Home SPORT CALCIO - Ardor sconfitta in casa per una beffa nel finale

CALCIO – Ardor sconfitta in casa per una beffa nel finale

ARDOR LAZZATE – BASE 96 SEVESO 0 – 1

 

Ardor Lazzate: Demarchi, Bertin, Fumagalli, Marinoni, Caprini, Binda, De Carli (dal 1’ s.t. Donghi), Segale (dal 24’ p.t. Luongo), Erba (dal 19’ s.t. Colombo), Mondini, Vitale. A disp: Villa, Gramegna, Sohna, Galli. All: Anania

Base 96 Seveso: Mongeri, Meroni, Ponzoni, Gaslini (dal 27’ s.t. Ridolfi), Martini, Rondina, Orsi (dal 24’ s.t. Simoni), Molteni N., Tremolada M. (dal 19’ s.t. Rusconi), Borghi, Corti. A disp: Mauri, Maniscalco, Molteni A., Santoro. All: Tremolada S.

Arbitro: Piatti di Como

 

Reti: 45’ s.t. Fumagalli autorete

Ammoniti: Marinoni, Bertin, Fumgalli (A), Martini, Molteni N. (B). Espulsi: nessuno. Recupero: 1’ + 3’. Angoli: 4 – 2 Ardor

 

LAZZATE – Passo indietro dei gialloblu lazzatesi che appaiono copia sbiadita dell’undici visto all’opera a Cisano Bergamasco sette giorni or sono: la manovra è stata più lenta, sottoporta è mancato il guizzo decisivo e, nel finale, è arrivata la beffa atroce della sconfitta, comunque immeritata, e maturata su autorete al novantesimo. Riavvolgendo il nastro del match, Anania si affida alla stessa squadra vittoriosa contro la Cisanese, eccezion fatta per Castelnuovo il cui posto viene preso da De Carli; in panchina si vedono, dopo alcuni problemi fisici, Donghi e Colombo che avranno modo di esordire nel corso del secondo tempo. Sull’altro fronte Mister Tremolada mette in campo la sua Base tutta cuore e organizzazione. L’avvio dell’incontro è di marca gialloblu: due cross invitanti, di Mondini e Vitale, sempre da sinistra, trovano in area nella prima occasione lo stesso Vitale e nella seconda De Carli per due incornate a rete simili per dinamica e poca precisione. L’occasione d’oro però capita al minuto 15 sui piedi di Erba. La punta è scaltra nel liberarsi della marcatura di Martini ed involarsi indisturbata a rete ma la sua conclusione di piatto è debole e parata a terra da Mongeri. Primo squillo degno di note per la Base al 17’ con una conclusione a giro di Orsi da fuori area che non impensierisce Demarchi. Al 20’ è ancora Erba a sgusciare tra le linee ospiti ma, sul suo assist d’esterno, De Carli perde l’attimo per calciare di prima intenzione, ed alla fine il suo tiro si trasforma in una “telefonata” facile preda per Mongeri. Portiere sevesino che invece non può nulla al 27’ su Luongo, servito ancora da Erba, ma il destro del neo-entrato termina di nonnulla fuori dallo specchio della rete. L’occasione d’oro per la Base invece capita al 31’: Ponzoni, poco contrastato sull’out mancino, mette in mezzo una palla velenosa bassa su cui si avventa Tremolada che manda la sfera ad incocciare sul palo alla destra di Demarchi. È l’ultima emozione di un primo tempo che va lentamente a concludersi.

Nella ripresa Anania cerca di rivitalizzare il pacchetto offensivo inserendo Donghi per De Carli e poco dopo Colombo per uno stanco Erba. La Base è costretta man mano ad arretrare il proprio baricentro ma l’Ardor ha il difetto di allungarsi troppo, lasciando spazio alle ripartenze ospiti. Ed è su una di queste, al 23’ che Molteni impegna Demarchi con un destro potente che l’estremo difensore controlla in due tempi. Ottima opportunità invece per i gialloblu al minuto 38: Donghi e Luongo dialogano al limite dell’area con quest’ultimo che riesce a saltare la linea difensiva ed a scaricare un destro molto angolato che esce facendo la barba al palo. E’ il miglior momento per l’Ardor che stringe d’assedio la Base che però, inaspettatamente e beffardamente, trova il jolly della partita al 90’. Corti fa partire un innocuo traversone dalla trequarti trovando la sfortunata deviazione di Fumagalli che, nel tentativo di liberare l’area, indirizza la sfera verso la porta di Demarchi andando a trovare l’incrocio dei pali. Con solo i 3 minuti di recupero concessi dall’arbitro Piatti, l’Ardor si getta in avanti con tutti gli effettivi e per ben due volte va vicina al pareggio. Al 47’ Donghi penetra abilmente in area ma sulla sua conclusione a botta sicura è decisiva la spaccata in scivolata di Meroni che va a deviare la palla in corner. Al 48’ Bertin prova l’ultimo cross dalla destra trovando Caprini liberissimo nell’area piccola, ma il suo colpo di testa finisce alto. Termina così il primo derby brianzolo dell’anno che coincide con la prima sconfitta gialloblu. Sconfitta immeritata sì ma che non può far dimenticare una prestazione opaca della compagine locale. La rabbia agonistica dimostrata nei minuti di recupero dovrà essere la carica giusta per affrontare la difficilissima ed insidiosa trasferta, tra sette giorni, contro la lanciatissima capolista Sondrio.

(fonte: Ufficio stampa Ardor Lazzate)

 


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Elezioni a Bollate e Baranzate: affluenze al 60%. Domani i risultati e l’incognita ballottaggio

Affluenza al 60% a Bollate, al 56% a Baranzate. Si chiudono così i due giorni di votazione per il referendum e soprattutto per il...
seggio chiuso covid

Turate, sospetto Covid al seggio, scatta la procedura d’emergenza

A Turate questa mattina, lunedì 21 settembre, un seggio è stato prima temporaneamente chiuso, poi spostato e riaperto all’esterno per un sospetto caso di...

Covid a scuola, un positivo alle medie di Origgio: 10 insegnanti in quarantena

Una docente dell’Istituto comprensivo Manzoni, operativa alla scuola media “Schiaparelli” di Origgio, è risultata positiva al Covid-19. A renderlo noto è il sindaco uscente...

Meteo in Lombardia, stop all’estate settembrina: arrivano piogge e l’autunno

Stop all'estate settembrina e al caldo anomalo che ci ha accompagnato per le ultime due settimane con temperature attorno ai 30 gradi.  Da lunedì 21...

Comunali, affluenza oltre il 40%: a Bollate e Saronno ha votato un elettore su...

Il dato nazionale dell'affluenza al referendum costituzionale è del 39%. Quello di comuni al voto come Bollate, Baranzate e Saronno supera questa soglia sfiorando...

Referendum ed elezioni, a Bollate e Saronno l’affluenza è sopra la media italiana

E' attorno al 30% l'affluenza a livello nazionale per referendum ed elezioni. Sono invece 10.935 gli elettori su un totale di 28.770 che hanno...

Saronno, il dramma di Giorgio raccontato da Selvaggia Lucarelli: “Vittima collaterale del Covid”

"Voglio raccontare cosa è successo nella mia famiglia in soli 7 mesi perché chi dice che il Covid è finito, sappia che esistono anche...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !