Home CRONACA - Telefonate truffa agli anziani per estorcere denaro, 5 in manette -...

Telefonate truffa agli anziani per estorcere denaro, 5 in manette – VIDEO

carabinieri truffe al telefono“Suo nipote è nei guai, servono urgentemente soldi per pagare l’avvocato, vanno bene anche oro e gioielli”. Con telefonate come queste sono tanti gli anziani raggirati da una banda specializzata, sgominata questa mattina dai carabinieri di Milano.

Sono stati arrestati in tra Milano, Napoli, Parma e la Spagna i componenti di una banda di truffatori, che raggirava anziani con la tecnica della telefonata per simulare un incidente o una sanzione nei confronti del nipote.

I carabinieri hanno dato esecuzione a un’ordinanza applicativa di misure cautelari personali, emessa dal Gip del Tribunale di Milano nei confronti di 5 italiani, originari del napoletano, ritenuti responsabili di truffa aggravata.

La misura giunge a coronamento dell’attività condotta dai militari del Nucleo Investigativo di Milano sulla scorta degli elementi raccolti nell’ambito dell’analisi di numerosi episodi di truffa agli anziani consumati nel capoluogo, nel corso dei quali sono stati portati via contanti e preziosi per un valore stimato di oltre 200mila euro.
Gli accertamenti condotti hanno permesso di individuare i membri del gruppo quali autori di almeno 27 episodi, consumati tra il novembre 2016 e il febbraio 2017, ai danni di 24 donne e 4 uomini dai 65 ai 95 anni d’età, ai quali sono stati portati via contanti e preziosi per un valore stimato di oltre 200mila euro.

Le truffe, consumate in diverse zone del capoluogo, sono state tutte messe a segno con il medesimo modus operandi che prevedeva un contatto telefonico con le vittime, nel corso del quale dapprima un falso avvocato e in alcuni casi anche un sedicente maresciallo dei Carabinieri comunicava la necessità di consegnare denaro e gioielli ad un emissario al fine di poter procedere al rilascio di un familiare trattenuto presso una caserma dei Carabinieri in quanto responsabile di un sinistro stradale.

Gli uomini dell’Arma sono giunti all’identificazione dei truffatori incrociando i dati acquisti dalle denunce sporte delle vittime – dalle quali è emerso come i cognomi utilizzati dai sedicenti avvocati e i nomi degli addetti alla riscossione fossero sempre gli stessi – con le risultanze delle attività tecniche poste in essere sulle utenze, anche straniere, impiegate per contattare gli anziani. A confermare le identità dei riscossori sono stati anche i filmati di alcune telecamere di sorveglianza, nonché la localizzazione delle utenze mobili nelle zone e in orari compatibili con la consumazione delle truffe.

In particolare è emerso come il telefonista, dalla Spagna, reperisse sul web, attraverso le rubriche telefoniche online, utenze fisse di anziani che risiedevano nelle strade in cui, di volta in volta, decidevano di recarsi a “lavorare” i complici.

Le truffe sono state tutte messe a segno utilizzando le tecnica della telefonata del finto avvocato e del finto carabiniere, che prospettavano alle vittime il coinvolgimento di un prossimo congiunto in un incidente stradale.

E’ stata inoltre riscontrato il pendolarismo dei malfattori che, generalmente, durante i fine settimana rientravano presso le proprie abitazioni nel napoletano dove provvedevano a rivendere l’oro, per poi ripartire il lunedì mattina verso il nord Italia.

ECCO IL VIDEO


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Attentato a Nizza, il racconto di un lavoratore di Caronno: “Barricato in studio a...

Mentre avveniva l’attentato terroristico a Nizza, questa mattina, a pochi passi dalla chiesa di Notre Dame si trovava anche Paolo Arnaboldi, di Caronno Pertusella:...

Droga, fra Garbagnate e Caronno spunta un capanno dello spaccio

Trovato nei boschi della frazione Bariola di Caronno Pertusella, in via Vivaldi al confine con Garbagnate, un accampamento dei pusher: una tenda dove spacciano...

Ladri scatenati nei cantieri di Uboldo e Origgio: rubano attrezzi usando l’autogrù

Si stanno moltiplicando i furti commessi ai danni dei cantieri edili. Al punto che si è diffusa la voce e molti responsabili mettono gli...
rissa covid

Maxi rissa al parco con catene e tirapugni, c’è anche un minorenne positivo al...

Nella giornata di ieri, alle ore 19,30 circa, a Sesto San Giovanni, i carabinieri della Compagnia di Sesto sono intervenuti nei pressi dei giardini...

Omicidio in ospedale a Garbagnate, dose letale allo zio: arrestato infermiere di Paderno

Avrebbe aumentato la dose di sedativi allo zio malato terminale presso l'ospedale di Garbagnate Milanese. Con questa accusa un infermiere di Paderno Dugnano è...
Limbiate tamponi code

Tamponi in auto a Limbiate e Monza, da domani prenotazione per evitare code

Da domani, giovedì 29 ottobre sarà attiva una pagina web  per la registrazione e l’accodamento degli utenti, in modo ordinato e controllato, per l’accesso...
ambulanza intossicati

Lite tra colleghi in ditta, ambulanze e carabinieri a Novate Milanese

Ambulanze, carabinieri e auto medica a Novate Milanese per una lite tra lavoratori in una ditta. L’allarme è scattato poco prima delle 13,30 con una...
PRIMA PAGINA NOTIZIARIO
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !