Home CRONACA - Carburanti “sottocosto” sequestrati milioni di litri, 11 abitazioni e una barca...

Carburanti “sottocosto” sequestrati milioni di litri, 11 abitazioni e una barca -VIDEO

carburanti sottocostoNavi cisterna dalla Libia con prodotti petroliferi “sottocosto” in totale evasione dell’Iva. La Guardia di Finanza di Varese ha smascherato l’attività di due società per importare carburanti in modo illecito.

E’ stata eseguita un’ordinanza di custodia cautelare in carcere e contestuale sequestro di beni, per oltre 55 milioni di euro, disposto dal Gip del Tribunale di Milano, su richiesta della locale Procura della Repubblica, a carico dell’amministratore di fatto di una società di Milano attiva nel commercio all’ingrosso di prodotti petroliferi.

Le ipotesi di reato contestate a carico di 2 società e 5 soggetti indagati, concernono un articolato contesto di frode “carosello I.V.A.”, di estensione internazionale, nel settore del commercio di carburanti e riguardano l’emissione ed utilizzazione di fatture per operazioni inesistenti, distruzione ed occultamento di documentazione contabile, autoriciclaggio.

Le indagini dell’operazione denominata “XP” – condotte a mezzo di intercettazioni telefoniche, perquisizioni, sequestri, analisi forense di supporti informatici, accertamenti bancari e riscontri contabili – hanno consentito di inquadrare, al centro del meccanismo di frode, una società con sede legale a Milano ed operativa a Genova, gestita dal suo amministratore di fatto, quale beneficiaria principale degli indebiti vantaggi fiscali, ottenuti per il tramite di interposizioni fittizie di società che non avevano avuto alcun ruolo concreto nella commercializzazione del prodotto.

L’ampia attività investigativa ha permesso di acclarare che il carburante, proveniente dalla Libia, sia stato realmente fatto giungere in Italia mediante navi cisterna di un armatore maltese (nell’ottobre 2017, tratto in arresto dalla D.D.A. di Catania nell’ambito dell’operazione “Dirty oil”) e successivamente distribuito, a seguito di false fatturazioni, tra le varie società cartiere aderenti al circuito fraudolento, a favore di depositi commerciali e\o distributori stradali
rientranti nel circuito delle osiddette “pompe bianche” sparsi sul territorio nazionale.

L’annullamento dell’Imposta sul Valore Aggiunto lungo tutta la filiera ha consentito di vendere sul mercato italiano partite di prodotto a prezzi nettamente inferiori a quelli praticati dagli operatori concorrenti, creando un effetto distorsivo di concorrenza sleale.

Nel solo periodo monitorato (2016-2017), i finanzieri hanno accertato l’introduzione, nel territorio italiano, di oltre 350 milioni di litri di carburante attraverso  30 viaggi effettuati da navi cisterna. 

Il prodotto è stato rivenduto “sottocosto”, con un danno erariale, in soli termini di Iva evasa, quantificabile in capo ai soli due soggetti economici operativi nell’importazione e nella distribuzione del carburante, pari ad oltre 55 milioni di euro, in relazione ad un volume di fatture false per 308 milioni di euro.

Tra i beni sinora sottoposti a sequestro figurano: circa 29 milioni di litri di carburante (del tipo benzina e gasolio, del valore commerciale stimato pari ad oltre 44 milioni di euro), nr. 11 immobili (siti a Genova, Trieste ed Abbiategrasso), nr. 1 autovettura, nr.1 motociclo, nr. 1 imbarcazione da diporto (lunghezza 14 metri sequestrata dalla Stazione Navale della Guardia di Finanza di Civitavecchia), nonché disponibilità finanziarie su conti correnti per oltre 1,3 milioni di euro.

L’odierna operazione di servizio conferma il costante impegno delle Fiamme Gialle nell’attività
di contrasto alle frodi fiscali, con particolare riferimento a quelle di estensione internazionale, le
quali, come nel caso di specie, alterano il normale equilibrio del mercato, a svantaggio degli
imprenditori onesti che rispettano le regole.

 

ECCO IL VIDEO 



Caro lettore, dall’inizio dell’emergenza Covid-19 abbiamo subito un pesante crollo delle entrate pubblicitarie, che rappresentano da sempre un’importante entrata per sostenere il lavoro della redazione del Notiziario che realizza questo sito e il settimanale del venerdì in formato cartaceo o sfogliabile digitale.
Per garantire un’informazione quanto più possibile puntuale e autorevole dal nostro territorio, sono al lavoro giornalisti, liberi professionisti, che vedono fortemente minacciati i loro compensi dall’improvvisa diminuzione dei ricavi pubblicitari. Se apprezzi il nostro lavoro, ti chiediamo, se ti è possibile, di contribuire acquistando l’edizione sfogliabile del nostro settimanale (CLICCA QUI) oppure con una piccola donazione, seguendo i pulsanti qui sotto.
Bastano pochi clic, in totale sicurezza, con carta di credito o Paypal. Grazie.

EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

ceriano pistola

Ceriano, nell’ex bosco della droga trovata la quinta pistola

Spunta anche la quinta pistola nell'ex bosco della droga di Ceriano Laghetto. E' solo l'ultimo inquietante ritrovamento   nell'area  dei boschi del Parco delle Groane...

Scuole, a Uboldo mancano 14 aule: sui banchi in palestra, alla Talent House e...

  Situazione critica in vista della riapertura delle scuole a Uboldo. Fra elementari e medie servono almeno 14 aule in più per garantire il distanziamento...
Bollate deltaplano schiantato albero

Bollate: “Un deltaplano s’è schiantato su un albero!”

Bollate: “Un deltaplano s’è schiantato su un albero!”, invece... Domenica sera poco dopo le 22 in via Zandonai, sul confine del Parco centrale, si è...

Pedemontana: camion si ribalta all’altezza di Lomazzo

E' rimasto leggermente ferito il conducente dell'autoarticolato che oggi, 7 luglio, alle ore 13, si è ribaltato sulla rampa dell'autostrada Pedemontana. Il motivo dell'incidente,...

Cormano: commercio abusivo, 3mila euro di multa e sequestro di 15 orologi

Un’operazione contro il commercio abusivo è stata condotta all’alba di sabato 4 luglio dalla Polizia Locale di Cormano nella zona di via Leopardi. Da tempo...
video

“Cosa c’è?” “Tanti soldi!” assalti al bancomat con esplosioni, arresti nei campi nomadi |...

https://youtu.be/vBRvUeWIZj8 La Polizia di Stato ha arrestato una banda di criminali con base nei campi nomadi Milano, accusata di assalti ai bancomat con esplosivo e...
Paderno ladri piccone Camera del Lavoro

Paderno: ladri con il piccone alla Camera del lavoro

A Paderno i ladri sono entrati in azione con il piccone alla Camera del lavoro. Hanno preso a martellate una finestra e un muro della...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !