Home BUONO A SAPERSI Le ciclabili più belle d'Europa? Saranno qui

Le ciclabili più belle d’Europa? Saranno qui

L’Italia diventerà la patria d’elezione per gli amanti della bicicletta?

Per quanto sembri impossibile, pare proprio di si.
Certamente nelle grandi città, ma non solo, l’attenzione alle piste ciclabili non è delle migliori, soprattutto se paragonata a quella che viene prestata in molti paesi del nord Europa. E, se molte amministrazioni locali sono un po’ latitanti da questo punto di vista, lo stesso si può dire anche per i cittadini, ancora poco abituati a spostarsi in bicicletta, soprattutto in città. Ma gli amanti della bici sono comunque sempre più in crescita: parliamo dei cicloturisti ovviamente. E il Bel Paese offre inoltre paesaggi e scenari meravigliosi per i cicloturisti, che potranno contare a breve su due splendide strutture, che faranno invidia a tutta l’Europa.

Pare proprio che la pista ciclabile più spettacolare d’Europa sarà infatti in Italia, e per la precisione lungo le sponde del Lago di Garda, snodata su un itinerario di 140 chilometri e integrata con altri importanti percorsi ciclabili. In questa zona esistono già molti percorsi ciclabili: la novità sarà il tratto il nuovo tratto, ancora in costruzione, che si dipanerà per quasi 2 chilometri, con passaggi mozzafiato a sbalzo sul Lago di Garda e una vera e propria passerella a picco sul lago. La ciclabile sarà larga 2,5 metri e sarà anche pedonale. Sarà, speriamo, pronta a maggio 2018, in concomitanza con l’inizio della stagione turistica.

Il Lago di Garda è notoriamente uno dei paradisi per i cicloturisti e i turisti europei, tedeschi, austriaci per primi.
Erano anni che si parlava della realizzazione di una pista ciclabile che percorresse l’intero periplo del Lago di Garda, unendo la sponda trentina a quella veronese e bresciana in un unico itinerario di 140 km dedicato al cicloturismo.
Oltre al panorama mozzafiato, la nuova pista ciclo-pedonale sarà anche davvero suggestiva, perché la pavimentazione sarà realizzata con un materiale simile al legno, ma resistente alle intemperie, e le travi d’acciaio che la sostengono saranno ancorate direttamente alle rocce a strapiombo, al parapetto o sull’acqua.

La pista ciclabile ‘Garda by Bike‘ sarà collegata con la ciclovia del Sole e la ciclovia Vento (la dorsale cicloturistica del Po). Una volta terminata offrirà una rete di lunga percorrenza a scala nazionale lunga oltre mille chilometri. Il nuovo tratto della pista ciclabile prevede parti a sbalzo ricavate all’esterno delle vecchie gallerie dismesse della Gardesana. L’intero tracciato dovrebbe essere completato entro il 2021.
Ma non è tutto: anche il Centro Italia, tra qualche anno, avrà la propria ciclabile d’eccellenza: si tratta della “Bike to Coast”, la pista ciclabile che dovrebbe percorrere l’intera costa dell’Abruzzo, e che potrebbe essere la ciclovia più lunga d’Europa.
Una porzione della pista esiste già dal 2013, ma manca ancora più della metà, che dovrebbe essere ultimata tra la fine del 2019 e l’inizio del 2020, come ha spiegato Roberto Iezzi dell’Ufficio politiche turistiche della regione Abruzzo.
I tratti già oggi percorribili sono quelli tra Alba Adriatica e Roseto degli Abruzzi, quello di Ortona, che poi si collegherà con la Via Verde, ed è quasi ultimato il tratto nella provincia di Pescara.
A lavori ultimati si avrebbero ben 321 km di ciclabili distese su due regioni, da collegare poi con quelle già esistenti dell’Emilia Romagna, Veneto, Friuli Venezia Giulia, verso Nord, e di Molise e Puglia verso Sud.
Insomma, potremmo fare invidia a Danimarca, Olanda, Germania e Austria, che da sempre detengono il primato per estensione, bellezza e cura delle piste ciclabili.

 



SPAZIO DISPONIBILE

EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

saronno scuola infanzia marzorati

Saronno, dopo la primaria, la scuola d’infanzia, ladri nella notte alla Don Marzorati

Scuole materne come le elementari: dopo i colpi in rapida successione delle settimane scorse, ieri sera, intorno alle 22, i ladri si sono introdotti...

Coprifuoco a Natale e Capodanno, “pranzi e cene con conviventi”: le ipotesi del nuovo...

Coprifuoco dalle 22 alle 6, ma soprattutto "pranzi e cene con conviventi", come riporta il Corriere. Sono queste alcune delle ipotesi del nuovo Dpcm...

Covid, in arrivo a Caronno un punto tamponi con tariffe agevolate

Il consiglio comunale di Caronno Pertusella ha approvato ieri sera, in modalità a distanza, l’istituzione di un punto tamponi Covid “drive through”. Sarà aperto...

Cesate, ripartono i lavori di riqualificazione del Villaggio Ina

Sono ripartiti questa settimana i lavori di riqualificazione del Villaggio Ina a Cesate. Nonostante le difficoltà causate dalla seconda ondata di covid, i cantieri...
Milano-Meda cantiere

Milano-Meda: lo sfalcio del verde provoca code e rallentamenti da Lentate fino a Paderno

Forti disagi alla circolazione sono segnalati anche oggi sulla Milano-Meda a causa dei lavori in corso per la manutenzione del verde. La Provincia di Monza...

Meteo: neve in arrivo a quote basse, fiocchi bianchi possibili anche tra Milano, Monza...

Questione di ore e  la neve potrebbe fare la sua comparsa dalle nostre parti. Le previsioni  meteo concordano nell'indicare tra stasera e domani le...

“Amazon non è il padrone di Uboldo”: arrivano i dischi orario anti-corrieri

“Amazon non è padrona del nostro paese”, tuona il capo dei vigili di Uboldo, Alfredo Pontiggia, annunciando un provvedimento che si potrebbe battezzare anti-Amazon:...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !