Home BOLLATESE Cesate citata nella Divina Commedia? Sì, forse, ma... probabilmente no

Cesate citata nella Divina Commedia? Sì, forse, ma… probabilmente no

Dante03Chi osserva il sito del Comune di Cesate noterà sulla pagina principale una scritta che attrae senz’altro l’attenzione: “Cesate nella Divina Commedia”. Che cosa significa? Cliccandoci sopra, si apre una pagina che però… è completamente vuota. E’ dunque un mistero? No, probabilmente è soltanto un disguido tecnico, perchè in realtà, navigando in Internet, si scopre che effettivamente Cesate con la Divina Commedia ha qualcosa a che fare, poiché in una villa di Cesate sarebbe avvenuto (stando al racconto di Dante Alighieri che si trova nel Canto 23° dell´Inferno, nel 9° cerchio, zona 3, dove i traditori degli ospiti sono immersi nel ghiaccio) un efferato omicidio.
La storia racconta che frate Alberigo fece cadere in trappola i suoi parenti Manfredo e Alberghetto dei Manfredi, il 2 maggio 1285, invitandoli nella sua villa di Cesate con la scusa di riconciliarsi e poi, come afferma il Buti (probabilmente Francesco da Buti – 1385/95, uno dei primi commentatori della Divina Commedia), “quando ebbero desinato tutte le vivande, elli comandò che venissero le frutta et allora venne sua famiglia armata, com´elli aveva ordinato, et uccisono tutti costoro alle mense, com´erano a sedere; e però s´usa dire: Elli ebbe delle frutta di frate Alberigo”.
Ma quella villa sarebbe davvero esistita a Cesate? E’vero che il Petrarca, quando scrisse delle “chiare, fresche e dolci acque”, si riferiva ai ruscelli tra Villa Pizzone e Castellazzo che erano un intricarsi di rigagnoli d’acqua, però sembra più difficile che davvero quel riferimento del Buti riguardasse proprio la nostra Cesate. Stando al testo “Rime antiche di autori faentini”, infatti, l’interpretazione che viene data a quel terzetto non riguarderebbe Cesate, bensì il castello della Cesata (divenuto poi la Castellina), tra l’Emilia e la Toscana.



Caro lettore, dall’inizio dell’emergenza Covid-19 abbiamo subito un pesante crollo delle entrate pubblicitarie, che rappresentano da sempre un’importante entrata per sostenere il lavoro della redazione del Notiziario che realizza questo sito e il settimanale del venerdì in formato cartaceo o sfogliabile digitale.
Per garantire un’informazione quanto più possibile puntuale e autorevole dal nostro territorio, sono al lavoro giornalisti, liberi professionisti, che vedono fortemente minacciati i loro compensi dall’improvvisa diminuzione dei ricavi pubblicitari. Se apprezzi il nostro lavoro, ti chiediamo, se ti è possibile, di contribuire acquistando l’edizione sfogliabile del nostro settimanale (CLICCA QUI) oppure con una piccola donazione, seguendo i pulsanti qui sotto.
Bastano pochi clic, in totale sicurezza, con carta di credito o Paypal. Grazie.

EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Cani e gatti avvelenati, perlustrazioni delle Unità cinofile dei Carabinieri forestali a Caronno, Gerenzano,...

Carabinieri in campo per la tutela degli animali. Segnalati sui social network sospetti casi di avvelenamento di cani e gatti, il Comando provinciale dei...
cornaredo incendio

Incendio in casa, i vigili del fuoco salvano 2 persone un gatto | VIDEO

I Vigili del Fuoco di Milano sono intervenuti a Cornaredo per l'incendio in un'abitazione.  L'allarme è partito da un edificio di Piazzetta Dugnani.  Sul posto...

Da Paderno a Temptation Island: ecco Federica a Canale5, la veterinaria tentatrice

Si chiama Federica Bianca Concavo. E' una veterinaria, classe 1993, di Paderno Dugnano. Segni particolari: tentatrice di Temptation Island, il reality condotto da Filippo...
Parco Giochi sanificazione

Sanificazione giochi nei parchi pubblici, Brianzacque aiuta i comuni

Brianzacque, società pubblica che gestisce la distribuzione dell’acqua nei 55 comuni della Provincia di Monza e Brianza, mette a disposizione dei comuni che ne...
Uboldo consiglio istituto Leva

Blitz anti-droga a Uboldo, il presidente del Consiglio d’Istituto: “No al linciaggio mediatico”.

Il linciaggio mediatico seguito all’arresto della banda di spacciatori di Uboldo non piace al presidente del Consiglio d’Istituto delle scuole, Angelo Leva, che non...
Massimo Stella Caronno

Primo medico morto per il coronavirus: il figlio gli dedica la laurea

Massimo Stella, figlio del presidente dell’Ordine dei medici di Varese, Roberto Stella, deceduto all’inizio di marzo a causa del coronavirus e giocatore della Pallavolo...
Uboldo Oscaritoss

Uboldo, sgominata la banda dello spaccio di Oscaritoss e dei suoi fratelli gemelli

Tra i 9 soggetti arrestati questa mattina tra Uboldo, Saronno e Gerenzano, nel corso di una maxi operazione condotta dai carabinieri della compagnia di...
prima pagina Notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !