HomeNORD MILANOAggrediti in treno col machete, Ferrovieri premiati in Regione

Aggrediti in treno col machete, Ferrovieri premiati in Regione

Vittime di una brutale aggressione sul treno, sono stati premiati oggi in consiglio regionale. “Due eroi metropolitani dei tempi moderni” che, nell’adempimento del loro dovere quotidiano, “non hanno voltato la faccia dall’altra parte”, esprimendo “valori di solidarietà, altruismo e senso civico in una società sempre più indifferente e arida di rapporti umani”. Queste le motivazione dei riconoscimenti che il Presidente del Consiglio regionale, Raffaele Cattaneo, ha consegnato oggi, così come voluto dall’Ufficio di Presidenza, ai due ferrovieri di Trenord, Carlo Di Napoli e Riccardo Magagnin, vittime dell’efferata un’aggressione avvenuta nei pressi della stazione di Villapizzone lo scorso 11 giugno. Secondo  le ricostruzioni della terribile aggressione,  il capotreno aveva  chiesto i biglietti ai pochi passeggeri che si trovavano a bordo, compreso un gruppetto di sudamericani. Questi si sarebbero rifiutati di mostrare il titolo di viaggio e uno di loro ha estratto un machete da una borsa colpendo al braccio il controllore. L'altro ferroviere, fuori servizio, era intervenuto in difesa del collega, ed era stato anch'esso aggredito..
E’ un riconoscimento doveroso, un gesto di solidarietà umana di tutto il Consiglio regionale e di Regione Lombardia -ha dichiarato il Presidente Cattaneoa questi due dipendenti che hanno subìto una violenza inaudita. Vogliamo esprimere anche vicinanza istituzionale a tutti i lavoratori di Trenord. I due lavoratori hanno compiuto un gesto di eroismo quotidiano reagendo in maniera esemplare a ciò che è loro capitato e rimanendo fedeli al dovere che erano chiamati a compiere”.
Questa capacità di non voltarsi dall’altra parte -ha sottolineato ancora Raffaele Cattaneoma di adempiere fino in fondo al proprio compito è per tutti un esempio mirabile di civismo quotidiano che migliora la vita delle comunità.Compito delle istituzioni è assumere provvedimenti concreti per la sicurezza, come ha fatto Regione Lombardia in accordo con Trenord”.
Durante la cerimonia è intervenuta anche Cinzia Farisè, Amministratore delegato di Trenord, che ha sottolineato come sono già oltre 60 gli episodi con gravi conseguenze che si sono verificati nel 2015 sui treni di Trenord. “La giornata di oggi –ha detto–  ci consente, attraverso Di Napoli e Magagnin, di celebrare chi davvero rappresenta l'azienda, chi ogni giorno è in prima linea, chi non ha mai smesso di salire sui treni della S14, la linea di Expo, luogo dell’aggressione dell'11 giugno. Il progetto security di Regione Lombardia ha consentito di avviare un servizio sperimentale per garantire supporto e assistenza ai nostri viaggiatori, insieme alla Polfer e alle altre Forze dell'ordine; questa iniziativa è stata molto apprezzata dai nostri clienti”.
Carlo Di Napoli ha voluto dedicare poche parole commosse a tutti i colleghi che lavorano nelle ferrovie, mentre Riccardo Magagnin ha auspicato che questa vicenda possa contribuire a risvegliare il senso civico da parte di tutti.     

Anche il Presidente Roberto Maroni ha voluto ricordare infine gli interventi messi in campo dalla Regione e che vedono dal 1° settembre la presenza sui treni di 150 vigilanti grazie a un finanziamento di 7 milioni di  euro.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Bovisio, si ribalta con l’auto rubata: feriti due 15enni, denunciato un 29enne di Limbiate

Si è ribaltato al volante dell'auto rubata, dopo una serie di manovre pericolose sull'asfalto bagnato. Nei guai è finito un 29enne di Limbiate che,...

Da fuori regione per comprare droga a Saronno e dintorni: sanzioni dei carabinieri

Prosegue senza sosta l’attività dei carabinieri di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, particolarmente diffuso nelle aree rurali e boschive di diversi comuni nella...

Uboldo: centra il 5 al SuperEnalotto e vince 50mila euro

Dopo i 500mila euro vinti al "gratta e vinci" mesi fa, Uboldo si conferma uno dei comuni più fortunati della zona.  In queste ore è...

Saronno, prime vaccinazioni nell’hub dell’Ex scuola Pizzigoni I VIDEO

Ore 8. Il signor Carlo è il primo paziente a ricevere il vaccino anti Covid nel centro allestito nella palestra dell’ex scuola Pizzigoni di...
Bollate spaccio

Operazione Arhat, 37 arresti, sgominata anche la banda che gestiva lo spaccio a Bollate...

Gestivano anche le piazze di spaccio di droga di Bollate e Baranzate alcuni dei 37 arrestati questa mattina nella maxi operazione dei carabinieri condotta...

A Uboldo raccolti 300mila punti Fidaty per comprare cibo per le famiglie in difficoltà

“Il Covid ha fatto tanto male, è tutt’ora un gravissimo problema, ma ci ha reso tutti più consapevoli di quanto sia grande il cuore...

Paderno, attivo il centro vaccini in oratorio: 50 vaccinazioni in un’ora, 2 rinunciano ad...

Alle 8:10 è stata somministrata la prima dose al centro vaccini di Paderno Dugnano. Venti minuti prima sono partite le registrazioni nella palestra dell’oratorio...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !