Home Prima Pagina Si spacciano per fruttivendolo per far "cacciare" gli abusivi

Si spacciano per fruttivendolo per far “cacciare” gli abusivi

fruttivendolo 2A qualcuno danno fastidio i venditori ambulanti di frutta e verdura che si piazzano sulla Varesina a Gerenzano e per farli “cacciare” ha usato il nome del fruttivendolo della rivendita Il Ciliegio di Saronno.

Davvero singolare la vicenda che vede protagonista Massimo Pagani, il quale ha ricevuto dalla polizia locale di Gerenzano una lettera che lo ha lasciato sconcertato: “In merito alla sua segnalazione-esposto del 13 febbraio – si legge – si rende noto che è al vaglio dell'amministrazione comunale l'adozione di un apposito provvedimento di disciplina, ovvero di limitazione-divieto del commercio in aree pubbliche svolto in forma itinerante, riferito ad alcune zone, inclusa la via Clerici”. Ignoti, in pratica, non avendo il coraggio di esporsi in prima persona, si sono spacciati per il titolare de Il Ciliegio per trasmettere un esposto di protesta contro i fruttivendoli ambulanti che fanno concorrenza a quelli in sede fissa. A dimostrarlo è la firma sulla missiva, che non è certo di Pagani, il quale è andato al comando dei vigili per smentire di averla mai presentata. Ecco cosa è scritto: “Vogliate prendere provvedimenti nei confronti degli ambulanti non autorizzati e non in regola, nel vostro comune. Vorrei sottolineare che, a causa di questi venditori non autorizzati, la mia ditta Ortofrutta Il Ciliegio sta subendo delle gravi perdite. Rispetto le leggi pagando le tasse, spese e dipendenti. Non riesco a essere concorrenziale con abusivi che lavorano in nero nel vostro territorio. In tal caso i miei dipendenti sono a rischio di disoccupazione”. Pagani, che ha dovuto firmare una dichiarazione con cui smentisce di avere trasmesso la lettera, non riesce a capacitarsi di quanto accaduto: “Mi domando a chi sia potuto venire in mente di usare il mio nome per una sua battaglia personale. Anche io sono contro i venditori abusivi per strada, ma malgrado la crisi la mia attività non va male e di certo non sto per chiudere”.

 


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

ceriano auto ribaltata

Incidente tra Ceriano e Cesano, auto ribaltata più volte, 33enne in ospedale

Un uomo di 33 anni è stato trasportato in ospedale in codice giallo dopo essere volato fuori strada con l’auto a Ceriano Laghetto. L’incidente si...

Prendono il reddito di cittadinanza: a Gerenzano sanificano la mensa scolastica

    A Gerenzano i beneficiari del reddito di cittadinanza sono stati impiegati nella mensa scolastica. Il confronto tra la dirigenza, docenti e responsabili dei vari plessi,...

Coronavirus a Limbiate, un altro bambino positivo al Covid: due classi in quarantena

Secondo caso di studente positivo al coronavirus a Limbiate. Salgono a due le classi in quarantena alla scuola don Milani. La conferma arriva dall'Amministrazione...

Droga al parco di Origgio, spacciatore la vende sotto alla telecamera: 18enne denunciato

Spacciava come se nulla fosse nel parco comunale, forse inconsapevole della telecamera o addirittura sfidandola: fatto sta che il 18enne di Origgio è stato...
carabinieri locale

Covid, movida senza regole: chiusi due bar a Mozzate e Carugo

I carabinieri della Compagnia di Cantù hanno chiuso due locali della “movida” comasca, a Mozzate e Carugo per violazione delle norme anti Covid. Nell’operazione condotta...
carabinieri bimbo mamma

Limbiate, bimbo di 3 anni salva la mamma picchiata in casa da papà

    I carabinieri di Cesano Maderno hanno arrestato a Limbiate un uomo che stava picchiando la moglie, dopo che il loro bambino di appena 3...
mascherine scuola

Solaro, dalla scuola nessuna mascherina: il Comune suggerisce di comprarle in farmacia

A Solaro le mascherine per i bambini e i ragazzi che frequentano la scuola dell’obbligo previste in fornitura gratuita dai decreti del Governo non...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !