HomeEDITORIALIStato alla deriva, Comuni allo sbando

Stato alla deriva, Comuni allo sbando

Una nota ufficiale del Ministero dell'Interno comunica che la scadenza per l'approvazione del Bilancio preventivo 2013 dei Comuni è prorogata dal 30 giugno al 30 settembre 2013. Significa che in quella data, cioè a tre quarti dell'anno ormai passati, potranno finalmente stabilire il programma delle spese… per quest'anno. In questa “follia” giuridica, amministrativa e finanziaria, sta ben riassunto il senso di uno Stato alla deriva. La proroga infatti viene concessa soprattutto perché i Comuni, ancora oggi, non hanno alcuna certezza su quello che, almeno una volta, era la loro principale fonte di entrata, ovvero i “trasferimenti dello Stato”. Non conoscendo le entrate, evidentemente, non si possono programmare le uscite. Ad oggi, l'unica certezza è che questi trasferimenti saranno ulteriormente e pesantemente ridotti rispetto a quelli, già ridotti del 2012 a loro volta ridotti rispetto al 2011. Siamo al punto che, con un ragionamento neanche troppo provocatorio, alcuni amministratori locali propongono allo Stato di revocare del tutto i trasferimenti, lasciando in cambio direttamente nel Comune quelle parti di imposte locali che vengono trasferite al Governo centrale (quota Imu, quota Tares, quota Irpef) ed eliminando i vincoli di spesa. “Di sicuro i comuni virtuosi, che nella nostra zona sono la maggior parte, avrebbero molti più soldi da spendere per i propri cittadini” – spiegano. Non vogliamo essere catastrofisti e d'altra parte non serve a nulla, la realtà ci sta già superando: per ora il bilancio preventivo è a fine settembre, avanti di questo passo e lo faremo a fine anno, così se eventualmente si scoprisse che che non c'erano soldi da spendere ma sono stati spesi comunque (dipendenti, luce, gas, acqua, servizi) ormai sarà troppo tardi e ai Comuni non resterà che… portare i libri in Tribunale.

Gabriele Bassani  


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Traffico paralizzato in Milano Meda per un tamponamento a catena: tre feriti

  Un tamponamento fra tre veicoli in Milano Meda ha generato nel tardo pomeriggio grandi disagi alla circolazione in direzione di Milano, dove i veicoli...

Vince il no al Palio di Gerenzano (49 a 35): rinviato al 2022

Mentre a Uboldo è stato il parroco a decidere di non tenere il Palio delle Contrade a causa della pandemia, consultate la Curia e...

Bollate, quattro nuove telecamere multi ottiche al Parco Martin Luther King

A Bollate sono arrivate quattro nuove telecamere multi ottiche che verranno posizionate in zone particolarmente sensibili del Parco Martin Luther King con l'obiettivo di...
cusano investita strisce

Cusano, anziana investita sulle strisce in centro

Una donna anziana è stata investita da un’auto questa mattina a Cusano Mlanino mentre attraversava sulle strisce pedonali il centralissimo viale Matteotti. La donna di...
qualità vita

La qualità della vita dopo il Covid

Il Covid ha portato nell’ultimo anno grossi cambiamenti nelle nostre vite, ma non è detto che siano tutti negativi. Molti di voi avranno letto...
Garbagnate area cani virus

Garbagnate, area cani chiusa per un allarme virus (ma non è il Covid)

Area cani chiusa per un allarme virus a Garbagnate. La comunicazione alla Polizia locale di Garbagnate è giunta da Ats nei giorni scorsi, la quale...
Baranzate ospedale Sacco donne

Baranzate, l’ospedale Sacco è la “casa sicura” delle donne

L’ospedale Sacco è una “casa sicura” per tutte le donne. L’ospedale Sacco, posto proprio al confine tra Baranzate e Milano, è stato senza dubbio in...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !