Home SPORT CALCIO - Ardor sconfitta in casa per una beffa nel finale

CALCIO – Ardor sconfitta in casa per una beffa nel finale

ARDOR LAZZATE – BASE 96 SEVESO 0 – 1

 

Ardor Lazzate: Demarchi, Bertin, Fumagalli, Marinoni, Caprini, Binda, De Carli (dal 1’ s.t. Donghi), Segale (dal 24’ p.t. Luongo), Erba (dal 19’ s.t. Colombo), Mondini, Vitale. A disp: Villa, Gramegna, Sohna, Galli. All: Anania

Base 96 Seveso: Mongeri, Meroni, Ponzoni, Gaslini (dal 27’ s.t. Ridolfi), Martini, Rondina, Orsi (dal 24’ s.t. Simoni), Molteni N., Tremolada M. (dal 19’ s.t. Rusconi), Borghi, Corti. A disp: Mauri, Maniscalco, Molteni A., Santoro. All: Tremolada S.

Arbitro: Piatti di Como

 

Reti: 45’ s.t. Fumagalli autorete

Ammoniti: Marinoni, Bertin, Fumgalli (A), Martini, Molteni N. (B). Espulsi: nessuno. Recupero: 1’ + 3’. Angoli: 4 – 2 Ardor

 

LAZZATE – Passo indietro dei gialloblu lazzatesi che appaiono copia sbiadita dell’undici visto all’opera a Cisano Bergamasco sette giorni or sono: la manovra è stata più lenta, sottoporta è mancato il guizzo decisivo e, nel finale, è arrivata la beffa atroce della sconfitta, comunque immeritata, e maturata su autorete al novantesimo. Riavvolgendo il nastro del match, Anania si affida alla stessa squadra vittoriosa contro la Cisanese, eccezion fatta per Castelnuovo il cui posto viene preso da De Carli; in panchina si vedono, dopo alcuni problemi fisici, Donghi e Colombo che avranno modo di esordire nel corso del secondo tempo. Sull’altro fronte Mister Tremolada mette in campo la sua Base tutta cuore e organizzazione. L’avvio dell’incontro è di marca gialloblu: due cross invitanti, di Mondini e Vitale, sempre da sinistra, trovano in area nella prima occasione lo stesso Vitale e nella seconda De Carli per due incornate a rete simili per dinamica e poca precisione. L’occasione d’oro però capita al minuto 15 sui piedi di Erba. La punta è scaltra nel liberarsi della marcatura di Martini ed involarsi indisturbata a rete ma la sua conclusione di piatto è debole e parata a terra da Mongeri. Primo squillo degno di note per la Base al 17’ con una conclusione a giro di Orsi da fuori area che non impensierisce Demarchi. Al 20’ è ancora Erba a sgusciare tra le linee ospiti ma, sul suo assist d’esterno, De Carli perde l’attimo per calciare di prima intenzione, ed alla fine il suo tiro si trasforma in una “telefonata” facile preda per Mongeri. Portiere sevesino che invece non può nulla al 27’ su Luongo, servito ancora da Erba, ma il destro del neo-entrato termina di nonnulla fuori dallo specchio della rete. L’occasione d’oro per la Base invece capita al 31’: Ponzoni, poco contrastato sull’out mancino, mette in mezzo una palla velenosa bassa su cui si avventa Tremolada che manda la sfera ad incocciare sul palo alla destra di Demarchi. È l’ultima emozione di un primo tempo che va lentamente a concludersi.

Nella ripresa Anania cerca di rivitalizzare il pacchetto offensivo inserendo Donghi per De Carli e poco dopo Colombo per uno stanco Erba. La Base è costretta man mano ad arretrare il proprio baricentro ma l’Ardor ha il difetto di allungarsi troppo, lasciando spazio alle ripartenze ospiti. Ed è su una di queste, al 23’ che Molteni impegna Demarchi con un destro potente che l’estremo difensore controlla in due tempi. Ottima opportunità invece per i gialloblu al minuto 38: Donghi e Luongo dialogano al limite dell’area con quest’ultimo che riesce a saltare la linea difensiva ed a scaricare un destro molto angolato che esce facendo la barba al palo. E’ il miglior momento per l’Ardor che stringe d’assedio la Base che però, inaspettatamente e beffardamente, trova il jolly della partita al 90’. Corti fa partire un innocuo traversone dalla trequarti trovando la sfortunata deviazione di Fumagalli che, nel tentativo di liberare l’area, indirizza la sfera verso la porta di Demarchi andando a trovare l’incrocio dei pali. Con solo i 3 minuti di recupero concessi dall’arbitro Piatti, l’Ardor si getta in avanti con tutti gli effettivi e per ben due volte va vicina al pareggio. Al 47’ Donghi penetra abilmente in area ma sulla sua conclusione a botta sicura è decisiva la spaccata in scivolata di Meroni che va a deviare la palla in corner. Al 48’ Bertin prova l’ultimo cross dalla destra trovando Caprini liberissimo nell’area piccola, ma il suo colpo di testa finisce alto. Termina così il primo derby brianzolo dell’anno che coincide con la prima sconfitta gialloblu. Sconfitta immeritata sì ma che non può far dimenticare una prestazione opaca della compagine locale. La rabbia agonistica dimostrata nei minuti di recupero dovrà essere la carica giusta per affrontare la difficilissima ed insidiosa trasferta, tra sette giorni, contro la lanciatissima capolista Sondrio.

(fonte: Ufficio stampa Ardor Lazzate)

 


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Fermi a comprare droga in macchina, rischio incidenti a Origgio e Uboldo

“Continuiamo a rischiare incidenti per colpa di chi si ferma a comprare droga”. Si moltiplicano le segnalazioni di automobilisti esasperati da quanto sia divenuta...
lavori strada

Milano-Meda: cantieri mobili di giorno e chiusure di notte per manutenzione

Riprendono da stanotte i cantieri sulla Milano – Meda per attività di manutenzione straordinaria e per le indagini previste nell’operazione ponti sicuri. I controlli sotto...
vaccino sindaci

Vaccino: Lazzate, Misinto, Cogliate e Ceriano lo fanno in proprio, nella sede della Croce...

Da questo pomeriggio gli anziani over 80 di Lazzate, Misinto, Cogliate e Ceriano Laghetto, stanno ricevendo la vaccinazione anti-Covid dal loro medico di base,...
carabinieri controllo Groane

Carabinieri travestiti da runners prendono pusher 22enne tra Solaro e Limbiate

Nella giornata di sabato 6 marzo i Carabinieri del Nucleo operativo di Saronno hanno arrestato un 22enne di origine marocchina per spaccio di sostanze...

8 marzo, “Just Like a woman” uno spettacolo sull’universo femminile col patrocinio di Saronno

«Femminicidio fenomeno impressionante, scuote la coscienza del paese». Lo ha detto questa mattina il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in occasione della celebrazione al...

Covid, Draghi valuta l’idea di una super zona rossa per tutta Italia da settimana...

La situazione covid in Italia è tornata a complicarsi ulteriormente nelle ultime settimane e, nonostante le misure restrittive prese negli ultimi giorni (tra cui...

Troppo difficile lavorare a casa? A Origgio si può fare smart-working a Villa Borletti

Possono essere tanti gli ostacoli allo smart-working: figli a casa da scuola che hanno bisogno di attenzioni, rumori e vociare continui, incombenze domestiche varie....
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !
"