Chiedeva soldi con minacce a Rovellasca, immigrato irregolare arrestato a Turate

foto di repertorio

Un marocchino irregolare, è stato arrestato ieri a Turate con l’accusa di tentata estorsione aggravata ai danni di una donna di Rovellasca.

T.A., cittadino marocchino classe 1993, in Italia senza fissa dimora, irregolare sul territorio dello Stato, è l’uomo ritenuto responsabile del reato di tentata estorsione aggravata nei confronti di una donna che è stata minacciata e presa di mira con il lancio di sassi dopo averle chiesto ripetutamente soldi.

Le indagini sono partite a seguito di richiesta di intervento effettuata dalla vittima.

I carabinieri della della Stazione di Turate hanno operato in collaborazione con i colleghi della Stazione di Cermenate e con la Polizia Locale di Rovellasca.

La donna che chiedeva aiuto ha riferito che un ragazzo le stava chiedendo insistentemente l’elargizione di somme di denaro, minacciandola e scagliando dei sassi contro la sua abitazione.

I successivi approfondimenti investigativi hanno consentito di accertare che il soggetto aveva effettuato analoghe richieste di denaro, avanzate con insistenza nei confronti della vittima con minacce e citofonando ripetutamente presso l’abitazione di quest’ultima, dallo scorso 1 luglio fino a ieri.

Dopo le ricerche, l’uomo è stato localizzato vicino alla stazione ferroviaria di Turate.

In presenza di un concreto pericolo di fuga, il soggetto è stato dichiarato in stato di fermo di indiziato di delitto e trasferito nel carcere di Como.

Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun contributo pubblico. Si può acquistare in formato cartaceo in circa 200 punti vendita a nord di Milano, oppure in formato digitale per Pc, tablet e smartphone, dal nostro store.