HomePrima PaginaChiude la Riva Acciaio di Caronno, una terribile doccia fredda per 256...

Chiude la Riva Acciaio di Caronno, una terribile doccia fredda per 256 lavoratori

rivaDopo il fallimento della Ims, azienda che produceva da decenni dischi e dvd, un'altra storica fabbrica di Caronno Pertusella chiude i battenti: la Riva Acciaio di via Bergamo. La notizia è stata comunicata dalla direzione aziendale ai lavoratori giovedì 12 settembre, dopo il primo turno: lo stabilimento caronnese è nella lista nera delle attività produttive che rientrano in un provvedimento di sequestro preventivo penale seguito alle note vicende dell'Ilva di Taranto: il gip ha sottratto a Riva Acciaio i cespiti aziendali e i saldi attivi di conto corrente (col conseguente blocco dei movimenti bancari per pagare gli stipendi). Sebbene le acciaierie del gruppo coinvolte (quella di Caronno è l'unica del Varesotto) non abbiano legami con le vicende giudiziarie dell'Ilva, dunque, subiranno ripercussioni pesantissime: "Non ci sono più le condizioni operative ed economiche per la prosecuzione della normale attività – spiega infatti l'azienda in una nota – Riva Acciaio impugnerà naturalmente nelle sedi competenti il provvedimento di sequestro, già attuato nei confronti della controllante Riva Forni Elettrici e inopinatamente esteso al patrimonio, in lesione dell'autonomia giuridica".  

Sono 165 i dipendenti che, di fatto, perderanno il posto di lavoro, tutti residenti nella zona del Saronnese e del Miilanese. "La situazione è molto complessa – spiega Giovanni Tonelli, funzionario del sindacato Fiom Cgil Varese – Dopo l'incontro di giovedì all'Univa di Varese,  è stato indetto per la mattina di venerdì 13 settembre un presidio dei lavoratori davanti ai cancelli dello stabilimento. Procederemo con la richiesta dell'ammortizzatore della cassa integrazione, mentre i nostri vertici nazionali hanno chiesto un incontro al Ministero dello Sviluppo economico a Roma".  Sorpreso e amareggiato il sindaco Loris Bonfanti, il quale ha già coinvolto il consiglio comunale nella vicenda della chiusura della Ims (cui si riferisce la fotografia): "Per il nostro Comune c'è il concreto rischio di nuovi casi sociali per la perdita del lavoro, che non sarà facile affrontare. Parteciperò al presidio incontrando sindacati, lavoratori e maestranze aziendali"riva.

 


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Rapina col martello a Senago: incastrato dal tatuaggio e arrestato a Bollate

I carabinieri hanno arrestato a Bollate il rapinatore col martello, che aveva minacciato una cassiera del supermercato Ins’s di Senago. L’uomo di 44...

Puzza di fogna in mezza Caronno: “Siamo stufi!”

E’ polemica per i cattivi odori di fogna. “Chissà perché, in questo periodo sono fissati tutti coi piccioni, ma in realtà c’è un disagio...

Tokyo 2020, le lombarde Cesarini-Rodini oro nel canottaggio

Brilla l’Italia del canottaggio che al fotofinish ha conquistato la medaglia d'oro nel doppio pesi leggeri donne. Alle Olimpiadi di Tokyo 2020 la coppia...

A Caronno raffica di furti di biciclette. E qualcuno riconosce la sua per strada…

Due settimane fa è stato presentato il progetto “Fli”, promosso da Fnm, FerrovieNord e Trenord insieme con Regione Lombardia, che prevede la realizzazione di...

Lombardia, bus incendiato a Varenna. Il riconoscimento del Consiglio regionale a Mascetti e Lo...

Un lungo e affettuoso applauso di tutto il Consiglio regionale ha accolto Mauro Mascetti e Giovanni Lo Dato, ospiti questa mattina a Palazzo Pirelli nell’Aula del parlamento...

Uboldo, un euro a pizza per far tornare a sorridere Jessica

In questi giorni sono tutti mobilitati per aiutare Jessica Di Ciommo, la 28enne di Uboldo che si trova in stato vegetativo da quando è...

Rho, carabinieri inseguono auto che tenta di investirli, poi sparano per fermarla

I carabinieri di Rho hanno inseguito un veicolo in fuga e sparato per bloccarlo dopo che il conducente aveva speronato l’auto dei militari e...
prima pagina
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !