HomeNEI DINTORNIFrodi su certificazioni energetiche, due arresti della Finanza nel Milanese

Frodi su certificazioni energetiche, due arresti della Finanza nel Milanese

guardia finanzaVendevano titoli di efficienza energetica ad aziende e società, ma fatturavano operazioni inesistenti e omettevano versamenti dell’Iva. Il Nucleo speciale di polizia valutaria della Guardia di Finanza ha arrestato, su ordine del Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Milano Maria Vicidomini, un commercialista (M.S. di 49 anni) e un agente di commercio (P.C. di 62 anni), entrambi residenti nell’hinterland milanese, ritenuti responsabili di una frode fiscale nel settore della commercializzazione di Titoli di Efficienza Energetica (i cosiddetti “Tee”), attuata mediante l’emissione e l’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti per oltre 17 milioni di euro.

Un analogo provvedimento restrittivo è stato emesso nei confronti di un terzo soggetto, cittadino tedesco, il quale risulta attualmente irreperibile. Il Giudice milanese ha disposto anche il sequestro di denaro, beni e altre utilità per un valore pari a 3 milioni di euro, corrispondente all’Iva evasa nell’anno 2014 attraverso la frode.

L’indagine, coordinata dal Sostituto Procuratore della Repubblica di Milano Adriano Scudieri, ha preso le mosse dall’approfondimento di segnalazioni di operazioni sospette inoltrate da alcune banche e vede coinvolte complessivamente 10 persone, indagate a vario titolo per i reati di dichiarazione fraudolenta mediante l’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti ed emissione di fatture per operazioni inesistenti.

Dal 2004, i distributori di energia elettrica e di gas naturale hanno l’obbligo di raggiungere annualmente determinati obiettivi di risparmio energetico, i qual vengono espressi in TEP (tonnellate equivalenti di petrolio); un TEP corrisponde a 5000 Kwh, pari al consumo di elettricità annuo di due famiglie medie.

Le aziende distributrici, per raggiungere i propri obiettivi, possono realizzare direttamente dei progetti di efficienza energetica, ricorrendo, ad esempio, all’installazione di pannelli fotovoltaici, all’isolamento termico di edifici, alla realizzazione di cogeneratori di energia elettrica e termica e altro. Una volta ultimati, questi progetti vengono approvati dai competenti organi del Ministero dell’Economia e delle Finanze (il GSE: Gestore dei Servizi Energetici) e danno diritto all’emissione di certificati “bianchi”, che attestano l’avvenuta realizzazione del risparmio energetico. I distributori possono ottenere i certificati bianchi anche acquistandoli da operatori specializzati, nell’ambito di un mercato ad hoc gestito dal GME (Gestore dei Mercati Energetici), sempre di emanazione ministeriale. 

È proprio all’interno di questo mercato che si inserisce il meccanismo fraudolento scoperto dal Nucleo Speciale di Polizia Valutaria. Il procedimento criminoso è analogo a quello delle "frodi carosello": nel caso di specie, tra le società venditrici di certificati bianchi, una con sede in Romania, l’altra a Cipro e l’acquirente finale italiano (ENEL S.p.a.), si inseriscono varie imprese italiane (alcune delle quali prive di sostanza economica – le cosiddette “cartiere”), tra cui la Acror energy Srl di Milano (dichiarata fallita nel dicembre 2016), che vende i certificati all’Enel omettendo  sistematicamente il versamento dell’imposta sul valore aggiunto.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Fabrio Anobile

Fabio Anobile, di Misinto, campione del mondo di ciclismo paralimpico

Fabio Anobile, ciclista paralimpico di Misinto è Campione del Mondo. Ha ottenuto la medaglia d’oro nella categoria C3 nella prima giornata dedicata alle prove...

Caronno, paura in piazza Pertini: precipitano le piastrelle del passaggio rialzato

Attimo di forte spavento stamattina, poco prima delle 9, in pizza Pertini a Caronno Pertusella quando diverse piastrelle si sono staccate dal passaggio pedonale...
limbiate william chiappa

Limbiate, tutta l’Italia in “Ciao” al via la sfida di William

Partenza da Predoi (Bolzano), il comune più a Nord d’Italia, arrivo a Porto Palo di Capo Passero, il comune più a Sud d’Italia (esclusa...

Paderno Dugnano, maxi rissa fra albanesi al Villaggio Ambrosiano: 30enne ferito da un coccio...

Ci sono due feriti nella maxi rissa scoppiata in mezzo alla strada nella periferia di Paderno Dugnano. Si conterebbero almeno una decina di persone...

Lombardia cambia ancora: ok al cambio vaccino dopo Astrazeneca. I dubbi di insegnanti...

La Regione Lombardia ha cambiato posizione nel giro di poche ore sul richiamo del vaccino AstraZeneca per le persone che hanno meno di 60...
Limbiate vaccino

Vaccino AstraZeneca, Lombardia sospende richiamo a chi ha meno di 60 anni, in...

In Regione Lombardia sono al momento sospesi i richiami per le persone con meno di 60 anni che hanno ricevuto il vaccino AstraZeneca come...

Paderno Dugnano, ponte chiuso tra Incirano e Nova Milanese: calcinacci sulla Milano-Meda

Chiuso il ponte della Milano-Meda tra Incirano e Nova Milanese. E' il secondo cavalcavia chiuso "in via precauzionale" a Paderno Dugnano in pochi giorno....
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !