HomePrima PaginaLa discarica più grande d'Italia è ancora una "bomba ecologica"

La discarica più grande d’Italia è ancora una “bomba ecologica”

“La collina del disonore lombardo”: così il “Corriere della Sera” definiva la cava Porro-Castelli di Gerenzano, divenuta la discarica più grande d'Italia con una tale velocità che solo i grandi guadagni garantiscono. Era il 1964 quando il primo camion, proveniente da Milano, scaricò lì il primo carico di rifiuti; di tempo ne è passato, cdiscaricaerto, ma nessuno ha dimenticato.

Si spiega così il successo della serata “Per non dimenticare. Cinquanta anni di discarica a Gerenzano dal 1962 ad oggi”, organizzata da Pier Angelo Gianni e tenutasi all'auditorium Giuseppe Verdi. “Sotto un manto verde rassicurante – ha evidenziato Gianni – giacciono ancora 11 milioni di metri cubi di rifiuti. Una massa enorme, composta da spazzatura di ogni genere: urbani, industriali e speciali. Poggiano ancora sul fondo ghiaioso, senza gli strati impermeabili necessari a proteggere la falda, come prevedono le norme oggi in vigore, e producono percolato (liquido altamente inquinante) e biogas. È necessario creare sensibilità sulla questione, perché non finisca nel dimenticatoio”. Al momento del dibattito l'atmosfera si è fatta carica: molti gli interventi, accesi gli animi. “Si parla tanto della Terra dei Fuochi, di Napoli, ma la situazione, qui, non è certo migliore – ha commentato un cittadino – Non c'è tempo per rimandare, urge un intervento immediato: siamo di fronte a una vera e propria bomba ecologica. Il Comune deve attivarsi concretamente, non può subire la situazione”. La proposta emersa è di collaborare con altre realtà del territorio, quali ad esempio il Politecnico: sono infatti necessari studi approfonditi, per poi disinquinare. “Verso la fine dell'anno, dati alla mano, sapremo con certezza l'incidenza delle discariche sul nostro territorio”, ha promesso il vice sindaco Pierangelo Borghi.

 


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Bollate, in servizio i 5 nuovi agenti della Polizia Locale

Il Corpo di Polizia Locale di Bollate ha ampliato il proprio organico. Sono stati infatti assunti, attingendo dalla graduatoria del recente concorso, cinque nuovi...
quarto oggiaro droga

Quarto Oggiaro, madre e figlio spacciatori di droga, arrestati

La Polizia di Stato ha arrestato a Milano, nel quartiere Quarto Oggiaro, una donna 43enne e il figlio 20enne per detenzione ai fini di...

Striscioni animalisti sulla Novartis di Origgio: “Liberate i Beagle”

Striscioni di “Centopercento animalisti” sulla cancellata della Novartis di Origgio per la liberazione dei Beagle con cui fa sperimentazione la Aptuit di Verona, società...

Caronno in lutto: muore a 58 anni Stefano Cova, politico e colonna del volontariato

In piena campagna elettorale, se ne va un pezzo di storia politica di Caronno Pertusella: è morto Stefano Cova, ex consigliere comunale e caronnese...

Cultura, il saronnese Giorgio Fontana conquista il Premio Bagutta 2021: intervista

Una saga familiare d'altri tempi lunga tutto il Novecento. Lo scrittore Giorgio Fontana col romanzo 'Prima di noi', edito da Sellerio, è il vincitore...
leonardo Da Vinci token

Proponevano token coi micro-quadri di Leonardo Da Vinci: arrestati

I finanzieri del Comando Provinciale di Milano, hanno eseguito nel capoluogo lombardo e in Desenzano del Garda (BS) un’ordinanza di custodia cautelare, agli arresti...
saronno rapina gioielleria

Saronno, rapina in gioielleria bloccando clienti e dipendenti: arrestati i due responsabili | VIDEO

I carabinieri della compagnia di Saronno hanno arrestato due giovani ritenuti responsabili della rapina in una gioelleria del centro di Saronno. I carabineri hanno...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !