carte di credito Caronno MotelUtilizzata indebitamente una carta di credito, è stata scoperta il giorno di San Valentino: è così finita nei guai una 17enne di Caronno Pertusella, denunciata dai carabinieri di Cornaredo (Milano) al termine di una serie di accertamenti che hanno portato alla sua identificazione.

Le indagini sono partite quando, lo scorso 14 febbraio, in caserma a Cornaredo si è presentata una residente che, dopo avere effettuato verifiche sui movimenti mensili della propria carta di credito, si è resa conto di una cospicua serie di spese non fatte da lei, per un ammontare di poco meno di 10mila euro: dopo averla bloccata, ha sporto denuncia per la clonazione.

 

I militari hanno notato che, fra le tante transazioni, c’era una prenotazione in un motel di Saronno per la stessa serata: hanno quindi organizzato un blitz nella struttura ricettiva.

Ebbene, hanno identificato un 18enne e una 17enne, due studenti caronnesi che si trovavano in una camera prenotata con la carta di credito clonata. Una volta chieste spiegazioni, la ragazza ha subito ammesso di avere carpito i dati della carta utilizzata dal nipote della denunciante, suo amico e ignaro di tutto, e di avere effettuato in prima persona le transazioni disconosciute dalla proprietaria.

Tra queste, oltre all’acquisto di un gran numero di capi d’abbigliamento e accessori griffati, aveva effettuato transazioni per aumentare le visualizzazioni di alcune sue fotografie sui social network.

Al termine delle formalità di rito, la giovane ha anche consegnato ai carabinieri tutta la merce che aveva acquistato online tramite la carta di credito indebitamente utilizzata, materiale che è stato posto sotto sequestro.

 

E’ stata quindi denunciata all’autorità giudiziaria minorile, ma in stato di libertà.