HomePrima PaginaTelefonate truffa: ecco come riescono a prosciugare il credito

Telefonate truffa: ecco come riescono a prosciugare il credito

E’ possibile che un pirata prosciughi il credito di un telefonino facendo una chiamata al numero di telefono da “derubare”? Sì, ma solo se la vittima casca nel tranello. Da anni circola la leggenda secondo cui, se si risponde a chiamate-truffa, si vede sparire il proprio credito o addebitare sulla bolletta importi elevati, ma se si contatta un operatore telefonico vi spiega che ciò non può accadere, a meno che si accetti esplicitamente l’addebito della chiamata.

In realtà, per essere “derubati” occorre cadere in un semplice tranello: si riceve una chiamata a cui cade subito la linea oppure dalla quale non si sente nessuna voce. A quel punto si prova a richiamare il numero (che appare ovviamente sul display) ed ecco che il “colpo” va a segno.

A Saronno nei giorni scorsi ci sono stati diversi casi di questo genere e qualcuno ha segnalato il fatto anche alla Polizia locale. La quale Polizia proprio di recente in un incontro pubblico ha allertato i cittadini su questo pericolo.

Infatti, ci sono truffatori che agiscono proprio in questo modo: noleggiano una linea estera del tipo “premium”, linee a pagamento che possono arrivare a costare (a chi chiama) fino a 1,50 euro ogni 10 secondi. Da quel numero chiamano le vittime e riattaccano subito, poiché giocano sulla curiosità delle vittime stesse. Infatti, spesso chi vede il numero di una chiamata non risposta sul display (o una telefonata in cui non si sente la voce di chi è dall’altra parte), richiama il numero per capire di chi si tratta, e così effettua, senza saperlo, una telefonata costosissima che, se la protrae troppo a lungo, gli può prosciugare il credito.

La Polizia locale suggerisce, in queste situazioni, di non richiamare mai, ma di inviare un sms in cui si chiede chi sia la persona che ha chiamato. Così, se è una telefonata reale e non una truffa, chi è dall’altra parte risponderà o richiamerà direttamente.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Bollate, a lezione di impresa con il progetto “Cultura in Bolla”

Da febbraio prenderà il via a Bollate "CULTURA IN BOLLA", il progetto finalizzato a favorire l’occupazione, l’inclusione sociale e la creazione d’impresa nei quartieri...
Garbagnate chiesa ex ospedale

Garbagnate, ripulita la chiesa devastata dell’ex ospedale | FOTO

E' stata ripulita la chiesa devastata dell’ex ospedale di Garbagnate. L’ex ospedale di Garbagnate, lo abbiamo scritto più volte, sta purtroppo andando in rovina a...

Paderno, l’omaggio a Gae Aulenti: la biblioteca punta al restyling green. “Così il futuro...

La biblioteca Tilane di Paderno Dugnano punta a un restyling da mezzo milione di euro. La giunta Casati candida il progetto ‘Tilane idee senza confini’...
scuola ultimo giorno

Bollate: arriva un nuovo spazio “gioco e compiti”, l’iniziativa di QR-Lab per il doposcuola

Da martedì 25 gennaio a Bollate prenderà il via la nuova iniziativa di QR-LAB Laboratorio di Rigenerazione urbana di Quartiere destinata ai bambini e...
banditi rapinano hotel

Tre banditi rapinano un hotel e bruciano l’auto a Cormano

Tre banditi rapinano un hotel e bruciano l’auto a Cormano Passano da Cormano le indagini su una clamorosa rapina commessa la sera di sabato scorso...
varedo garage

Varedo, festino notturno in garage con droga, denunciati 3 minorenni

I carabinieri della Compagnia di Desio sono intervenuti a Varedo per bloccare una festa abusiva notturna in un garage condominiale e deferito 3 minorenni,...
delpini lentate

Sant’Antonio, l’arcivescovo Delpini a Lazzate e Lentate sul Seveso per la benedizione degli animali

L’arcivescovo di Milano, mons. Mario Delpini ha fatto tappa questa mattina in quattro aziende agricole, tra Lazzate e Lentate sul Seveso a portare la...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !