera spettacolare”, commenta Fabrizio in un post su Facebook. “Voglio condividere questa immensa emozione con tutti gli abitanti del mio amato paesino Brianzolo. Ringrazio il comune di Misinto per avermi dato la bandiera, il sindaco Matteo Piuri e chi mi ha sostenuto in questo lungo e faticoso cammino”.

Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun contributo pubblico. Si può acquistare in formato cartaceo in circa 200 punti vendita a nord di Milano, oppure in formato digitale per Pc, tablet e smartphone, dal nostro store.