Home EDITORIALI La Repubblica delle banane

La Repubblica delle banane

Se un cittadino benestante dell’Ucraina decide di prendere un aereo e venire per qualche giorno a visitare l’Italia, deve fare il visto. Poco male, direte voi: basta andare in ambasciata e richiederlo. Esatto. Ma sapete che cosa occorre perchè l’Italia rilasci un visto a un turista ucraino? Innanzitutto deve presentare una domanda scritta in italiano. Poi occorre una lettera di invito scritta da un cittadino italiano, oppure la prenotazione dell’albergo in cui alloggia. Ma non basta. Poi deve presentare in ambasciata la dichiarazione del suo datore di lavoro che garantisce che durante il periodo del viaggio in Italia gli viene conservato il posto di lavoro. Se è un lavoratore autonomo, occorrono Certificato di registrazione e dichiarazione dei redditi. Ma non basta. Deve presentare la sua carta di credito più una dichiarazione della sua banca sullo stato dei suoi conti, o una fidejussione bancaria. Ma non basta ancora! Deve presentare anche un’assicurazione medica internazionale. Il tutto, ovviamente, va tradotto in italiano o inglese. Solo per fare una settimana di vacanza. Se poi vuole un visto per vivere in Italia, è cento volte più complicato.

Orbene, se è così pazzesco per un ucraino venire in Italia, come mai ci sono così tanti ucraini nel nostro Paese? Perchè troppo spesso, per evitare queste trafile, basta pagare una tangente. Perchè troppo spesso vengono fatti visti falsi e nessuno se ne accorge. Perchè ci sono ucraini che da dieci anni vivono in Italia senza visto e nessuno ha mai controllato. Insomma, perchè sembriamo come la repubblica delle banane: facciamo leggi umilianti per gli onesti, ma i disonesti possono fare quello che vogliono.

Piero Uboldi



SPAZIO DISPONIBILE

EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

carabinieri seregno

Positivo al Covid, esce dal comune per spacciare droga: 61enne arrestato a Seregno

I Carabinieri del Radiomobile di Seregno, hanno arrestato  per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un calabrese, da anni residente a Milano. F.A.C.,...
rientro a scuola

Rientro a scuola, le presidi: c’è bisogno di collaborazione tra scuola, pediatri e medici”.

Qualche giorno fa i presidi di diversi istituti del nostro territorio, da Bollate a Garbagnate, da Paderno a Senago, ci hanno inviato una lettera...

Spaccio tra Bollate e Senago, arriva Brumotti di Striscia e scatta l’inseguimento

Vittorio Brumotti di Striscia la notizia arriva tra Bollate e Senago per sfidare gli spacciatori. L'inviato di Striscia è arrivato in sella alla sua...

Busto Arsizio, Vito Clericò morto in carcere. Era all’ergastolo per l’omicidio di Garbagnate

Vito Clericò si è ucciso nel carcere di Busto Arsizio. L’uomo di 69 anni di Garbagnate Milanese stava scontando l’ergastolo per l’omicidio della promoter...

Milano – Varese, mattanza sulla ferrovia: 100 pecore uccise da un treno

Sono quasi 100 le pecore rimaste uccise da un treno della Milano-Varese. L’incidente è avvenuto poco dopo le 7 di domenica mattina tra le...

Senago: furgone senza assicurazione, ma anche il carroattrezzi non ce l’ha

Ha dell'incredibile la vicenda accaduta nella tarda mattinata di sabato a Senago. La pattuglia della Polizia Locale ha fermato un piccolo autocarro in via...

Paderno, aiuti per il Covid: fino a 2.500 euro per imprese e famiglie dal...

Si va da 500 fino a 2.500 euro per negozi, piccole e microimprese che sono state chiuse da uno a tre mesi durante il...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !