HomeBOLLATESEColia, braccio destro di Vallanzasca,era della “corea” di Cassina Nuova

Colia, braccio destro di Vallanzasca,era della “corea” di Cassina Nuova

coliaSettimana scorsa a Basiano, in provincia di Milano, è morto in un incidente stradale in moto Antonio Colia, 67 anni e con lui è deceduta anche la compagna, Maria Cristin Rigato. Una morte di cui hanno parlato tutti i mass media nazionali, perchè Colia non era un uomo qualunque: era il braccio destro di Renato Vallanzasca in quella banda che per anni aveva terrorizzato Milano e l’Italia con le sue spettacolari rapine, le sparatorie e gli omicidi.
Colia, soprannominato il “pinella”, era anche più del braccio destro di Vallanzasca, era la mente della banda e quello che, si dice, gestiva gli affari del gruppo composto da ben quindici banditi, oggi quasi tutti morti. Ma ciò che le cronache nazionali non hanno raccontato è che Antonio Colia era di Bollate, o meglio, di Cassina Nuova.
Sì, Colia sin da bambino era cresciuto nella cosiddetta “corea” di via Po e aveva frequentato le scuole cassinanovesi.E a Cassina Nuova diverse persone ancora lo ricordano bene e non lo descrivono certo (quando era giovane) come un feroce delinquente. Tutt’altro. “Me lo ricordo bene – ci racconta un commerciante – andavamo a scuola insieme, eravamo nella stessa classe: lui era timido, studioso, un bravo ragazzo… Poi ha deciso di aprire una carrozzeria a Paderno Dugnano, era un gran lavoratore, sapeva fare il suo mestiere. Ricordo che aveva modificato la carrozzeria di un’auto e per questo, ogni volta che incrociava i vigili, lo fermavano. Una volta non si fermò all’alt di un vigile diPaderno, lo inseguirono fino a Niguarda e lì lo bloccarono. Lui diede un pugno al vigile e per questo finì in carcere per 6 mesi”.
E’ lì che Colia ha conosciuto chi poi lo portò sulla cattiva strada. Nella sua lunghissima carriera criminale ha collezionato quattro ergastoli e 260 anni di carcere ma, dopo averne scontati oltre 30 dietro le sbarre, era stato rimesso in libertà e aveva deciso di chiudere con la malavita.
Una libertà che non ha potuto assaporare a lungo, perchè a volte una moto può essere più pericolosa del mitra di un carabiniere.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Paderno Dugnano, sul viale Bagatti, i Vigili del Fuoco di Desio provano le tecniche...

      Questa mattina, mercoledì 14 aprile, i vigili del fuoco di Desio, hanno scelto il Viale Bagatti per un'esercitazione sulle manovre SAF (Speleo-Alpino-Fluviale).  I pompieri,...
Novate lite spara panico

Bregnano, percepivano senza diritto il reddito di cittadinanza: nove rumeni denunciati

Altri nove cittadini rumeni residenti a Bregnano sono stati denunciati in stato di libertà poiché ritenuti responsabili delle violazioni in materia di Disposizioni per...
cesate sgombero ditta furto

Rovellasca, raid pomeridiano contro il barbiere, negozio distrutto e due feriti

Non era da solo l'uomo che ieri pomeriggio si è presentato davanti ad un negozio di parrucchiere in centro per danneggiarlo pesantemente a colpi...

Milano, camion si ribalta in mezzo ad una rotonda: Vigili del Fuoco con la...

Nella serata di ieri, martedì 13 aprile, intorno alle 22, un camion si è ribaltato sulla rotonda di via per Cusago a Milano, dopo...
volpe cogliate

Cogliate, a tu per tu con la volpe nel parco comunale | VIDEO

Una volpe che cammina tranquilla nel parco comunale di Cogliate quasi deserto in questi giorni di restrizioni. Poi si accorge della presenza di un...
cesate disabili

Cesate, bastone alla schiena, acqua fredda addosso, orrore nella struttura per disabili | VIDEO

I Carabinieri della Compagnia di Busto Arsizio, con il supporto dei comandi territorialmente competenti, hanno dato esecuzione a un’ordinanza applicativa di misure cautelari emessa...

Incipit Offresi per la prima volta a Bollate: il talent per aspiranti scrittori in...

La Biblioteca Civica di Bollate ospiterà per la prima volta, giovedì 22 aprile, la diretta streaming di Incipit Offresi, la sesta edizione del primo...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !