Home Prima Pagina Parma calcio, il limbiatese Manenti nuovo presidente

Parma calcio, il limbiatese Manenti nuovo presidente

Manenti
il presidente Giampietro Manenti (foto da Fcparma.com)
Nello stesso giorno in cui la Gazzetta dello Sport svela il “drammatico” bilancio del Parma (indebitamento lordo di 196 milioni di euro, al netto dei crediti scende a 96 con costi doppi rispetto ai ricavi), presso la sede della società crociata si tiene la presentazione del nuovo presidente, nonché nuovo proprietario del club, Giampietro Manenti. E cosa centra Il Notiziario in tutto ciò? Semplice, che Giampietro Manenti è nato a Bollate 45 anni fa, ha vissuto fino a 18 anni a Senago e da cinque vive a Limbiate con la compagna e un figlio di sei anni. È amministratore delegato della Mapi Group, società con sede legale in Slovenia e mercoledì pomeriggio si è presentato di fronte alla stampa di mezza Italia come nuovo presidente della società che fu di Callisto Tanzi e della Parmalat. E che ora naviga in cattivissime acque, sportive, economiche e fiscali. E chi più ne ha, più ne metta.

E Manenti da dove spunta? Innanzitutto non è la prima volta che l’imprenditore limbiatese ci prova col calcio. Il primo tentativo fu di acquisire la Pro Vercelli (fallito), il secondo, esattamente dodici mesi fa, tentò la scalata al Brescia dei Corioni. Andò a trattare personalmente, fu ospite anche di alcune tv locali in cui parlò di serie A subito e stadio nuovo. Poi, però, non se ne fece nulla perché i soldi non saltarono fuori. E adesso il Parma. E ci è riuscito. Come, invece, riuscirà a far fronte alle scadenze che lo aspettano non lo sappiamo. Se entro lunedì non pagherà gli stipendi arretrati, i giocatori metteranno in mora la società (un po’ come accaduto a novembre a Monza). E poi c’è pure l’Irpef. Totale 15 milioni, euro più euro meno. Ma mercoledì Manenti, nella sala stampa del Tardini, non ha avuto dubbi: “Onorerò le scadenze per tempo e partiranno anche i primi bonifici. Stiamo facendo le cose con criterio. Fidatevi di me”. Staremo a vedere. Intanto il suo arrivo a Parma non ha provocato lo scossone. Due ore dopo che Manenti aveva parlato di squadra “serena e combattiva” è arrivata la sconfitta casalinga col Chievo che praticamente spedisce i ducali in B. E anche se così fosse il patron limbiatese ha le idee chiare: “Anche in caso di retrocessione ho già pronto un piano e non ridurremo l’impegno. Coinvolgeremo attraverso la Mapi Group anche investitori stranieri. Parma è conosciuta nel mondo per i suoi prodotti gastronomici”.

E chissà se a Limbiate qualcuno se lo ricorda nelle vesti di allenatore inizialmente alle giovanili e poi della prima squadra in Terza categoria del Molino (ora Nuova Samo). È stato anche alla Stella del Sud, a Senago. Da ragazzino – sostiene Manenti in un’intervista al Corriere – giocò anche nel Milan, Avellino e Salernitana…

Roberto Sanvito


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

cocaina mascherina monopattino

Cocaina nella mascherina e fuga in monopattino, spacciatore arrestato a Milano

La Polizia di Stato ha arrestato l’altra notte a Milano un uomo per detenzione e spaccio di droga: aveva la cocaina nascosta nella mascherina...
metropolitana coltello

Vuol salire in metropolitana senza mascherina e tira fuori un coltello, 71enne arrestato

La Polizia è intervenuta ieri mattina alla fermata della metropolitana di Lambrate dove un 71enne senza mascherina pretendeva di salire a bordo di uno...

Gianni Rodari insegnò a Uboldo: conservato qui uno dei suoi quaderni

Nel centesimo anno dalla nascita di Gianni Rodari, celebrato ieri, si riscopre il forte legame di Uboldo col famoso scrittore di libri per bambini. Un...
donna computer mail

Brugherio, quasi 2 anni di mail oscene ad una coppia e ai loro amici,...

Due anni di insulti a sfondo sessuale inviati a una coppia di coniugi e a loro colleghi e conoscenti: i carabinieri di Brugherio sono...

Covid, l’appello del sindaco di Cislago ai ragazzi: “Aiutateci, rinunciate a divertimento e socialità”

In questo periodo d’impennata dei contagi da Covid-19, il sindaco di Cislago Gianluigi Cartabia si appella ai giovani: “Aiutateci. i vostri bis bisnonni avevano...
PRIMA PAGINA NOTIZIARIO

Covid, numeri impressionanti, mentre mancano vaccini e medici; a Saronno caso di Tbc a...

Apertura inevitabilmente dedicata all’emergenza sanitaria anche questa settimana per il notiziario: la situazione è critica anche perché non ci sono ancora i vaccini antinfluenzali...

Dopo Saronno ci prova Caronno: in arrivo raffica di “Zone 30”

Dopo la sperimentazione non proprio felice di Saronno, dove il limite di 30 all’ora aveva creato una valanga di contestazioni, ci prova Caronno Pertusella:...
PRIMA PAGINA NOTIZIARIO
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !