Home BOLLATESE Ex Superdì, le cose si stanno complicando, saltano le riaperture, 800 nell'angoscia

Ex Superdì, le cose si stanno complicando, saltano le riaperture, 800 nell’angoscia

La protesta dei lavoratori nel settembre scorso a Barlassina

Ex Superdì, la situazione si complica parecchio, anche per i punti vendita che sono stati ceduti nel dicembre scorso a due nuovi marchi.

Dopo l’apertura il 20 dicembre scorso dei primi 3 punti vendita (su 10) passati al marchio Italmark a Bregnano (Co), Trevigilio (Bg) e San Colombano al Lambro (Mi), domani, 8 gennaio, erano previste le aperture dei primi 2 punti vendita (su 5) passati al marchio Famila a Barlassina (Mb) e Robbio (Pv).

Queste aperture invece non ci saranno.

Dalla sede centrale di MaxiDì srl (società che gestisce il marchio Famila) fanno sapere che “sono sopraggiunti problemi in fase di negoziazione”.

Tutto rimandato, come minimo, di una settimana.

A bloccare le operazioni ci sarebbe l’ipotesi di un intervento del Tribunale di Monza, dove la società  degli ex Superdì ha presentato la richiesta di concordato.

Cresce l’angoscia degli 800 lavoratori che sono ormai da oltre 6 mesi senza entrate, non avendo ricevuto nemmeno il primo assegno di cassa integrazione.

Tra questi, Duilio Loi, ex dipendente del punto vendita di Cogliate (MB) ha scritto una lettera aperta al presidente della commissione attività produttive di Regione Lombardia, Gianmarco Senna, incontrato davanti al supermercato nell’agosto scorso.

“Le scrivo non solo da parte mia ma anche da parte di 300 lavoratori che stanno aspettando ormai da ben sei mesi di ricominciare a lavorare e di riuscire di nuovo a guardare in faccia i propri figli… di essere in grado di dargli di un futuro. Chiedendo un suo intervento per sensibilizzare le coscienze di chi dovrà decidere per il nostro futuro…
Le chiedo di ridarci la speranza di riavere il nostro lavoro al più presto, noi così non ce la facciamo piu. Mi scuso per lo sfogo ma noi adesso siamo arrivati al limite e non voglio neanche pensare che in Italia per farsi ascoltare bisogna arrivare a fare dei gesti estremi”.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

mmeteo maltempo piogge temporali

Meteo, sono in arrivo forti temporali e piogge abbondanti, allerta arancione

Violenti temporali e abbondanti piogge sono attesi nelle prossime ore nelle nostre zone. La Protezione civile dei Regione Lombardia ha emesso una Allerta Meteo...

Strappano i microchip dei sacchi viola, a Caronno è caccia agli incivili

Non vogliono differenziare e allora buttano di tutto di più nei sacchi viola, strappando il microchip per non essere identificati. Succede ancora, dopo anni...
Garbagnate vandali muro ricordo lockdown

A Garbagnate vandali contro il muro in ricordo del lockdown

A Garbagnate è stato vandalizzato anche il muro in ricordo del lockdown. Nessuno pensava che sarebbe durata in eterno l’installazione voluta dal fotografo Paolo Barbera...
volontario aggressione Garbagnate

Volontario di Arese sventa l’aggressione a un ragazzo a Garbagnate

Volontario Anc sventa l’aggressione a un ragazzo. Il Covid-19 non provoca solo polmoniti interstiziali, ma crea anche danni a molti altri organi. Per esempio colpisce...
elezioni preferenze

L’importanza delle preferenze

Domenica e lunedì siamo chiamati alle urne per il referendum costituzionale, ma in alcuni comuni della nostra zona (Saronno, Bollate, Origgio, Baranzate e Turate)...

Prende fuoco un capannone fra Caronno e Garbagnate

"Che cos'è questo fumo e questo odore acre?". Se lo stanno chiedendo tutti fra Caronno Pertusella e Garbagnate, dove l'aria è impregnata dai miasmi...
guardia finanza scuole saronno

Caldaie guaste e studenti al freddo anche a Saronno, 2 professionisti arrestati...

Due persone sono state arrestate (uno in carcere uno ai domiciliari) con l’accusa di truffa aggravata e frode per gli illeciti commessi nel controllo...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !