Home Prima Pagina Mamma chiede al sindaco di sospendere il decreto vaccini: la risposta è...

Mamma chiede al sindaco di sospendere il decreto vaccini: la risposta è devastante

“Pensavo fosse uno scherzo… invece è vera”. Inizia così il post di Lorenzo Guzzetti, sindaco di Uboldo, che sta facendo letteralmente il giro del web in queste ore, con centinaia di condivisioni che ne moltiplicano in maniera esponenziali le letture.

Nel mirino una mamma quantomeno scettica sui vaccini, che ha avuto la brillante idea di scrivere al sindaco invitandolo ad emettere un’ordinanza urgente e contingibile per sospendere immediatamente l’applicazione della nuova legge sui vaccini. La risposta del sindaco di Uboldo è al vetriolo.

“Ho letto con preoccupazione le sue riflessioni -attacca Guzzetti- perché credo che Lei non sia solo l’emblema del fallimento totale della nostra società, ma anche ritengo che lei rappresenti pienamente il baratro culturale e sociale dentro al quale stiamo sprofondando sempre di più”.

Poi, il sindaco di Uboldo, al suo secondo mandato, alla guida di una lista civica, affonda e si lancia in una vera e propria intemerata contro la mamma che gli aveva chiesto un’ordinanza per sospendere la legge. Eccone il testo. 

"Lei nella lettera utilizza affermazioni astruse come “regime da ventennio”, bolla la legge come “incostituzionale” (fino a prova contraria, cioè della Corte Costituzionale, se il Presidente della Repubblica firma la legge quella è legge, e Le rammento en passant che il nostro presidente è un ex giudice di quella Corte…), cita la “Convenzione di Oviedo” tirando fuori frasi degne di una bella ricerca su Google, addirittura arriva a essere Lei stessa giudice della Corte Costituzionale citando l’art.32 della nostra Carta…

Lei fa paura, cara Signora.

“I genitori obiettori sono stanchi di essere considerati come degli scellerati che non hanno a cuore la salute dei propri figli.”

Voi non siete considerati scellerati, voi SIETE SCELLERATI.

Perché LA SCIENZA NON E’ DEMOCRATICA.

Di quello che pensa LEI e quattro imbecilli che si divertono a fare gli scienziati e i medici patentati con Google, la scienza non sa che farsene.

Guardi che se cerca bene troverà anche qualche cretino che sostiene che 2+2 non fa 4 ma 5.

E lei probabilmente tra un anno mi scriverà dicendo che è incostituzionale insegnare a scuola che 2+2 fa 4 perché può anche fare 5.

O forse, tra un anno, Lei scoprirà che esistono dei guru su internet che sostengono che il genere sessuale non dipende dai cromosomi che fino a prova contraria dicono che un feto può nascere o femmina o maschio, ma che ogni bambino/a può scegliere durante la crescita a quale sesso aderire.

E lei, allora, mi scriverà chiedendo un’ordinanza contingibile e urgente per far sì che nelle scuole vengano rimosse, in nome della “libertà di scelta”, quelle odiose targhette sui bagni della scuola con scritto MASCHI e FEMMINE.

Mi scusi signora se io mi fido molto più di DOTTORI, MEDICI o PROFESSORI UNIVERSITARI che mi dicono “LORENZO, SEI UN PERSONAGGIO PUBBLICO E UN’ISTITUZIONE. DIFFONDI PER FAVORE IL MESSAGGIO DI VACCINARE PERCHE’ ARRIVANO IN OSPEDALE BAMBINI CHE MUOIONO O RESTANO GRAVEMENTE DISABILI PERCHE’ I GENITORI NON LI HANNO VACCINATI.”

Mi scusi se io mi fido della scienza e di commissioni mediche che hanno determinato questa scelta perché un branco di idioti, sventolando il vessillo della “libertà di scelta”, ha deciso dopo essersi informata da delle Vanna Marchi della medicina o da Google che il proprio figlio non doveva essere vaccinato. 

[…]

Il testo completo della risposta lo potete trovare sul profilo Facebook personale del sindaco Lorenzo Guzzetti

 

La lettera continua ad essere ripresa e condivisa da diversi profili Facebook, accumulando migliaia di lettori. Non mancano, naturalmente, accanto a molti apprezzamenti, anche le critiche nei confronti del sindaco di Uboldo che, come è nel suo modo di fare, replica spesso in maniera “ruspante”.

EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Milano-Seveso, incubo furti e rapine sui treni: arrestato un tunisino di 22 anni

Sarebbe un 22enne di nazionalità tunisina il responsabile di furti e rapine sui treni della Milano-Seveso-Asso. Nelle ultime settimane sarebbero almeno quattro i casi...
Alessio Allegri

Il basket ricorda Alessio Allegri di Garbagnate, morto a 37 anni in campo

Tutta Italia ricorda Alessio Allegri, la giovane promessa di Garbagnate morto a 37 anni lo scorso dicembre per un malore (clicca qui per l'articolo)....

Bollate, un gregge di pecore invade la Varesina all’alba: la foto è virale

Un gregge di pecore ha invaso la Varesina a Bollate. Sono le 6 di domenica, il paese ancora dorme. Le decine di animali assieme...

Cadono calcinacci da una casa, chiusa via Dell’Acqua a Uboldo

Disagi in via Dell’Acqua a Uboldo, importante strada di collegamento con Gerenzano, chiusa un’ora per il rischio caduta di calcinacci e piastrelle dalla facciata...

Il M5S contro i vitalizi: da Limbiate a Roma per la manifestazione in piazza

"Il lupo perde il pelo ma non il vitalizio". E' presente anche il Movimento 5 Stelle di Limbiate alla manifestazione in piazza Santi Apostoli...

prima pagina notiziario

La nuova edizione
è già disponibile!

Acquistala in edicola,
oppure sfogliala in formato digitale
 

SCEGLI L’ABBONAMENTO !