Home BUONO A SAPERSI Tumore della prostata: all'Humanitas l’ultimo modello di chirurgia robotica, ...

Tumore della prostata: all’Humanitas l’ultimo modello di chirurgia robotica, primo in Lombardia

L’Urologia di Humanitas Mater Domini di Castellanza può contare su un nuovo strumento che supporta il chirurgo nel trattamento del tumore alla prostata, anche per l’esecuzione di interventi sempre più complessi: “Da Vinci X”, il primo robot chirurgico di questo modello installato in Lombardia, il secondo in Italia.

Negli ultimi anni sono stati compiuti importanti passi avanti nel trattamento del tumore alla prostata: la chirurgia robotica e, in particolare, il robot da Vinci, rappresentano la piattaforma più evoluta per la chirurgia mininvasiva presente ad oggi sul mercato.
Il tumore della prostata, infatti, è tuttora uno dei più comuni tra gli uomini.
Il rischio di incorre in questa patologia è spesso correlato all’età: le possibilità di ammalarsi sono minime prima dei 40 anni, aumentano sensibilmente dopo i 50, mentre quasi due tumori su tre vengono diagnosticati in persone con oltre 65 anni.
L’aiuto del robot non sostituisce la professionalità del chirurgo, ma lo aiuta migliorando la qualità dell’atto chirurgico. Questa chirurgia robotica, mini-invasiva e precisa, offre molti vantaggi: piccole incisioni con migliori risultati estetici, minore necessità di trasfusioni, minor dolore post-operatorio, riduzione tempi di degenza che in molti casi vengono addirittura dimezzati e ripresa più rapida della normale attività.

L’Urologia di Humanitas Mater Domini si è recentemente dotata di “da Vinci X”, il primo sistema di questo modello installato in Lombardia, il secondo in Italia.
“Da Vinci X conferisce all’atto chirurgico una precisione non confrontabile con altre tecniche. Permette di operare con precisione assoluta nel taglio, fornendo un campo visivo ingrandito di 10 volte rispetto al precedente sistema. È importante sottolineare che si possono così superare i limiti legati alla difficoltà di trattare con la chirurgia mininvasiva laparoscopica quelle patologie in sedi anatomiche difficili da raggiungere. Il dottor Gianluigi Taverna, responsabile dell’Urologia di Humanitas Mater Domini, esperto di chirurgia robotica, ha già eseguito oltre 3.000 interventi con il Robot Da Vinci.

Con il Robot “da Vinci”, l’equipe di Urologia di Humanitas Mater Domini esegue interventi di complessità crescente.
La chirurgia urologica robotica, inoltre, consente il trattamento di tumori al rene, di patologie ostruttive o malformative dell’uretere ed il trattamento, in casi selezionati, di patologie pelviche.
“Nei prossimi mesi, la chirurgia robotica sarà utilizzata anche nel trattamento delle patologie del colon-retto. Un approccio all’avanguardia per malattie che hanno un crescente impatto sociale. Sino ad ora oltre alla chirurgia tradizionale si eseguiva presso il nostro Istituto la chirurgia laparoscopica.

Ora, con il Robot “Da Vinci”, l’equipe eseguirà le resezioni colon rettali anche con approccio robotico sia per il trattamento delle patologie maligne che per le patologie benigne”, conclude il dottor Walter Zuliani, responsabile dell’Unità Operativa di Chirurgia dell’Istituto.



Caro lettore, dall’inizio dell’emergenza Covid-19 abbiamo subito un pesante crollo delle entrate pubblicitarie, che rappresentano da sempre un’importante entrata per sostenere il lavoro della redazione del Notiziario che realizza questo sito e il settimanale del venerdì in formato cartaceo o sfogliabile digitale.
Per garantire un’informazione quanto più possibile puntuale e autorevole dal nostro territorio, sono al lavoro giornalisti, liberi professionisti, che vedono fortemente minacciati i loro compensi dall’improvvisa diminuzione dei ricavi pubblicitari. Se apprezzi il nostro lavoro, ti chiediamo, se ti è possibile, di contribuire acquistando l’edizione sfogliabile del nostro settimanale (CLICCA QUI) oppure con una piccola donazione, seguendo i pulsanti qui sotto.
Bastano pochi clic, in totale sicurezza, con carta di credito o Paypal. Grazie.

EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Paderno, 30enne trovato morto vicino alla Milano-Meda: sospetta overdose

È un ragazzo albanese di 30 anni residente a Seveso il morto trovato nel pomeriggio a Paderno Dugnano. Il corpo è stato trovato all’interno...

Caronno, arriva la ciclabile che collegherà Saronno a Lainate: espropri in vista

Adottata la variante urbanistica per realizzare tre tratti di pista ciclabile lungo l’area sud a opera del Parco del Lura, con l’obiettivo di completare...
arresto

Saronno, 4 rapine ai negozi in bicicletta: arrestato un 26enne

Oggi, i carabinieri della stazione di Saronno hanno arrestato e portato in carcere un  26enne di Saronno, ritenuto l’autore di quattro rapine a mano...
coronavirus pericolo estero

Coronavirus: ora il pericolo arriva dall’estero

Per fare il punto sulla situazione della pandemia da Coronavirus dalle nostre parti, abbiamo incontrato il dottor Giuseppe Giuliani, specializzato in microbiologia e virologia.  Dal...
pugni coltellata Milanovideo

Pugni e coltellata al rivale in amore, tre arresti a Milano | VIDEO

https://youtu.be/MPUOJj3f2WY Questa mattina, a Milano, la Polizia di Stato ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di P.F. 19enne e D.A. 23enne,...

Caronno, stop al traffico da Garbagnate in paese: corso della Vittoria a senso unico

  Confermato il senso unico che rivoluzionerà la viabilità di Caronno Pertusella: il corso della Vittoria sarà percorribile in direzione sud da Saronno verso Garbagnate...
vacanze italia

Le vacanze? Chi può farle, stia in Italia

Lo scorso fine settimana ho rimesso piede fuori dall’Italia, dopo quasi un anno. 2.500 chilometri in auto in un weekend tra andata e ritorno,...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !