HomeEDITORIALILe colpe dei padri

Le colpe dei padri

notiziarioLe colpe dei padri non dovrebbero mai ricadere sui figli, è una regola fondamentale della civiltà umana. In Italia, invece, accade proprio il contrario. Tutti avete visto ciò che è successo domenica scorsa a Roma, con l’aborto del nascente governo Lega-5 Stelle.

Noi qui non vogliamo dire chi ha torto e chi ha ragione, perché la situazione è drammaticamente complessa e tutti sono convinti di essere nel giusto. Noi vogliamo invece riflettere: oggi l’Italia è tenuta davvero al guinzaglio dall’Europa, non perché l’Europa sia “cattiva”, ma perché è normale; qualunque creditore al mondo tiene al guinzaglio il suo debitore, specie se questo è debole come l’Italia.

Ma perché l’Italia è ridotta così? Di chi è la colpa? Il problema dell’Italia è che i debiti li hanno fatti i padri (politici) con sprechi folli, assunzioni scriteriate, baby pensioni… e adesso le conseguenze le pagano i figli (cittadini). Dal 1984 al 1986 il governo Craxi fece salire il debito pubblico di ben 172 miliardi di (attuali) euro, facendolo quasi raddoppiare; nel 1992 i governi Andreotti e Amato lo fecero crescere di altri 110 miliardi. Le colpe dei padri che ricadono ora sui figli.

Poi ci si mise anche Berlusconi, va detto, che nel 2009 lo fece crescere di 100 miliardi e l’anno dopo di altri 80. Adesso abbiamo ben 2.256 miliardi di euro di debito pubblico (nel 1980 erano solo 114), una follia.
Qualunque creditore, in una situazione simile, direbbe al debitore: “Adesso basta, adesso tu devi tirare la cinghia!”.
Ma andate a spiegarlo ai giovani che devono pagare per errori fatti quando loro neppure erano nati…


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Caronno in lutto: muore a 58 anni Stefano Cova, politico e colonna del volontariato

In piena campagna elettorale, se ne va un pezzo di storia politica di Caronno Pertusella: è morto Stefano Cova, ex consigliere comunale e caronnese...

Cultura, il saronnese Giorgio Fontana conquista il Premio Bagutta 2021: intervista

Una saga familiare d'altri tempi lunga tutto il Novecento. Lo scrittore Giorgio Fontana col romanzo 'Prima di noi', edito da Sellerio, è il vincitore...
leonardo Da Vinci token

Proponevano token coi micro-quadri di Leonardo Da Vinci: arrestati

I finanzieri del Comando Provinciale di Milano, hanno eseguito nel capoluogo lombardo e in Desenzano del Garda (BS) un’ordinanza di custodia cautelare, agli arresti...
saronno rapina gioielleria

Saronno, rapina in gioielleria bloccando clienti e dipendenti: arrestati i due responsabili | VIDEO

I carabinieri della compagnia di Saronno hanno arrestato due giovani ritenuti responsabili della rapina in una gioelleria del centro di Saronno. I carabineri hanno...
Gianetti assemblea

Sentenza Gkn porta speranza ai lavoratori della Gianetti di Ceriano Laghetto

La sentenza sulla Gkn fa sperare i lavoratori della Gianetti di Ceriano Laghetto dove ieri sono arrivate le prime lettere ufficiali di licenziamento o...

Vaccino anticovid, in Lombardia al via la terza dose per i soggetti fragili

Al via in Lombardia la Fase 3 della campagna vaccinale anti-covid. Da oggi, lunedì 20 settembre, avranno accesso alla terza dose i soggetti immunocompromessi,...

Saronno, nuova pista ciclabile in Via Roma. Commercianti perplessi: “Pochi posteggi” I VIDEO

  Ultimo miglio di lavori per la realizzazione della nuova pista ciclabile in Via Roma a Saronno. Da questa mattina fino a mercoledì 22 settembre...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !