Home BRIANZA Auto sospetta seguita da giorni, tre rumeni arrestati dopo l'ennesimo colpo

Auto sospetta seguita da giorni, tre rumeni arrestati dopo l’ennesimo colpo

carabinieri cesano madernoBeccati subito dopo l’ennesimo colpo, grazie all’occhio attento dei carabinieri di Cesano Maderno ai quali non era sfuggita la presenza in città di un’auto particolare con soggetti poco raccomandabili.
L’altra notte, i carabinieri hanno individuato e fermato gli autori di spaccate a negozi di telefonia che colpivano in tra la Lombardia ed il Piemonte, di rientro dall’ultimo “colpo” messo a segno, durante il passaggio della refurtiva al ricettatore.
Gli uomini dell’Arma di Cesano Maderno avevano notato da alcuni giorni una potente autovettura Audi con targa straniera che circolava per la cittadina brianzola da almeno una settimana. Insospettiti dalla circostanza hanno acquisito ulteriori elementi sugli utilizzatori, che sono risultati dei cittadini rumeni, pregiudicati, ma con nessuna pendenza attuale.

I carabinieri di Cesano hanno deciso di proseguire i controlli, anche di notte nei pressi dell’abitazione cesanese in cui dimoravano i due soggetti.
Nella notte tra il 26 e il 27 marzo, una nota di ricerca ben dettagliata e circostanziata è stata diramata dalla Centrale Operativa dei Carabinieri di Novara: un colpo era stato messo a segno a Bellinzago Novarese (NO) ove ignoti, dopo aver infranto le vetrate di una delle porte d’ingresso e di un negozio di telefonia, si introducevano all’interno asportando telefoni cellulari, tablet e vari accessori.
La nota diramata a tutte le Centrali ha consentito ai militari cesanesi di riconoscere i soggetti attenzionati e, intuito che i malviventi fossero diretti in Brianza hanno presidiato tutti i possibili punti di passaggio. Una volta individuata l’autovettura sospetta, i carabinieri l’hanno monitorata, hanno atteso che si fermasse in un’area industriale di Monza dove gli uomoni dell’Arma hanno potuto assistere anche alla cessione della refurtiva al ricettatore, un volto conosciuto ai militari, pluripregiudicato di origini romene del 76, residente in quel complesso di Monza e più volte controllato. L’uomo è stato immediatamente tratto in arresto insieme ai due saccheggiatori.

La perquisizione al domicilio di questi ultimi, un 32enne ed un 34enne, sempre di origini rumene e gravati da numerosissimi precedenti specifici, ha permesso di rinvenire ulteriore refurtiva, verosimilmente riconducibile ad un altro furto, commesso sempre ad un centro commerciale di Novara il 24 marzo. I due risultano residenti uno a Busto Arsizio e l’altro a Cinisello Balsamo, e non avevano dichiarato il domicilio cesanese (per cui sono in corso accertamenti sulle modalità di affitto).

Sono stati sottoposti a fermo di Pg, convalidato in data odierna.
I Carabinieri hanno rinvenuto oltre 50 telefoni cellulari, anche di recentissimi modelli, tutti restituiti ai legittimi proprietari, così come la vettura utilizzata dai malviventi, sulla quale è risultata applicata una targa falsa, e che era stata rubata a Milano il 17 marzo scorso.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

cocaina mascherina monopattino

Cocaina nella mascherina e fuga in monopattino, spacciatore arrestato a Milano

La Polizia di Stato ha arrestato l’altra notte a Milano un uomo per detenzione e spaccio di droga: aveva la cocaina nascosta nella mascherina...
metropolitana coltello

Vuol salire in metropolitana senza mascherina e tira fuori un coltello, 71enne arrestato

La Polizia è intervenuta ieri mattina alla fermata della metropolitana di Lambrate dove un 71enne senza mascherina pretendeva di salire a bordo di uno...

Gianni Rodari insegnò a Uboldo: conservato qui uno dei suoi quaderni

Nel centesimo anno dalla nascita di Gianni Rodari, celebrato ieri, si riscopre il forte legame di Uboldo col famoso scrittore di libri per bambini. Un...
donna computer mail

Brugherio, quasi 2 anni di mail oscene ad una coppia e ai loro amici,...

Due anni di insulti a sfondo sessuale inviati a una coppia di coniugi e a loro colleghi e conoscenti: i carabinieri di Brugherio sono...

Covid, l’appello del sindaco di Cislago ai ragazzi: “Aiutateci, rinunciate a divertimento e socialità”

In questo periodo d’impennata dei contagi da Covid-19, il sindaco di Cislago Gianluigi Cartabia si appella ai giovani: “Aiutateci. i vostri bis bisnonni avevano...
PRIMA PAGINA NOTIZIARIO

Covid, numeri impressionanti, mentre mancano vaccini e medici; a Saronno caso di Tbc a...

Apertura inevitabilmente dedicata all’emergenza sanitaria anche questa settimana per il notiziario: la situazione è critica anche perché non ci sono ancora i vaccini antinfluenzali...

Dopo Saronno ci prova Caronno: in arrivo raffica di “Zone 30”

Dopo la sperimentazione non proprio felice di Saronno, dove il limite di 30 all’ora aveva creato una valanga di contestazioni, ci prova Caronno Pertusella:...
PRIMA PAGINA NOTIZIARIO
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !