HomeEDITORIALITagli ai comuni: dopo il massacro, cambia qualcosa

Tagli ai comuni: dopo il massacro, cambia qualcosa

I nostri comuni non hanno più i soldi neppure per asfaltare le strade. Lo sappiamo tutti ormai, lo vediamo appena saliamo in auto o, peggio, camminiamo a piedi tra buche e affossamenti dei marciapiedi. Non ci sono più soldi perché i vari governi negli ultimi anni hanno tagliato le risorse ai comuni in modo drammatico: ormai i sindaci per governare senza tagliare i servizi ai cittadini devono fare miracoli. Se i governi avessero applicato gli stessi tagli anche ai loro ministeri, oggi l’Italia avrebbe un bilancio sano. Invece hanno tagliato molto ai comuni e poco a se stessi.

I sindaci credevano che, dopo anni di massacro, i tagli fossero finiti, invece l’ex sindaco Renzi ha candidamente detto loro che il nuovo “Def” prevede altri sacrifici per le nostre comunità. Ma che bello! Ci sono voragini di spese nei ministeri che non vengono tagliate e noi cadiamo nelle voragini dei marciapiedi. In mezzo a questa tristezza, però, c’è una nota positiva e importante: per la prima volta, infatti, il governo vuole tagliare le risorse in base ai “costi standard”. Che cosa vuol dire? Che fino a oggi si è tagliato in modo indiscriminato a tutti, d’ora in poi (si spera) i tagli verranno fatti soprattutto ai comuni spreconi, ossia a quelli che, per ogni servizio, spendono di più rispetto al “costo standard” deciso a Roma. Fino a oggi i tagli ai comuni assomigliavano alla “decimazione” che facevano i romani in guerra, speriamo che adesso, finalmente, si tagli solo a chi gestisce male i suoi soldi. E sarebbe ora.

Piero Uboldi


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Tokyo 2020, le lombarde Cesarini-Rodini oro nel canottaggio

Brilla l’Italia del canottaggio che al fotofinish ha conquistato la medaglia d'oro nel doppio pesi leggeri donne. Alle Olimpiadi di Tokyo 2020 la coppia...

A Caronno raffica di furti di biciclette. E qualcuno riconosce la sua per strada…

Due settimane fa è stato presentato il progetto “Fli”, promosso da Fnm, FerrovieNord e Trenord insieme con Regione Lombardia, che prevede la realizzazione di...

Lombardia, bus incendiato a Varenna. Il riconoscimento del Consiglio regionale a Mascetti e Lo...

Un lungo e affettuoso applauso di tutto il Consiglio regionale ha accolto Mauro Mascetti e Giovanni Lo Dato, ospiti questa mattina a Palazzo Pirelli nell’Aula del parlamento...

Uboldo, un euro a pizza per far tornare a sorridere Jessica

In questi giorni sono tutti mobilitati per aiutare Jessica Di Ciommo, la 28enne di Uboldo che si trova in stato vegetativo da quando è...

Rho, carabinieri inseguono auto che tenta di investirli, poi sparano per fermarla

I carabinieri di Rho hanno inseguito un veicolo in fuga e sparato per bloccarlo dopo che il conducente aveva speronato l’auto dei militari e...
Novate merce sequestrata

Novate Milanese, merce sequestrata nel magazzino da incubo | FOTO

Merce sequestrata nel magazzino-incubo a Novate Milanese. La Polizia locale novatese, al termine di un’indagine che aveva preso origine a fine maggio, ha compiuto settimana...
Bollate incendio box

Bollate, incendio nei box delle case comunali: preoccupazione tra i residenti

Incendio nei box delle case comunali a Bollate. E la preoccupazione cresce dopo questo episodio, dal momento che come riferiscono i residenti “La situazione di...
prima pagina
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !