HomePrima PaginaScivola su una lastra di ghiaccio in montagna, muore escursionista di Origgio...

Scivola su una lastra di ghiaccio in montagna, muore escursionista di Origgio 42enne

   “Siamo affranti, distrutti dal dolore. Ma la vita va avanti: dobbiamo farci forza”. Luciano Bernasconi è sconvolto: si trova nella sua casa di via Per la Cascina Muschiona a Origgio, a piangere il figlio Roberto, morto a 42 anni scalando una vetta sulle montagne del Lecchese. Con lui ci sono la moglie e le due figlie, che stanno vivendo il momento più drammatico della loro vita. Sembra incredibile che il loro Roberto, persona solare, gioiosa e appassionata di sport e alpinismo da sempre, non ci sia più.

Scomparso da sabato, il suo corpo è stato ritrovato oggi, nel primo pomeriggio, nella zona di Monte Legnone: “Era andato con degli amici escursionisti come faceva continuamente – racconta il padre – Per lui la montagna significava tutto, era tutta la sua vita”. I due compagni d’avventura, dopo averlo perso di vista mentre scendevano un versante del Legnone, speravano di ritrovarlo al bivacco Silvestri. Ma lì non c’era e, allarmati, hanno dato l’allarme. I vigili del fuoco hanno cercato con un elicottero l’escursionista, ma al calare del buio non hanno potuto che lasciar perdere, rinviando le ricerche a domenica. Idem per il soccorso Alpino, i cui uomini hanno percorso palmo a palmo un’ampia fetta di territorio: tutto inutile. Oggi pomeriggio il ritrovamento del corpo, dopo che si sono alzati in volo due elicotteri dei vigili del fuoco e della Guardia di Finanza, mentre a terra si svolgevano anche le ricerche di squadre di volontari. “Pare che mio figlio sia scivolato su una lastra di ghiaccio, cadendo da 400 metri – riferisce il padre – Questa, almeno, è l’ipotesi al vaglio”. La salma è stata trasportata all’obitorio dell’ospedale di Colico, in attesa del via libera per i funerali.  

Oggi c’è stato un viavai di gente a casa di Bernasconi: amici, conoscenti e parenti hanno voluto far sentire la loro vicinanza alla famiglia: “Mio figlio Roberto era amato da tutti perché era una persona allegra, che amava la vita – lo ricorda papà Luciano – Lo sport, soprattutto l’alpinismo, per lui era tutto”.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Omicidio Arese, dopo avere ucciso la moglie, ha provato ad ammazzare anche il figlio

“Ho ucciso tua madre, ora tocca a te”. Sono le parole che avrebbe pronunciato Jaime Moises Rodriguez Diaz, il 41enne messicano che sabato mattina...
caronno danni temporale

Vento e temporale, danni a Caronno Pertusella e pianta caduta sulla Milano-Meda

Numerosi interventi dei Vigili del fuoco nella nostra zona per il maltempo di questo pomeriggio, domenica 20 giugno. Situazioni più critiche nella zona tra...

Biassono, i Vigili del Fuoco salvano uno scoiattolo caduto dentro una canna fumaria |...

Oggi, domenica 20 giugno, alle ore 8.30 intervento di soccorso particolare nel Comune di Biassono, in Via Alberto da Giussano 26B, per il recupero...
carabinieri chiusura locale

Rapinata gioielleria a Saronno, persa la refurtiva durante la fuga

Due rapinatori di una gioielleria in fuga, perdono la refurtiva inseguiti da passanti e carabinieri, e adesso sono ricercati. E' successo a Saronno questo pomeriggio...

Piove al palasport di Caronno, il Volley: “Rischiamo il prossimo campionato”

Ogni volta che c’è un temporale, continua a piovere dal tetto del palasport di Caronno Pertusella, col risultato che le partite di basket e...

Omicidio ad Arese, in casa anche i tre figli della coppia che hanno dato...

C’erano anche i tre figli della coppia questa mattina in casa ad Arese, dove un uomo di 41 anni ha ucciso a coltellate la...
Solaro investiti

Solaro, marito e moglie investiti sulla Saronno-Monza

Due persone sono state investite questa mattina a Solaro, sulla Saronno-Monza davanti alla Farmacia Comunale n.1. L’incidente si è verificato poco dopo le 9,15 in...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !