Home Prima Pagina Origgio: chiuso il centro profughi

Origgio: chiuso il centro profughi

Chiuso il Centro profughi di Origgio.

I dodici migranti richiedenti asilo che si erano bene integrati in paese non ci sono più.

Il centro d’accoglienza, che era stato aperto in via Da Vinci nel marzo del 2018, è stato chiuso giovedì scorso su ordine della prefettura, trasferendo gli ospiti altrove.

Motivo: su disposizione del Ministero dell’Interno i profughi vanno concentrati in tutti i centri più grossi, evitando di lasciarne tanti sparpagliati sul territorio.

Questa ridistribuzione ci ha colto di sorpresa – riferisce Sayed Hasnain, collaboratore della Equipe Società Cooperativa che gestiva il centro, attivato in un immobile messo a disposizione da una famiglia pakistana – E’ successo dall’oggi al domani, tanto che non siamo nemmeno riusciti ad avvisare Hesperia, con cui avevamo siglato una convenzione per lavori socialmente utili”.

Sayed ringrazia l’amministrazione comunale per la collaborazione e la cittadinanza, che non ha mai creato tensioni coi profughi. “Gli extracomunitari erano ben integrati – sottolinea infatti l’assessore ai Servizi sociali Carlo Di Pietro – Siamo molto stupiti di questa decisione”.

Gli fa eco Umberto Bartoletti, presidente del gruppo culturale Hesperia: “E’ un vero peccato. Nel nostro piccolo eravamo riusciti a fare integrare bene questi giovani, che erano felici di rendersi utili per la collettività attraverso la nostra associazione. Di sicuro ci mancheranno molto, sia umanamente sia a livello pratico”.

I migranti erano nigeriani, curdi iracheni e un eritreo, per i quali era stato avviato un percorso d’inserimento sociale e lavorativo riuscito alla perfezione.

Va detto che, essendo pochi, è stato più facile integrarli: ben diverso era il caso di Uboldo, dov’erano ben 130 quelli inseriti anni fa in un vecchio cascinale della frazione Regusella.

Se questi ultimi passavano tutto il giorno coi telefonini in mano e a giocare a calcio nel campo della struttura, con qualche tensione vissuta in paese quando qualcuno usciva ubriacandosi nei bar, a Origgio è stata tutt’altra storia: un’esperienza molto positiva perché si stava attuando, con la cooperativa Equipe, un progetto d’integrazione a tutti gli effetti. Addirittura c’era chi lavora come cuoco in un ristorante del Legnanese, mentre altri stavano imparando un mestiere.

Altri ancora collaboravano con Hesperia, che gestisce la Villa Borletti, occupandosi della pulizia esterna e interna dell’edificio (che ha 50 finestre), dell’allestimento e dello smontaggio mostre, del presidio delle sale in caso di afflusso di numeroso pubblico e di ogni altra attività che si renda necessaria.



Caro lettore, dall’inizio dell’emergenza Covid-19 abbiamo subito un pesante crollo delle entrate pubblicitarie, che rappresentano da sempre un’importante entrata per sostenere il lavoro della redazione del Notiziario che realizza questo sito e il settimanale del venerdì in formato cartaceo o sfogliabile digitale.
Per garantire un’informazione quanto più possibile puntuale e autorevole dal nostro territorio, sono al lavoro giornalisti, liberi professionisti, che vedono fortemente minacciati i loro compensi dall’improvvisa diminuzione dei ricavi pubblicitari. Se apprezzi il nostro lavoro, ti chiediamo, se ti è possibile, di contribuire acquistando l’edizione sfogliabile del nostro settimanale (CLICCA QUI) oppure con una piccola donazione, seguendo i pulsanti qui sotto.
Bastano pochi clic, in totale sicurezza, con carta di credito o Paypal. Grazie.

EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Paderno, blitz con l’elicottero: scoperta base dei furti in casa. 10 albanesi indagati |...

250mila euro in contanti, 7 chili e mezzo di monili d'oro, oltre 250 orologi di valore e 2 Audi  con targhe clonate. Ma anche...

Varedo, la pizzeria era un night club con sesso, idromassaggio e prostitute: 7 arrestati

Locali privée, una sala bar e una cosiddetta vip Room ovvero una stanza con al centro una vasca idromassaggio in cui all'interno si consumavano...
ceriano bosco droga

Ceriano, spariti tossici e spacciatori di droga nel bosco, si sono spostati a Bollate

Il sindaco di Ceriano Laghetto Roberto Crippa lo ha affermato con sicurezza, dopo aver partecipato all'ultima operazione di pulizia del bosco: “Il parco delle...

Palestre e piscine aperte dal 1 giugno, mascherine obbligatorie in Lombardia

Palestre, piscine, circoli culturali e ricreativi aperti in Lombardia da lunedì 1 giugno. Lo prevede la nuova ordinanza alla firma del presidente della Regione, Attilio...

Gerenzano e Turate, dal 6 giugno addio passaggi a livello: sarà aperto il sottopasso

Sabato 6 giugno: è questa la data in cui, finalmente, saranno chiusi i due passaggi a livello di Gerenzano, in via Stazione e in...
germani reali Limbiate

Limbiate, c’è un salvataggio da fare nel Parco delle Groane: mamma anatra e 11...

La Polizia locale del Parco delle Groane ha recuperato questa mattina a Limbiate una piccola colonia di germani reali, formata dalla mamma e 11...
serpenti polizia

La Polizia provinciale recupera 4 serpenti in case e giardini della Brianza

La Polizia provinciale di Monza e Brianza ha recuperato in meno di una settimana 4 serpenti all’interno di proprietà private e in un giardino...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !