Saremo noi a salvare la terra

notiziarioScriveva Karl Popper nel 1994 nel suo saggio “Cattiva maestra televisione” che il ruolo educativo dei mass media è importante e agisce inconsciamente sul pubblico, che spesso si adegua in maniera passiva assumendo comportamenti standardizzati e pericolosi per la società.

Tutti noi, immersi nella quotidianità, vivendo tra la gente e usando i social, osserviamo la gamma di emozioni che le notizie accendono, dividendoci spesso in fazioni contrapposte: pro Salvini o contro, pro Euro o contro, pro vaccini o contro…

Ma appartenere a una o all’altra fazione è abbastanza per darci l’idea di un’identità? Il dubbio non ci appartiene o siamo noi che non vogliamo appartenergli?

Protestare affinché le cose cambino (ma poi… da un lato o dall’altro?) le cambierà mai veramente?

Avere opinioni diverse può continuare a generare scontri o può cominciare a generare incontri e creare soluzioni condivise. La scelta è nostra.

La rabbia nasconde sempre una sofferenza, se guardiamo quella potremo sentire anche la sofferenza degli altri, vedere cosa ci unisce e non cosa ci divide. Sulla superficie siamo diversi, ma in profondità ci muovono le stesse emozioni.

Un antico testo, “Il Sutra del Loto”, ci dice che gli eroi chiamati a salvare la Terra siamo noi. Il nostro valore è veramente immenso e ha senso condividerlo. Ma prima dobbiamo sapere di essere noi quegli eroi, creare valore con la nostra vita e il nostro esempio.

Basta imparare a riflettere prima di giudicare e di reagire, un allenamento quotidiano costante, come un seme che pian piano germoglia fino a diventare albero e poi foresta.

Piero Uboldi

Il notiziario è un settimanale locale indipendente, che non riceve alcun contributo pubblico. Si può acquistare in formato cartaceo in circa 200 punti vendita a nord di Milano, oppure in formato digitale per Pc, tablet e smartphone, dal nostro store.