Cazzaniga da questa mattina a Cusano; attenderà qui la ripresa del processo

Cazzaniga TaroniLeonardo Cazzaniga ha raggiunto questa mattina la casa degli anziani genitori a Cusano Milanino, dove sarà in regime di arresti domiciliari fino alla ripresa del processo il prossimo 21 ottobre.

L’ex aiuto primario del Pronto soccorso dell’Ospedale di Saronno era in carcere dal 29 novembre 2016 con l’accusa di essere responsabile di 15 omicidi, di cui 12 in corsia e 3 tra i parenti dell’ex amante, l’infermiera Laura Taroni.

Il medico, 63enne, dopo la decisione di qualche giorno fa del Tribunale di Busto Arsizio,  questa mattina ha lasciato il carcere di Busto ed è giunto a Cusano Milanino, scortato da carabinieri e agenti della Polizia penitenziaria.

Attenderà nella casa di famiglia e indossando il braccialetto elettronico per controllarne gli spostamenti, la ripresa del processo.

Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun contributo pubblico. Si può acquistare in formato cartaceo in circa 200 punti vendita a nord di Milano, oppure in formato digitale per Pc, tablet e smartphone, dal nostro store.