HomeBUONO A SAPERSIAlina, 13enne diventata milionaria grazie ad un lecca lecca

Alina, 13enne diventata milionaria grazie ad un lecca lecca

Sembra la storia di una moderna Willy Wonka, almeno nell’ultima versione del film “La fabbrica del cioccolato”: da bambina il padre la costringe a rifiutare gli amati “lecca-lecca”, che potrebbero nuocere ai suoi denti, e lei, su quel “lecca lecca” ci costruisce quasi un impero.
E’ la storia divertente e particolare dall’americana Alina Morse (vive in Michigan) che a 13 anni è diventata milionaria, inventando un lecca lecca molto particolare che le ha cambiato la vita, non solo a lei ma anche a migliaia di ragazzini golosi.
Oggi questa adolescente vanta un fatturato annuo di 1,5 milioni di dollari. Niente male davvero.

La storia da imprenditrice di Alina Morse è cominciata quasi per caso, quando la bambina accompagnò suo padre in banca.

Un impiegato le offrì un lecca lecca, ma il papà la costrinse a rifiutare affermando che il dolce avrebbe fatto male ai suoi denti. Da quel momento la bambina ha sfruttato tutti i suoi risparmi per cercare di ideare il primo lecca lecca salutare che fosse accessibile ai bambini.

Naturalmente una ragazzina così giovane non avrebbe potuto fare tutto da sola: e infatti si è rivolta senza indugio agli esperti del settore per mettere a punto questo dolce, esperti che hanno chiaramente “fiutato” le potenzialità dell’idea della caparbia ragazzina.
Nel 2014, Alina ha finalmente presentato al mondo i suoi lecca lecca, mettendoli in commercio: si chiamano Zollipops (dalla pronuncia sbagliata fatta dalla sorellina di Alina, Lola, di uno degli ingredienti).

Cosa hanno di speciale questi dolci? Non fanno male ai denti, tutt’altro, dal momento che contengono xilitolo ed eritriolo, che rinforzano lo smalto dei denti, e sono dolcificati in modo naturale con la stevia. Sono poi 100% vegan, privi di glutine e di coloranti e OGM, e grazie al loro PH, neutralizzano gli acidi presenti in bocca che portano all’accumulo di placca e alla formazione della carie. E, non da ultimo, sembrano davvero gustosi. Sono commercializzati in sei differenti gusti, dalla fragola all’ananas e costano dai 6 ai 7 dollari l’uno.
In più: il 10% del fatturato proveniente dagli Zollipops viene investito per diffondere i progetti a sosyegno dell’igiene orale nelle scuole.

Alina ora sta progettando di espandere la produzione e realizzare nuovi prodotti: gli Zolli Drops, che sono simili agli Zollipops, ma non hanno il bastoncino e gli Zaffi Taffy, che assomigliano alle caramelle mou. Tutti i dolci realizzati dalla 13enne stimolano la produzione della salute e influiscono positivamente sull’igiene orale.

Nonostante l’incredibile successo Alina però non sembra essersi montata troppo la testa: come ha sempre dichiarato è felice dei risultati che ha ottenuto fino ad ora e desidera diventare un’imprenditrice a tutti gli effetti: per fare questo vuole perfezionare la propria formazione e soprattutto andare al college.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Vince il no al Palio di Gerenzano (49 a 35): rinviato al 2022

Mentre a Uboldo è stato il parroco a decidere di non tenere il Palio delle Contrade a causa della pandemia, consultate la Curia e...

Bollate, quattro nuove telecamere multi ottiche al Parco Martin Luther King

A Bollate sono arrivate quattro nuove telecamere multi ottiche che verranno posizionate in zone particolarmente sensibili del Parco Martin Luther King con l'obiettivo di...
cusano investita strisce

Cusano, anziana investita sulle strisce in centro

Una donna anziana è stata investita da un’auto questa mattina a Cusano Mlanino mentre attraversava sulle strisce pedonali il centralissimo viale Matteotti. La donna di...
qualità vita

La qualità della vita dopo il Covid

Il Covid ha portato nell’ultimo anno grossi cambiamenti nelle nostre vite, ma non è detto che siano tutti negativi. Molti di voi avranno letto...
Garbagnate area cani virus

Garbagnate, area cani chiusa per un allarme virus (ma non è il Covid)

Area cani chiusa per un allarme virus a Garbagnate. La comunicazione alla Polizia locale di Garbagnate è giunta da Ats nei giorni scorsi, la quale...
Baranzate ospedale Sacco donne

Baranzate, l’ospedale Sacco è la “casa sicura” delle donne

L’ospedale Sacco è una “casa sicura” per tutte le donne. L’ospedale Sacco, posto proprio al confine tra Baranzate e Milano, è stato senza dubbio in...
limbiate auto villoresi

Limbiate, auto con mamma e figli nel Villoresi, vite distrutte, nessun risarcimento

Auto con madre e figli nel Villoresi, nessun risarcimento per la tragedia che ha distrutto la vita di una famiglia di Limbiate. In tanti...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !