HomeBUONO A SAPERSIPuglia: nasce il primo "spazio porto" d'Italia

Puglia: nasce il primo “spazio porto” d’Italia

Un viaggio nello spazio sarà sempre più vicino e “accessibile”, a quasi tutti, ma soprattutto anche in Italia. Basteranno 200 mila euro per godere del panorama forse più emozionante: guardare il nostro pianeta dallo spazio.
Le nuove frontiere del turismo aerospaziale passano infatti… dalla Puglia e i primi voli “Puglia – Spazio” sono previsti già a partire dal 2020.

Anche l’Italia avrà dunque la sua personale rampa di lancio verso lo spazio.

La base da dove “salperanno” i vascelli turistici, oltre i confini dell’atmosfera terrestre, verrà situata in un ampio perimetro situato tra Taranto e Grottaglie, lì dove oggi si trova l’aeroporto “Marcello Arlotta“.
Niente scena da film però: non saranno infatti costruite basi simili a quelle, famosissime, di Cape Canaveral, da dove sono partite alcune delle più importanti missioni spaziali della storia.
In Puglia non ci sarà una rampa a decollo verticale, ma i velivoli partiranno come “semplici” aeroplani. La pista già esistente verrà solo parzialmente modificata, per permettere agli speciali velivoli, realizzati dalla Virgin, un decollo sicuro.
In più hangar e altri edifici dell’aeroporto subiranno le modifiche necessarie per ospitare gli avveniristici velivoli che già solcano i cieli degli Stati Uniti per oltrepassare i confini terrestri.
Le nuove frontiere del turismo aerospaziale passano dalla Puglia e l’ottimismo di chi già vede frotte di turisti spaziali riversarsi nella zona scelta per le partenze stellari è tangibile.
Dunque dopo un lungo lavoro d’analisi effettuato dall’Enac, L’Ente Nazionale Aviazione Civile, per individuare gli spazi adatti da dove far decollare i nuovi velivoli proiettati verso le stelle, il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti ha finalmente ufficializzato la notizia. I primi mezzi della Virgin Galactic proiettati verso lo spazio potrebbero dunque partire già dal 2020.

Intanto Virgin sta continuando a testare lo shuttle panoramico: l’’idea è quella di far giungere una navicella madre fino a quota 15 chilometri dalla superficie terrestre per poi far sganciare un piccolo razzo con un abitacolo che può ospitare 6 passeggeri e due membri dell’equipaggio per raggiungere, finalmente, lo spazio. Il costo di questa esperienza “stratosferica”? Beh, poco più di 200 mila euro, con la possibilità di vedere uno dei panorami più rari che occhio umano abbia avuto modo di ammirare, e in più la possibilità di poter galleggiare, per circa 6 minuti, a gravità zero.

Ultima curiosità: la pista non sarà affittata al magnate del turismo aerospaziale, Richard Branson, ma al contrario si punta a creare una sinergia che possa rendere quanto più italiano ed europeo il progetto di visita dello spazio.
Pronti a partire?


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Ruba innaffiatoi al cimitero di Uboldo: inseguito e bloccato, li restituisce

Incredibile ma vero, c’è chi ruba gli innaffiatoi del cimitero: qualche giorno fa un uboldese non ha esitato a inseguire il ladro, fermandolo e...
suor luisa congo

Suor Luisa, da Saronno in Congo: “Qui per costruire, la violenza non ci fermerà”

"Andare avanti, nonostante la violenza". Sono trascorsi cinque mesi da quando Suor Luisa Zoia ha lasciato la parrocchia 'Sacra Famiglia' nel quartiere Prealpi di...
cesate sgombero ditta furto

Le rubano l’IPhone a Como, ritrovato a Lentate grazie alla geolocalizzazione: denunciato un 16enne

Nella giornata di sabato 8 maggio, un ragazzo di 16 anni di Lentate sul Seveso, incensurato, è stato denunciato per ricettazione dopo essere stato...

Covid, i pasticceri di Uboldo trasferiti a Miami: “In America veri aiuti e niente...

“La pandemia? Qui, a differenza dell’Italia, ci sono stati veri aiuti ed è stato fatto di tutto per non far crollare l’economia”. E’ la...
villa arconati bollate

Bollate, completato il restauro della Villa Arconati a Castellazzo, riapre al pubblico la piccola...

La splendida Villa Arconati a Castellazzo di Bollate torna a mostrarsi in tutta la sua meraviglia.  Venerdì 30 aprile è terminato, dopo cinque anni...
Varedo motociclista incidente

Incidente sulla Saronno-Monza a Varedo, era di Laglio il motociclista morto

Si chiamava Matteo Confalonieri, aveva 44 anni ed era residente a Laglio, sul lago di Como, il motociclista che ha perso la vita ieri...

Incidente mortale a Varedo, Saronno-Monza bloccata | VIDEO | FOTO

  È stato un incidente terribile quello che si è consumato oggi, domenica 9 maggio, intorno alle 15, a Varedo lungo la Saronno-Monza, proprio davanti...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !