Home EDITORIALI Il decoro dei dipendenti pubblici

Il decoro dei dipendenti pubblici

volte capita di entrare in uffici pubblici e vedere dipendenti, magari allo sportello, che sono vestiti male, con la barba non fatta da giorni o con i capelli sporchi. Se invece entrate in uffici di aziende private, è molto più difficile imbattervi in situazioni di questo genere. Il motivo è chiaro: perchè negli uffici pubblici c’è molta meno rigidità, per cui molti aspetti (come per esempio l’estetica) sono affidati solo al buon senso della gente. Dunque ci si può imbattere nella persona fine, vestita in modo semplice ma elegante, cortese e profumata, così come si può incorrere nella persona che pare appena uscita da uno zoo. Ma questo non va bene.Questo non va bene, perchè i datori di lavoro dei dipendenti pubblici siamo noi cittadini e noi dobbiamo pretendere non solo un po’ di impegno ma anche un po’ di attenzione all’utente e un po’ di decoro. Un tempo i dipendenti pubblici avevano la scusa di essere svantaggiati rispetto a quelli del settore privato, poiché guadagnavano indubbiamente meno. Adesso, però, i tempi si sono rivoluzionati, le persone fortunate sono quelle che hanno un posto pubblico: nel privato molti sono precari e chi è assunto a tempo indeterminato rischia sempre di essere licenziato, perchè le aziende sono in crisi. I “pubblici” non rischiano nulla, perchè non possono essere licenziati. E allora abbiano tutti (e non solo alcuni) la dignità di onorare il loro lavoro, con impegno, attenzione all’utente e, se lavorano a uno sportello, presentandosi decorosamente.

Piero Uboldi


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

incendio

Incendio in azienda di lavorazione metalli, maxi intervento dei Vigili del fuoco | VIDEO

Sono proseguite per tutta la notte le operazioni di spegnimento dell'incendio che si è sviluppato ieri sera alle  21  in  una fabbrica per la...
Covid Lombardia Milano

Covid, Lombardia a rischio zona arancione, tutti gli indicatori sono in aumento

La Lombardia rischia seriamente di tornare in zona arancione. La decisione verrà presa solo nel pomeriggio, ma gli indicatori che sono al vaglio della...
prima pagina notiziario

Limbiate, addio al nostro ambasciatore; Bollate resta rossa, contagi in aumento | ANTEPRIMA

La notizia di apertura di questo numero de Il Notiziario è  dedicata alla tragica morte in un agguato dell’ambasciatore italiano in Congo, Luca Attanasio,...

Cislago: aveva occupato da mesi una casa comunale, denunciato un 45enne

Un 45enne marocchino viveva da mesi, in condizioni igienico-sanitarie precarie, in una casa di proprietà del Comune: scoperto, è stato denunciato e allontanato. E' successo...
Limbiate funerali Attanasio

Limbiate, arriva la salma dell’ambasciatore Attanasio, sabato cerimonia con Delpini e Fontana

Questa mattina a Roma si sono svolti i funerali di Stato per l’ambasciatore Luca Attanasio e il carabiniere Vittorio Iacovacci, morti nell’agguato di lunedì...

Covid, “I ragazzi non si contagiano”: a Caronno un corso contro le fake news

L’Istituto comprensivo De Gasperi di Caronno Pertusella, col patrocinio del Comune, ha organizzato per gli alunni delle medie un mini-corso su come prevenire il...

Pizzeria Donn’ Angelin, arrestati i titolari per bancarotta fraudolenta e autoriciclaggio

Sono finiti entrambi in carcere i coniugi della catena di pizzerie Donn' Angelin. Tra i reati contestati al titolare, uomo 40enne di Lissone e...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !