HomeSTORIEAnna Maiorano incontra il Papa per affidargli la foto di Valerio

Anna Maiorano incontra il Papa per affidargli la foto di Valerio

papaL’incontro con Papa Francesco, un raggio di luce nella disperazione. Così Anna Maiorano, di Senago,  ha descritto la straordinaria esperienza vissuta la scorsa settimana quando si è recata a Roma per incontrare il Santo Padre. Una disperazione, la sua, co­minciata il 12 luglio del 2012 con la morte del figlio Valerio Zeffin, una vita stroncata nel fiore della giovinezza in un tragico incidente mentre il ragazzo appena 18enne si trovava in sella alla bici. Una tragedia che giorno per giorno ha saputo riproporre un dolore insopportabile ed una sola domanda: “Perché?”. 
“Non trovavo consolazio­ne – ha spiegato Anna nel ricordo di quel figlio, tanto amato strappato alla vita così all’improvviso – Ho deciso di scrivere al Papa”. 
In risposta alla seconda let­tera della senaghese un invito per un’udienza, il Pontefice l’avrebbe ricevuta mercoledì 30. Anna è partita alla volta di Roma accompagnata dalla figlia Giorgia, voleva affidare a Papa Francesco una lettera e la foto di Valerio. Arrivata in Vaticano le prime difficoltà. Una guardia l’ha avvertita che per essere ricevuta avrebbe dovuto ritirare un pass il giorno prima dell’appuntamento. 
Anna in un pianto inconso­labile ha deciso di non darsi per vinta. A confortarla un frate, che poco ha potuto ribattere sentendo la storia di quel giovane strappato alla vita mentre “volava” sulla sua bicicletta e di una madre di­venuta quasi atea nell’eterna ricerca di una spiegazione. A cogliere la sua disperazione una suora, che ha deciso di cederle il proprio pass. Anna allora ha preso posto tra le prime file. “Ero con un gruppo di francesi, e molti portatori di handicap”. Il Pontefice è pas­sato, ha accarezzato i malati e poi ha proseguito. 
“Papa Francesco – ha esor­tato la donna – non pensare solo ai disabili, ma anche a chi non c’è più”. Una flebile voce che, nonostante l’im­mensa piazza emozionata ed esortante, non è passata inascoltata. Il Papa si è voltato verso la senaghese, ha fatto un cenno ad un sacerdote che si è recato da Anna e le ha detto: “il Santo Padre avrà due minuti anche per lei”. La scorta del pontefice l’ha aiutata a scavalcare le transenne, il Papa è tornato indietro per raggiungere la donna. “E’ mio figlio – ha esortato Anna con in mano la foto di Valerio in un pianto di gioia e commozione – Papa Francesco prega per lui”. 
“Come sta?” ha ribattuto il Pontefice. 
“E’ morto” ha spiegato Anna. 
“Allora sarà lui che pregherà per te” ha rassicurato Papa Francesco accarezzando la mamma senaghese. 
“E’ stato un gesto che mi ha riempito di gioia, non mi aspettavo davvero che il Papa tornasse indietro per parlare con me. Ero determinata e sarei stata disposta a tutto pur di consegnarGli la lettera e la foto di Valerio, e Lui le ha accolte direttamente nelle sue mani e mi ha omaggiato di due coroncine”. Una storia in cui troppe sembrano le coinciden­ze, dalla mancanza del pass al voltarsi del Papa in una piazza gremita di gente. “Io ho visto un segno – ha raccontato Anna – un segno che mi ha dato un po’ di speranza e mi è servito a trovare quella fede che in parte avevo perso. Vo­levo sapere il perché, volevo sapere se mio figlio è vera­mente in un posto migliore, sono arrivata arrabbiata, ce l’avevo con il mondo intero. L’incontro con Papa Francesco è stata un’esperienza unica, mi ha riempito di una gioia e di una serenità indescrivibile. Sono rimasta stupita ed ho capito che c’è qualcosa di vero e di bello, e l’ho provato sulla mia pelle, con quelle mille difficoltà a cui non mi sono voluta arrendere, con quelle parole umili del Papa e quelle carezze umane che hanno saputo un po’ consolarmi. Sono andata al cimitero e tra le tante coroncine sulla tomba di Valerio c’è anche quella di Papa Francesco, una coroncina come molte ma che brilla di più, e che mi fa scorgere un raggio di luce nella disperazione”.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Paderno, ambulante con borse e occhiali griffati: maxi sequestro di patacche

Occhiali da sole per 45 paia, 20 borse di noti brand da Gucci, Armani e Louis Vuitton, oltre a portafogli e cinture. Tutti grandi...

Due feriti gravi nell’incidente di Caronno: quando la rotonda?

E' di due feriti gravi il bilancio dell'ennesimo incidente accaduto questo pomeriggio a Caronno, fra la via Bergamo e il viale Europa, dove in...
caronno incidente

Grave incidente a Caronno sulla Varesina: 4 feriti di cui uno grave, scende l’elicottero...

Un violento scontro tra un’auto e un furgone ha provocato il ferimento di 4 persone questo pomeriggio a Caronno Pertusella, tra cui una in...

Uboldo come il Sudamerica: a due passi dalla Saronnese si coltivano le arachidi

Nasce a Uboldo un orto dove verranno prodotte anche le arachidi. Proprio così: c’è chi sta coltivando questa pianta nei campi, con un clima...
calcio pallone

Il calcio e l’economia

Io amo il calcio, non solo come sport ma anche come colore e forza aggregativa. Però quando sento dire che il calcio (come scrivono...

Bollate, viaggio tra i tesori restaurati di Villa Arconati a Castellazzo I VIDEO

«L'Etat, c'èst moi» diceva il Re Sole, Luigi XIV di Francia. E il sole tornerà a splendere anche sulla facciata restaurata di Villa Arconati...

Milano, festa di compleanno notturna per Lukaku: multe ai giocatori dell’Inter e all’hotel

Alle ore 3 di questa notte, giovedì 13 maggio, i Carabinieri della Compagnia Milano Duomo e del Nucleo Radiomobile, in seguito ad una segnalazione...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !