Home EDITORIALI Svizzeri, come sono contento…

Svizzeri, come sono contento…

Il Franco svizzero nei giorni scorsi si è rivalutato di circa il 20% nei confronti dell’Euro e questa notizia mi ha reso molto felice. Sia chiaro, io non possiedo Franchi svizzeri, non vado in Svizzera almeno da vent’anni e gli svizzeri non mi sono mai stati troppo simpatici. Ma sono felice perché la Svizzera negli ultimi anni ha cercato di “rubarci” molte aziende e molti posti di lavoro, offrendo alle nostre imprese terreni e agevolazioni fiscali per costruire lì le loro sedi. Insomma, la Svizzera ha cercato di portarci via il lavoro, soprattutto quello delle aziende più sane, e qualche imprenditore ci è cascato: ha trasferito la sua attività oltre confine, togliendo risorse all’Italia e posti di lavoro agli italiani.

Ebbene, adesso quegli imprenditori si trovano a produrre merce che, nel momento in cui decidono di esportarla di nuovo in Italia (o in qualunque altro Paese del mondo), devono farla pagare il 20% in più rispetto ai concorrenti. Perché loro gli stipendi li pagano in Franchi svizzeri, la corrente elettrica la pagano in Franchi svizzeri, le tasse le pagano in Franchi… Il prodotto finale, insomma, loro lo calcolano in Franchi e, nel momento in cui lo esportano fuori dai confini della piccola Svizzera, adesso costa il 20% in più.

Chissà mai che quegli imprenditori fuggiaschi si pentano e tornino a dare lavoro agli italiani. Intanto cominciamo a goderci le file di svizzeri che dallo scorso weekend hanno cominciato a invadere i nostri centri commerciali e i nostri negozi. Perché, con il Franco così alto, comprare in Italia conviene, andare a far benzina in Svizzera no.

Piero Uboldi



Caro lettore, dall’inizio dell’emergenza Covid-19 abbiamo subito un pesante crollo delle entrate pubblicitarie, che rappresentano da sempre un’importante entrata per sostenere il lavoro della redazione del Notiziario che realizza questo sito e il settimanale del venerdì in formato cartaceo o sfogliabile digitale.
Per garantire un’informazione quanto più possibile puntuale e autorevole dal nostro territorio, sono al lavoro giornalisti, liberi professionisti, che vedono fortemente minacciati i loro compensi dall’improvvisa diminuzione dei ricavi pubblicitari. Se apprezzi il nostro lavoro, ti chiediamo, se ti è possibile, di contribuire acquistando l’edizione sfogliabile del nostro settimanale (CLICCA QUI) oppure con una piccola donazione, seguendo i pulsanti qui sotto.
Bastano pochi clic, in totale sicurezza, con carta di credito o Paypal. Grazie.

EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Don Cesare Catella festeggia 75 anni di sacerdozio, a Origgio l’Arcivescovo Delpini

Mattinata speciale speciale per l’ex parroco don Cesare Catella di Origgio, che ha festeggiato il 75mo anniversario di ordinazione sacerdotale. Un traguardo che anticipa...

Paderno, incidente in moto: 21enne tamponato, è in gravi condizioni | FOTO

Gravissimo incidente in via Repubblica a Paderno Dugnano. Secondo una prima ricostruzione, poco dopo le 18 un 21enne sarebbe stato tamponato in moto mentre...

Gerenzano, artista vende all’asta una sua opera per aiutare la Caritas

E’ stata finalmente venduta all’asta di beneficenza una scultura per aiutare la Caritas di Gerenzano a supportare le famiglie in difficoltà. Dopo la prima...
MIlano Meda

Milano–Meda, parte la manutenzione del verde

Partiranno domani mattina, giovedì 28 maggio i lavori di manutenzione del verde della Milano - Meda. Le operazioni riguarderanno banchine e lo sfalcio del verde...

A Caronno scuole materne in difficoltà: “Senza rette siamo a rischio”

Le tre scuole materne paritarie di Caronno Pertusella, asilo infantile “Cardinale Giovanni Colombo”, parrocchiale “San Vincenzo de Paoli” e “Il Villaggio dei Piccoli”, stanno...

Paderno, Ferrovie Nord e il passaggio a livello di Palazzolo: “Chiusura totale entro un...

Ferrovienord vuole chiudere per sempre il passaggio a livello di Palazzolo e lo comunica al sindaco di Paderno Dugnano con un anticipo di 30...
Senago rsa

Senago, 138 posti di lavoro nelle nuove Rsa, ecco come candidarsi

Da oggi, mercoledì 27 maggio e fino al prossimo 18 giugno sono aperte le candidature per i 138 posti di lavoro disponibili nelle nuove...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !