Home BOLLATESE Chirurgo italiano premiato in California

Chirurgo italiano premiato in California


Il chirurgo Eugenio Morandi direttore del Dipartimento Chirurgico dell’Asst Rhodense e primario dell’Unità Operativa di Chirurgia ad indirizzo Pancreatico Biliare dell’ospedale di Rho, è stata premiato nel corso del Congresso dell’American Pancreatic Association svoltosi in California, a San Diego, negli Stati Uniti, la scorsa settimana.

Durante questo evento, uno dei più prestigiosi a livello internazionale relativi allo studio della patologia pancreatica, è stato presentato un lavoro clinico che ha destato tanto interesse da ricevere una speciale menzione.
Le considerazioni che emergono prepotentemente dal Congresso sono che malgrado i grandi progressi nella biologia molecolare e dell’oncologia, il trattamento del cancro del pancreas, nelle sue numerose varianti biologiche e diverse espressioni fenotipiche, rimane uno dei “big killer” tra tutte le neoplasie stabilmente al 3° posto tra i tumori maligni in termini di sopravvivenza dopo il tumore al polmone e il melanoma, con una possibilità di sopravvivenza a 5 anni al di sotto del 3% se non opportunamente trattato.

Non è la prima volta che la Chirurgia di Rho dell’ASST Rhodense ottiene un riconoscimento in ambito internazionale: già a Katowice in Polonia nel 2009 era stata premiata nell’ambito di un Congresso sulle innovazioni tecniche in chirurgia epatobiliopancreatica maggiore.

Il riconoscimento attuale rappresenta la conferma di una costante e consolidata qualificazione dell’attività dell’equipe chirurgica che dal 2005 si occupa di questa difficile patologia neoplastica.
Inoltre, va sottolineato come i risultati ottenuti siano il frutto di una costante collaborazione con l’Istituto Mario Negri e siano sostenuti dalla Fondazione per la cura e lo studio della patologia pancreatica, che ha sede operativa proprio nell’ASST Rhodense.

[adrotate banner = “5”]
Il riconoscimento attesta che in questo campo chirurgico non si hanno solo conoscenze disciplinari ma anche sperimentali sia in ambito clinico che nel campo della ricerca scientifica.
La pratica clinica continua in questo campo oncochirurgico particolarmente complesso è un momento di arricchimento e di testimonianza della qualità dell’erogazione della cura a conferma che i risultati futuri sono la conseguenza della storia che si scrive nel presente.

EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Limbiate: sorpresa con droga in tasca, patente ritirata a 36enne di Senago

La Polizia locale di Limbiate, domenica pomeriggio, verso le 16   in via Giotto, fermava per un controllo una donna di 36 anni appena uscita...
Nyv Cormano

Nyv da Cormano accede alla fase finale di Amici con Maria De Filippi

E’ di Cormano Nyv (Mirella Nyvinne Pinternagel) la prima concorrente che ha avuto accesso alla fase finale di “Amici”. Nyv ha 22 anni, è nata...

Senago, 5 auto incendiate da ottobre: “Nessuno rimarrà impunito”

Cinque auto incendiate a Senago dallo scorso ottobre ad oggi, la sindaca Magda Beretta fa il punto delle indagini dopo l'ultimo caos tra sabato...

Baranzate, medaglia a Locatelli nel giorno della Memoria: fu internato in un lager naziasta

C'è anche Baranzate tra i premiati che hanno ricevuto la medaglia d'onore concessa dal presidente della Repubblica, agli italiani deportati e internati nei lager...
traffico

Smog e Pm10, scattano nuovi limiti alle auto. Domenica blocco totale a Milano

Scattano di nuovo le limitazioni temporanee alla circolazione di primo livello a causa dell'inquinamento. E il Comune di Milano annuncia il blocco totale alle...

prima pagina Notiziario

La nuova edizione
è già disponibile!

Acquistala in edicola,
oppure sfogliala in formato digitale
 

SCEGLI L’ABBONAMENTO !