HomeBOLLATESEAngela in Tv racconta il miracolo che ha salvato la vita a...

Angela in Tv racconta il miracolo che ha salvato la vita a suo figlio

miracoloLa storia di Angela Nasto, e del “miracolo” del piccolo Lorenzo raccontati su Rai Uno durante lo speciale “Storie Vere” di Unomattina.
La titolare del bar Mokito di Cesate, che abita a Ceriano ed è originaria di Limbiate, ha portato lo scorso martedì la testimonianza avvincente di quello che, come riportato dai medici, può essere considerato come “un caso”, oppure, per chi crede, come un vero e proprio “miracolo”.
Lorenzo, nato prematuro a soli 5 mesi, con un’emorragia bilaterale al cervello, alcuni organi ancora non completamente formati e una madre a cui i medici non avevano dato alcuna speranza. E poi un sogno, proprio mentre il neonato si trovava intubato, in fin di vita nel reparto dell’ospedale.
“Mio figlio si trovava in ospedale, i medici non ci avevano dato alcuna speranza – ha raccontato Angela – una notte ho fatto un sogno. Mi trovavo in una strada di campagna, continuavo a cadere e rialzarmi. Arrivata di fronte ad un cancello ho visto un signore che mi ha detto che poco dopo avrebbero chiuso, come a significare che quelloche dovevo fare lo dovevo fare in fretta. Poi mi sono trovata in una chiesa, c’era Padre Pio seduto su una sedia. Mi ha detto ‘ti stavo aspettando’. Allora sono andata vicino a lui ed ho messo la testa sulle sue gambe. Lui accarezzandomi la testa mi ha detto ‘Non devi avere paura di niente e di nessuno perché io ti sono vicino. Io so quello che tu vuoi, devi telefonare a San Giovanni Rotondo prima che io diventi Santo e farmi chiedere la grazia da fra Modestino’. Ho pensato: chi mi crederà? Poi mi sono risvegliata, ai piedi del mio letto c’era una sedia ed io su quella sedia ho visto Padre Pio. Con fatica sono riuscita a contattare il convento. Chi mi ha risposto mi ha detto che moltissime persone telefonavano chiedendo delle grazie, poi sono riuscita a parlare con il ragazzo che si occupava di fra Modestino ed ho affidato a lui la mia richiesta”.
Il sabato successivo viene proclamata la santità di Padre Pio, le condizioni di Lorenzo sono ancora gravissime. Una mattina Angela vede il Corpo di Gesù che le dice: “Io te lo dono abbine cura, però ricordati che non è tuo ma è mio, perché io gli sto dando la vita”. Corre allora in ospedale guarda dietro la vetrata ma il posto di Lorenzo è vuoto.
Pensa al peggio, ma viene accompagnata dalla dottoressa che le spiega che durante la notte Lorenzo è stato trovato senza il tubo respiratorio, la macchina non ha dato il segnale dell’allarme e quindi nessuno si è accorto dell’accaduto. Intubarlo nuovamente non è possibile perché il neonato morirebbe.
La dottoressa ed il primario non le danno nessuna speranza.
Ma nei giorni successivi inspiegabilmente Lorenzo si riprende. Angela chiede spiegazioni ed i medici le dicono “non mi chieda quello che io non posso spiegarle”.
Dopo alcune settimane Lorenzo ritorna a casa tra le braccia di Angela. Da quel giorno Lorenzo non è mai stato intubato, non ha mai fatto un giorno di fisioterapia, oggi ha 11 anni.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Bimba uccisa a Cabiate, l’ex compagno della madre confessa abusi e omicidio

L'ex compagno della madre di Sharon ha confessato: non si è trattato di un incidente, ma di omicidio. Lo scorso 11 gennaio a Cabiate, un...
guardia finanza mascherine

Ha venduto a Regione Lombardia mascherine inesistenti o non a norma, arrestato a Varese...

La  Guardia di Finanza di Varese ha arrestato un imprenditore di Varese (arresti domiciliari) con relativo sequestro di beni per 460mila euro accusato di...
incidente tangenziale nord

Incidente sulla Tangenziale Nord tra Paderno e Nova, scende l’elicottero | FOTO

  Un grave incidente stradale sulla Tangenziale Nord tra Paderno Dugnano e Nova Milanese ha provocato il ferimento di almeno due automobilisti, con l’intervento anche...

Senago, incendio in una fabbrica: vigili del fuoco in azione

Vigili del fuoco in azione per una fabbrica in fiamme. È accaduto a Senago, in un forno per verniciature in viale Europa. Stando alle prime...
notte città coprifuoco

Covid, da domani coprifuoco alle 23. Dal 1° giugno bar e ristoranti al chiuso,...

Coprifuoco dalle 23 a partire già da domani, 19 maggio. Lo ha stabilito il Consiglio dei ministri che ieri sera ha varato il nuovo...

“Volete il paese pulito? Lasciate passare le spazzatrici”: appello della giunta di Gerenzano dopo...

A Gerenzano è tempo di prestare attenzione alla pulizia strade, perché sono cominciati i controlli sul rispetto dei divieti di sosta negli orari indicati:...

Paderno, discoteche a rischio chiusura: “Green pass inutile senza il vaccino ai giovani”

C'è chi lo chiama "modello Barcellona" e chi "modello Liverpool", di certo gli esperimenti condotti nelle settimane scorse in Spagna e nel Regno Unito...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !