HomePrima PaginaScivola su una lastra di ghiaccio in montagna, muore escursionista di Origgio...

Scivola su una lastra di ghiaccio in montagna, muore escursionista di Origgio 42enne

   “Siamo affranti, distrutti dal dolore. Ma la vita va avanti: dobbiamo farci forza”. Luciano Bernasconi è sconvolto: si trova nella sua casa di via Per la Cascina Muschiona a Origgio, a piangere il figlio Roberto, morto a 42 anni scalando una vetta sulle montagne del Lecchese. Con lui ci sono la moglie e le due figlie, che stanno vivendo il momento più drammatico della loro vita. Sembra incredibile che il loro Roberto, persona solare, gioiosa e appassionata di sport e alpinismo da sempre, non ci sia più.

Scomparso da sabato, il suo corpo è stato ritrovato oggi, nel primo pomeriggio, nella zona di Monte Legnone: “Era andato con degli amici escursionisti come faceva continuamente – racconta il padre – Per lui la montagna significava tutto, era tutta la sua vita”. I due compagni d’avventura, dopo averlo perso di vista mentre scendevano un versante del Legnone, speravano di ritrovarlo al bivacco Silvestri. Ma lì non c’era e, allarmati, hanno dato l’allarme. I vigili del fuoco hanno cercato con un elicottero l’escursionista, ma al calare del buio non hanno potuto che lasciar perdere, rinviando le ricerche a domenica. Idem per il soccorso Alpino, i cui uomini hanno percorso palmo a palmo un’ampia fetta di territorio: tutto inutile. Oggi pomeriggio il ritrovamento del corpo, dopo che si sono alzati in volo due elicotteri dei vigili del fuoco e della Guardia di Finanza, mentre a terra si svolgevano anche le ricerche di squadre di volontari. “Pare che mio figlio sia scivolato su una lastra di ghiaccio, cadendo da 400 metri – riferisce il padre – Questa, almeno, è l’ipotesi al vaglio”. La salma è stata trasportata all’obitorio dell’ospedale di Colico, in attesa del via libera per i funerali.  

Oggi c’è stato un viavai di gente a casa di Bernasconi: amici, conoscenti e parenti hanno voluto far sentire la loro vicinanza alla famiglia: “Mio figlio Roberto era amato da tutti perché era una persona allegra, che amava la vita – lo ricorda papà Luciano – Lo sport, soprattutto l’alpinismo, per lui era tutto”.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Maltempo: sottopassi allagati, crolli, situazione critica in provincia di Varese | FOTO

Pioggia intensa e vento stanno creando grossi problemi dal primo pomeriggio di oggi soprattutto nella provincia di Varese per sottopassi allagati e crolli sulle...

La figlia di Bearzot a Gerenzano: sarà intitolato al padre il centro sportivo

Avrà luogo domani, domenica 19 settembre, l’intitolazione del centro sportivo di Gerenzano a Enzo Bearzot. L’iniziativa è dell’amministrazione comunale e dell’Asd Gerenzanese Calcio, che...

Origgio nel circuito “Ville aperte in Brianza”: visite guidate a Villa Borletti e...

Quest’anno anche Origgio partecipa alla manifestazione “Ville aperte in Brianza”, organizzata dalla Provincia di Monza e Brianza e giunta alla sua 19ma edizione. Hanno...
solaro rotatoria

Solaro, auto ribaltata nella rotatoria, anche un bambino tra i feriti

Un incidente nella rotatoria, con auto ribaltata, ha provocato il ferimento di tre persone questa mattina a Solaro, tra cui un bambino di 12...
gianetti 0408

Gianetti, nessun accordo, tutti licenziati: rabbia dei sindacati contro azienda e Ministero

Una riunione fiume, durata oltre 12 ore, venerdì in Regione Lombardia, non è servita a trovare una soluzione meno drastica per i 152 lavoratori...

Paderno, venerdì sera di fuoco a Palazzolo: in fiamme un’auto abbandonata

Venerdì sera in fiamme a Paderno Dugnano. Poco dopo le 20:30 è andata a fuoco una vecchia Jaguar in sosta in via Faverio Pogliani....

Paderno, un’altra auto chiusa nel passaggio a livello: ritardi a Palazzolo

Auto chiusa nel passaggio a livello di Palazzolo nuovo disagi all’altezza di Paderno Dugnano. Attorno alle 18:30, un’auto è rimasta chiusa nella sede ferroviaria...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !