Home CRONACA - Ambrogio e Diana, i lupi salvati dai pompieri, dopo le cure...

Ambrogio e Diana, i lupi salvati dai pompieri, dopo le cure sono tornati in libertà – VIDEO

Ricordate la vicenda del lupo salvato dai Vigili del fuoco nel Naviglio a Milano?

In quello stesso giorno, una lupa in trappola negli impianti della centrale elettrica di Lonato (Brescia) venne recuperata dai Vigili del fuoco.

Entrambi gli animali, in condizioni critiche, vennero inizialmente scambiati per cani e portati in canile.

Poi, appurato che si trattava di lupi e verificate le loro condizioni di salute particolarmente gravi, vennero affidate a personale specializzato.

Un’operazione di assistenza che ha coinvolto diversi enti e istituzioni, a cominciare da Regione Lombardia ed Ersaf Ente regionale per i servizi all’agricoltura e alle foreste, delle Ats coinvolte e dei centri di recupero della fauna e a molti volontari.

I due esemplari sono stati ribattezzati Ambrogio (santo patrono di Milano) e Diana (dea della caccia e protettrice della fauna selvatica)

Nonostante la gravità delle sue condizioni iniziali, Ambrogio in poche settimane ha avuto un incredibile recupero e gli ultimi controlli veterinari hanno confermato la sua guarigione.

Per questo il lupo maschio  ha potuto tornare in libertà per primo.

Alcune settimane dopo il rilascio di Ambrogio, il recupero sorprendente di Diana ha spazzato via giorno dopo giorno le preoccupazioni e ha lasciato finalmente spazio all’ottimismo.

Concluse le terapie ed effettuati gli ultimi accertamenti, dopo il parere tecnico di Ispra, anche per Diana è giunto finalmente il momento di tornare in libertà.

Entrambi i lupi sono stati dotati di un radiocollare GPS-GSM che permette di monitorarli anche grazie alla collaborazione con il Wolf Apennine Center.

Tutta la storia di Ambrogio e Diana è raccontata qui 

IL VIDEORACCONTO LO TROVATE QUI 



Caro lettore, dall’inizio dell’emergenza Covid-19 abbiamo subito un pesante crollo delle entrate pubblicitarie, che rappresentano da sempre un’importante entrata per sostenere il lavoro della redazione del Notiziario che realizza questo sito e il settimanale del venerdì in formato cartaceo o sfogliabile digitale.
Per garantire un’informazione quanto più possibile puntuale e autorevole dal nostro territorio, sono al lavoro giornalisti, liberi professionisti, che vedono fortemente minacciati i loro compensi dall’improvvisa diminuzione dei ricavi pubblicitari. Se apprezzi il nostro lavoro, ti chiediamo, se ti è possibile, di contribuire acquistando l’edizione sfogliabile del nostro settimanale (CLICCA QUI) oppure con una piccola donazione, seguendo i pulsanti qui sotto.
Bastano pochi clic, in totale sicurezza, con carta di credito o Paypal. Grazie.

EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

test sierologici

Coronavirus, test sierologici, da Bollate a Saronno, ecco a chi potrebbe arrivare la telefonata

Da ieri, lunedì 25 maggio, i residenti di diversi comuni della zona potrebbero ricevere una chiamata telefonica da Roma per partecipare ai test sierologici...
lavoro Regione Lombardia imprese

Coronavirus, da Regione Lombardia finanziamenti per la riapertura delle piccole imprese

Da Regione Lombardia contributi a fondo perduto per coprire fino al 70% dei costi sostenuti da piccole e micro imprese per riaprire in sicurezza. Saranno...

Uboldo, impenna la moto al semaforo: multa e fermo per 60 giorni

Singolare quanto successo a un giovane centauro di Gerenzano: gli è costato caro impennare la moto, sottoposta a fermo amministrativo per 60 giorni. E’ capitato...
Lazzate volley

Campionato chiuso per Coronavirus, con una partita in meno Lazzate esclusa dalla serie...

L’Asd Lazzate volley “beffata” dalla Federazione che, applicando un sistema di classifica alquanto discutibile, ha di fatto tagliato fuori la squadra lazzatese da ogni...
lainate droga bar

Lainate, hascisc nel biliardino e altra droga nel bar: 2 arresti

I carabinieri di Lainate hanno arresato due persone per il reato di spaccio all’interno di un bar della città. L’intervento risale a sabato sera,...
Arese omicio truffa condanna

Arese: lo spietato omicida condannato anche per truffa

Lo spietato omicida di Arese è stato condannato anche per truffa. Come se non bastasse l’ergastolo a cui è già stato condannato in primo e...
bonus biciclette città metropolitana Milano

Area metropolitana di Milano: a chi spetta il bonus bici?

Il bonus-bici (o monopattino) di 500 euro spetta a tutti i residenti della Città metropolitana di Milano? Forse (ma al momento nessuno sa dare una...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !