Home BRIANZA Da Limbiate arrivano a Padova La tramvia perde i finanziamenti

Da Limbiate arrivano a Padova La tramvia perde i finanziamenti

tramlimbiateHa i connotati di' un vero e proprio "scippo"  quello perpetrato dalla città di Padova, attraverso un maxiemendamento approvato al Senato, nei confronti del tram di Limbiate. Un'operazione che sta suscitando un'ondata di indignazione tra i comitati civici della zona e i comuni interessati dal progetto di ripristino della linea, oltre che dalla Provincia di Milano che lo sostiene da anni.  Dai comitati si alza  ora l'appello a tutti i parlamentari del territorio, affinchè facciano il possibile per evitare in extremis la beffa. Tra una decina di giorni la Camera dovrebbe approvare il decreto appena licenziato dal Senato.  "I parlamentari del territorio facciano qualcosa di concreto e lo facciano subito" – attacca Salvatore Miletta, portavoce del Comitato per il tram della Comasina, dopo che venerdì sera il tema è stato affrontato in un'assemblea pubblica, alla presenza dei sindaci del territorio. Purtroppo, il punto 51 del maxiemendamento alla Legge di Stabilità parla chiaro:  "Il Cipe individua gli interventi da revocare sul sistema metropolitano che, alla data di entrata in vigore della presente legge non siano stati affidati con apposito bando di gara". Questo passaggio  diventa letale per la Milano-Limbiate che è ancora al progetto preliminare. Poche righe più avanti si legge addirittura che "Le risorse rivenienti dalle revoce di cui al periodo precedente, confluiscono in apposita sezione del Fondo…. e sono finalizzate dal Cipe con priorità per la metrotamvia di Padova". 

"Si tratta di una scelta inconcepibile se si considera che per la Milano-Limbiate si è già arrivati al progetto preliminare e agli accordi tra comuni ed enti locali sul finanziamento, oltre che all'assegnazione dei fondi da parte del Ministero sulla base di un bando nazionale" -puntualizza Miletta. L'assessore provinciale ai trasporti, Giovanni  De Nicola parla di "Patto scellerato" per la vicenda di Padova, puntando il dito sull'azione di parlamentari padovani con l'appoggio del ministro delle attività produttive Flavio Zanonato, ex sindaco di Padova e del ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi. "E’ veramente scandaloso,  si lascia la zona più inquinata d’Italia senza un’infrastruttura necessaria  per finanziare il tram di Padova  di cui non esiste neanche il progetto preliminare" -ha detto De Nicola. 

Ulteriori approfondimenti su "il notiziario" in edicola vanerdì 6 dicembre 


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Limbiate tamponi code

Tamponi in auto a Limbiate e Monza, da domani prenotazione per evitare code

Da domani, giovedì 29 ottobre sarà attiva una pagina web  per la registrazione e l’accodamento degli utenti, in modo ordinato e controllato, per l’accesso...
ambulanza intossicati

Lite tra colleghi in ditta, ambulanze e carabinieri a Novate Milanese

Ambulanze, carabinieri e auto medica a Novate Milanese per una lite tra lavoratori in una ditta. L’allarme è scattato poco prima delle 13,30 con una...

A Gerenzano crolla ballatoio, ferita una donna

Nella tarda mattinata di oggi, mercoledì 28 ottobre,  è crollata parte di un balcone di una casa di corte a Gerenzano, in via 20...
carabinieri

Incidente sul lavoro a Lissone, morto un 53enne di Lazzate

Un 53enne di Lazzate è morto ieri sera a Lissone per un incidente sul lavoro. Fabrizio Iozzo stava lavorando in una azienda che si...

Cogliate, bando tamponi Covid a prezzo calmierato, anche per Ceriano, Lazzate e Misinto

Un centro tamponi Covid per 4 comuni, affidato all’azienda privata che offrirà il prezzo migliore per gli utenti. E’ la proposta avviata dall’Amministrazione comunale...
suore stalking

Frasi oscene per 2 anni sotto la stanza delle suore, denunciato 71enne di Monza

Frasi oscene pronunciate durante finte conversazioni telefoniche a sfondo sessuale sotto la finestra della stanza di due suore: due anni di pedinamenti e stalking. Un...
Coronavirus Confcommercio Lombardia

Coronavirus, Confcommercio Lombardia: la stretta costerà 860 milioni di euro al mese

Coronavirus, Confcommercio Lombardia lancia l'allarme: solo per i pubblici esercizi la stretta anti-Covid costerà in regione 860 milioni di euro al mese. "E' finito il...
PRIMA PAGINA NOTIZIARIO
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !