HomeBUONO A SAPERSISolo un'ora all'aria aperta e sempre connessi. Abbiamo bisogno di "tagliarci...

Solo un’ora all’aria aperta e sempre connessi. Abbiamo bisogno di “tagliarci fuori”?

Sempre connessi, sempre e ovunque. Con la campagna WoooHooo, birra Corona lancia l’appello alle aziende per incentivare i propri dipendenti a staccare la spina e spegnere la tecnologia, per riconnettersi con gli altri fuori dall’ufficio. E Microsoft e Discovery sono state le prime ad aderire.
Sembra proprio che in Italia le persone si sentano in colpa anche quando prendono ferie o permessi di lavoro.

I dati emersi dalla ricerca OnePoll commissionata a marzo 2018 a livello internazionale da Corona su un campione statistico di 15 mila impiegati in lavori d’ufficio (50% uomini e 50% donne) in 11 paesi, a cui hanno risposto in Italia hanno risposto 2 mila persone, è emerso che gli intervistati trascorrono oltre il 95% delle loro vite al chiuso e passano solo un’ora al giorno all’aperto.
La reperibilità costante è motivo di preoccupazione per oltre il 73% degli intervistati che dichiara che colleghi e superiori si aspettano da loro la reperibilità anche durante i periodi di permessi e ferie.

Un malessere tanto sofferto che il 41% degli italiani non inserisce nemmeno il messaggio di Out Of Office nella propria casella email. Sono addirittura 3 su 4 le persone che controllano la posta anche fuori dall’orario lavorativo e, anche se in ferie, il 30% di loro controlla la casella anche più volte al giorno.
“Non è un caso che in Francia si è dovuti addirittura ricorrere ad una legge per garantire il “diritto al distacco” ad al giusto riposo del dipendente dagli impegni lavorativi per favorire così il ripristino della sfera personale e familiare. – commenta Massimo Rosa, head hunter cuneese – In Italia pare non sussistere invece un vero e proprio divieto in tal senso e si potrebbe desumere che sia possibile per il datore di lavoro pretendere dai propri dipendenti una reperibilità prolungata e continua della disponibilità che si trasforma in obbligo di risposta ad eventuali email, telefonate e messaggi WhatsApp”.
“Apprendere che la metà degli Italiani si senta in colpa per aver giustamente consumato il periodo di ferie, o continui a controllare e rispondere alle email di lavoro più volte al giorno anche durante tale periodo è ancor più stupefacente dello scoprire che addirittura il 95% di essi trascorra solamente un’ora al giorno all’aperto – continua Rosa – Al netto di quelle attività che per la fisicità che richiedono hanno per forza un tempo di riposo e distacco per il recupero delle prestazioni, oggi paradossalmente la necessità del distacco è prevalentemente psicologica. La tecnologia in particolare ha trasformato il piacere della socialità in una falsa necessità o obbligo ad essere sempre connessi, sul lavoro come nelle relazioni personali contribuendo allo sviluppo di sintomatologie e malesseri che gravano negativamente sui livelli della performance professionale e sulla vita di ognuno di noi.

Riposo, riposo, riposo sembra essere il rimedio più immediato, ma anche il tempo trascorso con gli amici, le risate in compagnia e soprattutto l’abbandonare (fisicamente) i dispositivi tecnologici in un cassetto per determinati periodi, sembrano essere semplici soluzioni per il ripristino veloce del proprio livello di attività fisica e psicologica”.
Come dimostrano i dati, il bisogno di disconnessione è fortemente sentito. In questo contesto, Corona lancia la campagna internazionale WooHoo, facendo appello alle aziende per incoraggiarle a dare tempo libero ai propri dipendenti, per staccare dalla routine quotidiana, passare tempo fuori e godersi più spesso un aperitivo al tramonto insieme ad amici e colleghi.
La campagna è declinata in tre grandi attività: un generatore automatico di Out of Office dal tono ironico ed irriverente, il primo evento di welfare aziendale, unico nel suo genere, il 3 maggio a Milano, in piazza Gae Aulenti e una campagna di affissioni a Milano, Torino, Roma e Napoli.

Tra gli elementi della campagna WooHoo, ideati per sostenere il bisogno di staccare la spina e godersi la vita all’aria aperta, Corona ha ideato un originale generatore automatico di messaggi Out of Office, disponibile dal 26 aprile su www.wooohooo.com. Il generatore ha lo scopo eliminare lo stigma e il senso di colpa che subentra quando si prende tempo libero dal lavoro, e permette di ideare messaggi di Out Of Office divertenti e irriverenti che celebrano la libertà di essersi presi tempo libero.

Basta scusarsi per non essere reperibili e al lavoro! Collegandosi al sito www.wooohooo.com è possibile personalizzare il proprio messaggio Out Of Office inserendo le date in cui si sarà off, il luogo, il messaggio e la frase. Il generatore produce un’immagine pronta per essere condivisa sul proprio Pc, online o sui social, con lo scopo di informare dell’assenza dal lavoro ma anche e soprattutto far capire ai destinatari che si dovrebbe cambiare mindset e spendere più tempo all’aria aperta.
All’appello di Corona hanno risposto con entusiasmo Microsoft e Discovery. Le tre aziende hanno preso l’impegno di regalare un’ora libera pagata ai propri dipendenti, da trascorrere insieme, partecipando ad un evento-aperitivo di welfare unico nel suo genere, l’Office Break, che si svolgerà in Piazza Gae Aulenti a Milano il 3 maggio 2018. Dalle 17 all 21, sarà il momento di spegnere i computer e dimenticarsi delle email per godersi un aperitivo al tramonto, offerto da Corona.

Un momento di relax, grazie alla possibilità di farsi fare dei massaggi e di ritrovare equilibrio grazie allo Yoga Break a cura di Casa Yoga. Ma non solo. L’evento avrà una colonna sonora d’eccezione con la performance live di un artista indie ed il djset delle PsyChic Club. Una vera esperienza di disconnessione.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Regione Lombardia

I Sindaci del Rhodense scrivono a Regione Lombardia e ATS per chiedere più centri...

Lettera aperta dei Sindaci del Rhodense a Regione Lombardia e ATS. Son ben 13 i sindaci che hanno firmato una lettera indirizzata alla Vicepresidente...
virus svezia

Covid, il disastro svedese

Molti di voi probabilmente ricordano che in Europa c’è un Paese, la Svezia, che si è rifiutato di adottare stringenti misure anti Covid. Adesso,...

Paderno Dugnano, sul viale Bagatti, i Vigili del Fuoco di Desio provano le tecniche...

      Questa mattina, mercoledì 14 aprile, i vigili del fuoco di Desio, hanno scelto il Viale Bagatti per un'esercitazione sulle manovre SAF (Speleo-Alpino-Fluviale).  I pompieri,...
Novate lite spara panico

Bregnano, percepivano senza diritto il reddito di cittadinanza: nove rumeni denunciati

Altri nove cittadini rumeni residenti a Bregnano sono stati denunciati in stato di libertà poiché ritenuti responsabili delle violazioni in materia di Disposizioni per...
cesate sgombero ditta furto

Rovellasca, raid pomeridiano contro il barbiere, negozio distrutto e due feriti

Non era da solo l'uomo che ieri pomeriggio si è presentato davanti ad un negozio di parrucchiere in centro per danneggiarlo pesantemente a colpi...

Milano, camion si ribalta in mezzo ad una rotonda: Vigili del Fuoco con la...

Nella serata di ieri, martedì 13 aprile, intorno alle 22, un camion si è ribaltato sulla rotonda di via per Cusago a Milano, dopo...
volpe cogliate

Cogliate, a tu per tu con la volpe nel parco comunale | VIDEO

Una volpe che cammina tranquilla nel parco comunale di Cogliate quasi deserto in questi giorni di restrizioni. Poi si accorge della presenza di un...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !