Home Prima Pagina A Bollate, parte il conto alla rovescia: gli ultimi 25 giorni (lavorativi)...

A Bollate, parte il conto alla rovescia: gli ultimi 25 giorni (lavorativi) della Ztl

ztl varco attivoOrmai è certo, a Bollate si potrà dire addio alla Ztl, almeno per uno o due anni, ma probabilmente sarà un addio per sempre. Le telecamere funzioneranno ancora per 25 giorni (ossia per cinque settimane, dal lunedì al venerdì), poi verranno spente e resteranno spente o per sempre o per lunghissimo tempo. La data dello spegnimento è già fissata: alle ore 9 di mattina di venerdì 28 ottobre la Ztl morirà.

Qualcuno di voi potrebbe pensare che non sia così: il 6 novembre si svolgerà il referendum per decidere se tenere o no la Ztl a Bollate e, se vinceranno i Sì, allora la Ztl continuerà. In realtà, non è così. Infatti, il referendum (come spiegavamo qualche settimana fa) non chiederà se si vuole mantenere la Ztl o no, bensì chiederà se si vuole mantenere una Ztl più piccola oppure se si vuole eliminarla del tutto.

Ecco dunque che la situazione diventa complessa: se al Referendum vincerà il No alla Ztl, le telecamere resteranno spente per sempre. Se invece vincerà il Sì alla Ztl più piccola, allora non si potranno riaccendere le telecamere rapidamente, ma passeranno uno o due anni almeno prima che la Ztl ritorni. Infatti, si dovrà ricominciare tutto l’iter da capo, perché si tratta, in sostanza, di una Ztl nuova.

Si dovrà fare un nuovo progetto, si dovranno fare le delibere, si dovrà mandare il tutto ad una nuova approvazione del Ministero a Roma (con i tempi che il Ministero ha), poi, una volta ottenuto il via libera del Ministero, si dovranno stanziare i fondi per spostare i pali con le telecamere (per creare un’area di Ztl più piccola), si dovranno effettuare gli spostamenti dei pali, i nuovi collegamenti elettrici, la nuova segnaletica stradale, si dovrà rifare l’archivio delle auto col permesso di entrare (solo chi risiede o lavora dentro la piccola Ztl), si dovrà ripubblicizzare il tutto… Insomma, se anche dovesse vincere nel referendum il Sì alla Ztl, le telecamere resteranno spente per almeno uno o (più probabilmente) due anni.



EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Nuovi poveri: a Caronno pacchi di alimenti a 60 famiglie, in gran parte italiane

Anche in piena pandemia il Centro di Ascolto Caritas resta aperto. Sono tanti e tali i nuovi poveri che non si può nemmeno pensare...
bomba seregno

Droga e una bomba nelle cantine, due arrestati a Seregno

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Seregno, hanno arrestato in flagranza per spaccio di sostanze stupefacenti, due calabresi 64enni –...

Caronno, nuovo punto tamponi drive-through attivo dal 11 dicembre

A partire da venerdì 11 dicembre sarà possibile effettuare anche a Caronno Pertusella il tampone rapido per il covid in modalità drive-through, eseguibile presso...

Nuovo Dpcm, Lombardia chiede modifica: “Si pensi ai piccoli comuni”

Non si è fatta attendere la risposta del Presidente della Lombardia Attilio Fontana al nuovo dpcm presentato ieri sera da Giuseppe Conte. La Conferenza delle...
prima pagina Notiziario

Brumotti contro lo spaccio tra Senago e Bollate; vaccini antinfluenzali finiti | ANTEPRIMA

L’apertura della nuova edizione del Notiziario è affidata questa settimana all’incursione di Vittorio Brumotti dalle nostre parti, a caccia di spacciatori di droga. Il...

Nuovo Dpcm, Conte: “A Natale e Capodanno non ricevete persone non conviventi”

Coprifuoco, spostamenti vietati, pranzi e cene ridotti. Queste le novità nel nuovo Dpcm in vigore da oggi fino a metà gennaio per tutte le...
alpini caronno

Gli Alpini di Caronno aiutano i commercianti: scatta la consegna dei cesti di Natale

“#ioacquistoinpaese” è lo slogan promosso dal Gruppo Alpini di Caronno Pertusella e Bariola per sostenere e aiutare i commercianti duramente colpiti dall’ennesimo lockdown. I volontari...
prima pagina Notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !