HomeEDITORIALIIl treno dello spread

Il treno dello spread

notiziarioL’enorme debito pubblico italiano è come un treno composto da sette vagoni.

Sì, perché in media i titoli di Stato emessi per coprire il debito hanno una durata di sette anni. Per cui, se un anno lo spread è alto (e dunque vengono emessi titoli con tassi d’interesse alti), quel costo elevato ce lo portiamo dietro (in media) per sette anni.

L’Italia ha perso una grossa occasione nel 2018, perché si è staccato il vagone dei titoli emessi nel 2011, il famoso anno in cui lo spread volò a 600 punti e la finanza internazionale fece così cadere il governo Berlusconi.

Noi per anni abbiamo pagato gli interessi altissimi di quei titoli, prendendo i soldi dalle nostre tasse.

Adesso quel vagone si è finalmente staccato (restano solo pochi titoli residui a 10 anni), e così, se avessimo avuto nel 2018 uno spread basso, avremmo potuto risparmiare un sacco di soldi. Invece da marzo in poi lo spread del 2018 è stato decisamente alto, per cui il risparmio è stato modesto.

E nel 2019? Si rischia di sprecare un’altra occasione: quest’anno, infatti, si stacca dal treno il vagone del 2012, che aveva ancora interessi abbastanza alti sui titoli di Stato; se noi oggi avessimo uno spread basso, le casse statali potrebbero tirare un bel sospiro di sollievo. Invece no, lo spread rimane alto, anzi, negli ultimi giorni è salito ancora e anche il vagone del 2019 rischia di essere molto pesante, stracarico di interessi.

Che piaccia o no, bisogna riuscire a far diminuire questo benedetto spread, perché il treno è composto da sette vagoni, ma davanti a tirarlo non c’è una motrice, ci siamo noi con il nostro lavoro, il nostro sudore e le nostre tasse.

Piero Uboldi


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Traffico paralizzato in Milano Meda per un tamponamento a catena: tre feriti

  Un tamponamento fra tre veicoli in Milano Meda ha generato nel tardo pomeriggio grandi disagi alla circolazione in direzione di Milano, dove i veicoli...

Vince il no al Palio di Gerenzano (49 a 35): rinviato al 2022

Mentre a Uboldo è stato il parroco a decidere di non tenere il Palio delle Contrade a causa della pandemia, consultate la Curia e...

Bollate, quattro nuove telecamere multi ottiche al Parco Martin Luther King

A Bollate sono arrivate quattro nuove telecamere multi ottiche che verranno posizionate in zone particolarmente sensibili del Parco Martin Luther King con l'obiettivo di...
cusano investita strisce

Cusano, anziana investita sulle strisce in centro

Una donna anziana è stata investita da un’auto questa mattina a Cusano Mlanino mentre attraversava sulle strisce pedonali il centralissimo viale Matteotti. La donna di...
qualità vita

La qualità della vita dopo il Covid

Il Covid ha portato nell’ultimo anno grossi cambiamenti nelle nostre vite, ma non è detto che siano tutti negativi. Molti di voi avranno letto...
Garbagnate area cani virus

Garbagnate, area cani chiusa per un allarme virus (ma non è il Covid)

Area cani chiusa per un allarme virus a Garbagnate. La comunicazione alla Polizia locale di Garbagnate è giunta da Ats nei giorni scorsi, la quale...
Baranzate ospedale Sacco donne

Baranzate, l’ospedale Sacco è la “casa sicura” delle donne

L’ospedale Sacco è una “casa sicura” per tutte le donne. L’ospedale Sacco, posto proprio al confine tra Baranzate e Milano, è stato senza dubbio in...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !