Home BOLLATESE I clienti parlano a voce alta: carcere per il barista

I clienti parlano a voce alta: carcere per il barista

CARAB ARRESTO paoloUn barista di Bollate è stato condannato, attraverso un decreto penale, a due mesi di carcere poiché i clienti seduti nel giardino del suo locale parlavano a voce troppo alta. In un’Italia in cui non va in galera chi uccide una persona guidando ubriaco, questa sentenza del Tribunale di Milano ha suscitato molto scalpore in città. La pena, sia chiaro, è stata commutata in 5.500 euro di sanzione, ma se il barista non sarà in grado di pagare quella pesante sanzione, allora il carcere potrebbe scattare davvero.
La decisione del giudice è sorta dal fatto che, durante tre controlli effettuati dall’Arpa nel corso di due anni, il locale ha superato di alcuni decibel il limite di legge. Trovate un ampio servizio sul Notiziario in edicola da domani, venerdì 28 febbraio.
 


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

prima pagina notiziario

Limbiate, addio al nostro ambasciatore; Bollate resta rossa, contagi in aumento | ANTEPRIMA

La notizia di apertura di questo numero de Il Notiziario è  dedicata alla tragica morte in un agguato dell’ambasciatore italiano in Congo, Luca Attanasio,...

Cislago: aveva occupato da mesi una casa comunale, denunciato un 45enne

Un 45enne marocchino viveva da mesi, in condizioni igienico-sanitarie precarie, in una casa di proprietà del Comune: scoperto, è stato denunciato e allontanato. E' successo...
Limbiate funerali Attanasio

Limbiate, arriva la salma dell’ambasciatore Attanasio, sabato cerimonia con Delpini e Fontana

Questa mattina a Roma si sono svolti i funerali di Stato per l’ambasciatore Luca Attanasio e il carabiniere Vittorio Iacovacci, morti nell’agguato di lunedì...

Covid, “I ragazzi non si contagiano”: a Caronno un corso contro le fake news

L’Istituto comprensivo De Gasperi di Caronno Pertusella, col patrocinio del Comune, ha organizzato per gli alunni delle medie un mini-corso su come prevenire il...

Pizzeria Donn’ Angelin, arrestati i titolari per bancarotta fraudolenta e autoriciclaggio

Sono finiti entrambi in carcere i coniugi della catena di pizzerie Donn' Angelin. Tra i reati contestati al titolare, uomo 40enne di Lissone e...
boscaiolo

Il boscaiolo finlandese ci guarda mentre spendiamo i suoi soldi

Quando spalmate la marmellata di albicocche su una fetta di pane imburrato, voi non lo sapete ma commettete un reato. Sì, un reato perché...

Solaro, distribuiti kit di benvenuti per i nuovi nati del 2020

  È terminata sabato scorso, 20 febbraio, a Solaro la distribuzione dei kit di benvenuto per i nuovi nati del 2020. Questa iniziativa, a costo...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !