Home BUONO A SAPERSI Consiglio di Stato: non si boccia in prima media

Consiglio di Stato: non si boccia in prima media

E’ una  sentenza destinata a fare scalpore quella formulata nei giorni scorsi dal   Consiglio di Stato, che ha decretato che non è ammissibile bocciare uno studente in prima media.

La vicenda è partita la scorsa estate quando un ragazzino, studente di una scuola media di Scandiano, nel Reggiano è stato bocciato a causa delle numerose insufficienze riportate durante il primo anno di scuola media.

Una decisione che non è andata giù ai genitori del giovanissimo, e che infatti si sono adoperati in tutti i modi per aiutare il figlio.

L’iter è stato piuttosto complesso ed è intervenuto anche il Tar, che aveva in agosto confermato la bocciatura del ragazzo.

Ma i genitori non si sono dati per vinti e si sono rivolti direttamente al Consiglio di Stato.

Qui le sorti dello studente si sono decisamente capovolte.

Secondo il Consiglio di Stato  non è possibile valutare l’andamento scolastico di uno studente valutando i risultati di un solo anno. 

Nel passaggio dalla scuola elementare alla media, secondo il Consiglio di Stato  appare necessario che il profitto venga valutato su base biennale e non solo sui risultati del primo anno.

Di fatto, secondo Consiglio di Stato, per decidere l’andamento di uno studente serve una visione complessiva dell’assestamento, valutando almeno due anni di profitto.

Insomma il ragazzo è stato quindi ammesso a frequentare la seconda media, anche ad anno scolastico già iniziato.
Una sentenza senza precedenti che potrebbe creare davvero un “caso” a cui molte famiglie potrebbero appellarsi in futuro.
Un’ultima curiosità: le spese del giudizio, per una somma di circa 1.700 euro.
sono state addebitate all’istituto scolastico.



Caro lettore, dall’inizio dell’emergenza Covid-19 abbiamo subito un pesante crollo delle entrate pubblicitarie, che rappresentano da sempre un’importante entrata per sostenere il lavoro della redazione del Notiziario che realizza questo sito e il settimanale del venerdì in formato cartaceo o sfogliabile digitale.
Per garantire un’informazione quanto più possibile puntuale e autorevole dal nostro territorio, sono al lavoro giornalisti, liberi professionisti, che vedono fortemente minacciati i loro compensi dall’improvvisa diminuzione dei ricavi pubblicitari. Se apprezzi il nostro lavoro, ti chiediamo, se ti è possibile, di contribuire acquistando l’edizione sfogliabile del nostro settimanale (CLICCA QUI) oppure con una piccola donazione, seguendo i pulsanti qui sotto.
Bastano pochi clic, in totale sicurezza, con carta di credito o Paypal. Grazie.

EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

A Caronno scuole materne in difficoltà: “Senza rette siamo a rischio”

Le tre scuole materne paritarie di Caronno Pertusella, asilo infantile “Cardinale Giovanni Colombo”, parrocchiale “San Vincenzo de Paoli” e “Il Villaggio dei Piccoli”, stanno...

Paderno, Ferrovie Nord e il passaggio a livello di Palazzolo: “Chiusura totale entro un...

Ferrovienord vuole chiudere per sempre il passaggio a livello di Palazzolo e lo comunica al sindaco di Paderno Dugnano con un anticipo di 30...
Senago rsa

Senago, 138 posti di lavoro nelle nuove Rsa, ecco come candidarsi

Da oggi, mercoledì 27 maggio e fino al prossimo 18 giugno sono aperte le candidature per i 138 posti di lavoro disponibili nelle nuove...
Bollate Baranzate ospedale Galeazzi cantiere

Garbagnate, ladri con la mazza in farmacia scappano con la cassaforte | FOTO

Ladri forzano a colpi di mazza la porta: entrano in farmacia e scappano  con la cassaforte. Hanno messo a segno un colpo che sembrava quasi...
nuovo Bollate Garbagnate ospedale galeazzi cantiere

Tra Bollate e Baranzate prende forma il nuovo ospedale Galeazzi

Tra Bollate e Baranzate prende forma il nuovo ospedale Galeazzi. Chi percorre la Varesina da Bollate verso Baranzate quando arriva all’altezza dell’Esselunga, se guarda a...
test sierologici

Coronavirus, test sierologici, da Bollate a Saronno, ecco a chi potrebbe arrivare la telefonata

Da ieri, lunedì 25 maggio, i residenti di diversi comuni della zona potrebbero ricevere una chiamata telefonica da Roma per partecipare ai test sierologici...
lavoro Regione Lombardia imprese

Coronavirus, da Regione Lombardia finanziamenti per la riapertura delle piccole imprese

Da Regione Lombardia contributi a fondo perduto per coprire fino al 70% dei costi sostenuti da piccole e micro imprese per riaprire in sicurezza. Saranno...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !