HomeBUONO A SAPERSIMeteo impazzito: colpa del sole "pigro"

Meteo impazzito: colpa del sole “pigro”

L’estate 2018 si preannuncia molto instabile come abbiamo potuto già vedere negli ultimi giorni.

Picchi di alte temperature, temporali violenti, grandine, e conseguenti crolli delle temperature.

Il tutto in modo abbastanza imprevedibile, che ci costringerà a “fare buon viso a cattivo gioco”.
Ma quali sono le cause di questi fenomeni atmosferici così fuori dalla norma?
Per molti meteorologi, come per esempio Carlo Testa, la colpa dobbiamo darla al Sole.

Sembra proprio che la nostra stella sia per raggiungere il periodo in cui emanerà meno energia alla nostra Terra. E sappiamo bene che uno dei fattori principali che influenzano il tempo meteorologico e quindi il clima della Terra è proprio il Sole. La nostra stella origina energia che invia alla Terra, ma non sempre nella medesima quantità. Le modalità però non sono note a tutti.

Ci sono dei periodi, chiamati “cicli”, come piega Testa, in cui il Sole genera meno energia e quindi è “meno caldo”. Questi periodi durano circa 11 anni e per riconoscerli gli esperti contano le macchie presenti sulla superficie solare, che non sono altro che zone con temperature più basse rispetto alle zone circostanti. Meno macchie ci sono e più il sole è “freddo”, più macchie ci sono il sole sarà invece più attivo.

Il passato alcuni climatologici notarono per esempio che tra il 1645 e il 1715 le macchie solari erano quasi scomparse e l’Europa in particolare visse in tale coincidenza la cosiddetta “Piccola Era Glaciale” (PEG), ovvero anni in cui gli inverni rigidissimi si protrassero fino a maggio e giugno con intense nevicate e perfino giorni di ghiaccio: da questa correlazione così forte tra i due eventi vennero poi condotti altri studi per cercare di collegare con un nesso causa effetto questo fenomeno.

Tra il 2017 e il 2019 poi gli astronomi prevedono che nel Sole si conteranno pochissime macchie, per cui la nostra Stella madre raggiungerà il suo “minimo”, ed è quindi possibile che i primi effetti di questa fase possano registrarsi già quest’anno. E infatti oggi siamo alle prese con un avvio d’Estate decisamente zoppicante, con tanti temporali e grandinate.
Cosa ci riserverà il futuro? Non è facile dirlo. I meteorologi assicurano che se l’estate sarà veramente instabile, i mesi di settembre e ottobre dovrebbero essere invece più miti rispetto alla media stagionale, mentre ci si preoccupa per il prossimo inverno, che potrebbe rivelarsi davvero molto rigido rispetto alla norma.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Parcheggi occupati dai pendolari: a Cislago arrivano soste a disco orario e pass

  I dischi orari di due ore eccetto che per i residenti con pass. Questo il provvedimento adottato a Cislago per risolvere un annoso problema:...

Orrore a Lomazzo: anziana scopre ladro in casa e viene violentata

Un 26enne originario della Nigeria e in Italia senza permesso di soggiono, ha rapinato e violentato una donna di 89 anni a Lomazzo, comune...
Fabrio Anobile

Fabio Anobile, di Misinto, campione del mondo di ciclismo paralimpico

Fabio Anobile, ciclista paralimpico di Misinto è Campione del Mondo. Ha ottenuto la medaglia d’oro nella categoria C3 nella prima giornata dedicata alle prove...

Caronno, paura in piazza Pertini: precipitano le piastrelle del passaggio rialzato

Attimo di forte spavento stamattina, poco prima delle 9, in pizza Pertini a Caronno Pertusella quando diverse piastrelle si sono staccate dal passaggio pedonale...
limbiate william chiappa

Limbiate, tutta l’Italia in “Ciao” al via la sfida di William

Partenza da Predoi (Bolzano), il comune più a Nord d’Italia, arrivo a Porto Palo di Capo Passero, il comune più a Sud d’Italia (esclusa...

Paderno Dugnano, maxi rissa fra albanesi al Villaggio Ambrosiano: 30enne ferito da un coccio...

Ci sono due feriti nella maxi rissa scoppiata in mezzo alla strada nella periferia di Paderno Dugnano. Si conterebbero almeno una decina di persone...

Lombardia cambia ancora: ok al cambio vaccino dopo Astrazeneca. I dubbi di insegnanti...

La Regione Lombardia ha cambiato posizione nel giro di poche ore sul richiamo del vaccino AstraZeneca per le persone che hanno meno di 60...
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !