Home EDITORIALI Perchè i tedeschi sono arrabbiati con noi

Perchè i tedeschi sono arrabbiati con noi

notiziarioIl debito pubblico italiano è una macchina infernale che continua a crescere, come un mostro che moltiplica i suoi tentacoli.

Se cresce il debito pubblico, l’Italia diventa più povera. Voi, di conseguenza, penserete che anche gli Italiani diventano più poveri. E invece no, questo è il bello. L’Italia è un Paese così strano che, a fronte di uno Stato che diventa sempre più povero, la ricchezza degli Italiani continua a crescere.

A parlare sono i numeri: le famiglie italiane hanno una ricchezza finanziaria (dati dell’Abi) pari a 4.287 miliardi, a fronte di un debito pubblico di 2.316 miliardi. Ciò vuol dire che noi Italiani potremmo tranquillamente ripagarci tutto il nostro debito e restare comunque ricchi, perché ci resterebbero 1.971 miliardi in saccoccia.

Questo fa arrabbiare i tedeschi, che non comprendono perché dobbiamo indebitare così tanto lo Stato (mettendo a rischio la stabilità dell’euro) quando noi abbiamo una tale ricchezza da poterci ripagare tutto.

Ma il dato che fa arrabbiare ancor di più i tedeschi è un altro: nel 2018 il debito pubblico italiano è cresciuto di 52 miliardi (sigh!), ma nel contempo i conti correnti degli Italiani in banca (senza contare i soldi investiti in azioni, obbligazioni, fondi…) sono aumentati di ben 32 miliardi!

Insomma, impoveriamo lo Stato, ma noi ci arricchiamo, alla faccia della crisi. Questo ai tedeschi non va giù.

Ps: ai tedeschi non va giù neanche che, secondo i dati dell’Ocse, le famiglie italiane sono più ricche sia di quelle tedesche che di quelle francesi.

E… senza contare i soldi che teniamo sotto il materasso!

Piero Uboldi



EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

ceriano cartolina

Ceriano Laghetto, le Forze dell’ordine impediscono la riapertura annunciata del ristorante

Carabinieri e Polizia locale hanno impedito questa sera a Ceriano Laghetto la riapertura del ristorante annunciata dal titolare Alfonso Bassani e dal suo dipendente...

Nuovi poveri: a Caronno pacchi di alimenti a 60 famiglie, in gran parte italiane

Anche in piena pandemia il Centro di Ascolto Caritas resta aperto. Sono tanti e tali i nuovi poveri che non si può nemmeno pensare...
bomba seregno

Droga e una bomba nelle cantine, due arrestati a Seregno

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Seregno, hanno arrestato in flagranza per spaccio di sostanze stupefacenti, due calabresi 64enni –...

Caronno, nuovo punto tamponi drive-through attivo dal 11 dicembre

A partire da venerdì 11 dicembre sarà possibile effettuare anche a Caronno Pertusella il tampone rapido per il covid in modalità drive-through, eseguibile presso...

Nuovo Dpcm, Lombardia chiede modifica: “Si pensi ai piccoli comuni”

Non si è fatta attendere la risposta del Presidente della Lombardia Attilio Fontana al nuovo dpcm presentato ieri sera da Giuseppe Conte. La Conferenza delle...
prima pagina Notiziario

Brumotti contro lo spaccio tra Senago e Bollate; vaccini antinfluenzali finiti | ANTEPRIMA

L’apertura della nuova edizione del Notiziario è affidata questa settimana all’incursione di Vittorio Brumotti dalle nostre parti, a caccia di spacciatori di droga. Il...

Nuovo Dpcm, Conte: “A Natale e Capodanno non ricevete persone non conviventi”

Coprifuoco, spostamenti vietati, pranzi e cene ridotti. Queste le novità nel nuovo Dpcm in vigore da oggi fino a metà gennaio per tutte le...
prima pagina Notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !