HomeBRIANZARimproverati per il sorpasso, ex pugili aggrediscono madre e figlio

Rimproverati per il sorpasso, ex pugili aggrediscono madre e figlio

Polizia

Rimproverati per il sorpasso azzardato, due ex pugili, hanno bloccato l’auto con donna e figlio a bordo, aggredendo entrambi e poi dandosi alla fuga. Li ha identificati e denunciati la Polizia di Stato nel giro di 24 ore.

L’episodio increscioso è accaduto a Briosco (MB) sulla SS36, in direzione Sud.
Da qui ha chiamato la centrale operativa della Polizia di Stato una donna avvisando che lei ed il suo figlio, minore, erano stati aggrediti fisicamente, subendo il danneggiamento dell’autovettura su cui viaggiavano, a seguito di un
diverbio.

Immediatamente gli operatori del distaccamento di Seregno della Polizia Stradale si sono portati sul luogo
dell’evento : dopo aver identificato la persona offesa e sentiti i testimoni dell’accaduto, hanno appreso che
la stessa, mentre era alla guida della propria autovettura, era stata sorpassata a destra ed in modo azzardato
da un’autovettura VW Golf di colore grigio.

La signora, spaventata dalla manovra, d’istinto aveva suonato il clacson e “fatto i fari”.

Da qui il diverbio per il quale il conducente antagonista arrestava la marcia e bloccava il veicolo in corsia di sorpasso. Dalla ricostruzione dei fatti è emerso che, a quel punto, i due occupanti della Golf si erano diretti verso la
vettura bloccata e, uno dei due, con fare minaccioso, aveva infanto il finestrino con un pugno, colpendo al
volto il figlio diciasettenne.

Come se non bastasse, l’altro occupante aveva schiaffeggiato la conducente, una
donna di 42 anni, per poi dileguarsi con il complice.

Sulla base delle indicazioni fornite dalle vittime, gli agenti della Stradale hanno effettuato i primi
riscontri che, nella stessa serata, avevano portato all’individuazione del veicolo VW Golf, intestato ad un
cittadino incensurato, residente nel milanese.

Il soggetto, a cui il veicolo era fittiziamente intestato, veniva subito sentito dai poliziotti, ma lo stesso
si mostrava poco collaborativo nel fornire informazioni utili. A seguito delle ulteriori indagini realizzate,
venivano individuate le correlazioni tra il fittizio proprietario dell’autovettura ed il reale utilizzatore,
identificato come D.M., di anni 40, pluripregiudicato, ex pugile, anch’egli residente a Milano.

Nonostante l’iniziale negazione della propria responsabilità, in tarda nottata l’uomo ammetteva di aver
aggredito la vittima, senza rivelare il nome del correo.

L’uomo è stato deferito all’autorità giudiziaria per
i reati di violenza privata, lesioni personali plurime e danneggiamento aggravato, attesi i danni provocati
alla vettura delle vittime e le lesioni riportate dalle persone offese.

Nelle successive 24 ore i poliziotti della Stradale hanno identificato anche il complice: trattasi di D.P. C.,
di anni 41, pregiudicato, anch’egli ex pugile, residente a Milano.

I due soggetti dovranno ora rispondere di violenza privata, lesioni personali plurime – la donna è stata
dimessa con 5 giorni di prognosi ed il figlio con 7 giorni – danneggiamento aggravato e favoreggiamento
personale


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

cusano investita strisce

Cusano, anziana investita sulle strisce in centro

Una donna anziana è stata investita da un’auto questa mattina a Cusano Mlanino mentre attraversava sulle strisce pedonali il centralissimo viale Matteotti. La donna di...
qualità vita

La qualità della vita dopo il Covid

Il Covid ha portato nell’ultimo anno grossi cambiamenti nelle nostre vite, ma non è detto che siano tutti negativi. Molti di voi avranno letto...
Garbagnate area cani virus

Garbagnate, area cani chiusa per un allarme virus (ma non è il Covid)

Area cani chiusa per un allarme virus a Garbagnate. La comunicazione alla Polizia locale di Garbagnate è giunta da Ats nei giorni scorsi, la quale...
Baranzate ospedale Sacco donne

Baranzate, l’ospedale Sacco è la “casa sicura” delle donne

L’ospedale Sacco è una “casa sicura” per tutte le donne. L’ospedale Sacco, posto proprio al confine tra Baranzate e Milano, è stato senza dubbio in...
limbiate auto villoresi

Limbiate, auto con mamma e figli nel Villoresi, vite distrutte, nessun risarcimento

Auto con madre e figli nel Villoresi, nessun risarcimento per la tragedia che ha distrutto la vita di una famiglia di Limbiate. In tanti...

Saronno, “Perchè non posso toccare mio padre?”. Il direttore della Focris: “Applicato il...

"Il tempo finisce". Non è eterno e non va sprecato, specie nell'assistenza ai propri cari. Ne è consapevole Alessandra D'Ercole, mediatrice familiare: il papà,...

Principio di incendio in una villetta a Lazzate: intervento dei Vigili del fuoco

Ieri, martedì 22 giugno, intorno alle 13.30, i Vigili del fuoco sono intervenuti a Lazzate, in via Silvio Pellico 16, per un principio di...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !