Home BOLLATESE Stefano è stato ammazzato? Ora si indaga anche per omicidio

Stefano è stato ammazzato? Ora si indaga anche per omicidio

smart Stefano Baranzate
L’auto di Stefano ritrovata ad Arese

Fin dal momento del ritrovamento del corpo di Stefano Marinoni, 22enne di Baranzate scomparso da casa il 4 luglio scorso e ritrovato morto una settimana dopo ad Arese non c’erano elementi certi per poter liquidare la vicenda come suicidio.

Col passare del tempo aumentano invece quelli che fanno pensare ad un omicidio.

L’autopsia, svoltasi martedì mattina a Milano, ha aperto scenari inquietanti poiché sarebbero emerse forti perplessità attorno all’ipotesi che Stefano si sia suicidato lanciandosi dal traliccio: dalle notizie che sono trapelate, se Stefano si fosse lanciato dal traliccio dovrebbero esserci sul suo corpo lesioni al collo, alla colonna vertebrale, agli arti e al bacino tipici della caduta dall’alto, ma pare che queste lesioni non ci siano.

C’è invece la ferita allo sterno, che sembra più plausibile essere dovuta a un colpo ricevuto piuttosto che a una caduta.

Il telefonino è stato rinvenuto sotto il sedile della Smart, mentre le chiavi dell’auto erano nelle tasche dei pantaloni del ragazzo.

I Carabinieri adesso stanno indagando per omicidio, anche se l’ipotesi del suicidio non è ancora del tutto esclusa e saranno gli esami tossicologici a dover dare nuovi elementi.

Ma certo le notizie circolate dopo l’autopsia aprono uno scenario inquietante, perché Stefano era davvero un bravo ragazzo di una famiglia davvero “a posto”, ce lo hanno confermato tutti coloro che conoscono i genitori, le sorelle o conoscevano lui.

Cos’è successo allora quel dannato 4 luglio? Stefano doveva incontrare qualcuno?

E’ stato davvero vittima di un’assurda aggressione?
Si è recato subito da casa sua ad Arese il 4 luglio?

Se lo ha fatto dev’essere passato sotto le telecamere della Varesina a Bollate, un passaggio quasi obbligato, ma purtroppo non sono telecamere di videosorveglianza, fanno le multe a chi è passato col rosso e dai controlli effettuati non è emersa traccia della Smart.

Al momento ci sono tante domande ma risposte non ce ne sono.



Caro lettore, dall’inizio dell’emergenza Covid-19 abbiamo subito un pesante crollo delle entrate pubblicitarie, che rappresentano da sempre un’importante entrata per sostenere il lavoro della redazione del Notiziario che realizza questo sito e il settimanale del venerdì in formato cartaceo o sfogliabile digitale.
Per garantire un’informazione quanto più possibile puntuale e autorevole dal nostro territorio, sono al lavoro giornalisti, liberi professionisti, che vedono fortemente minacciati i loro compensi dall’improvvisa diminuzione dei ricavi pubblicitari. Se apprezzi il nostro lavoro, ti chiediamo, se ti è possibile, di contribuire acquistando l’edizione sfogliabile del nostro settimanale (CLICCA QUI) oppure con una piccola donazione, seguendo i pulsanti qui sotto.
Bastano pochi clic, in totale sicurezza, con carta di credito o Paypal. Grazie.

EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Pedemontana: camion si ribalta all’altezza di Lomazzo

E' rimasto leggermente ferito il conducente dell'autoarticolato che oggi, 7 luglio, alle ore 13, si è ribaltato sulla rampa dell'autostrada Pedemontana. Il motivo dell'incidente,...

Cormano: commercio abusivo 3mila euro di multa a sequestro di 15 orologi

Un’operazione contro il commercio abusivo è stata condotta all’alba di sabato 4 luglio dalla Polizia Locale di Cormano nella zona di via Leopardi. Da tempo...
video

“Cosa c’è?” “Tanti soldi!” assalti al bancomat con esplosioni, arresti nei campi nomadi |...

https://youtu.be/vBRvUeWIZj8 La Polizia di Stato ha arrestato una banda di criminali con base nei campi nomadi Milano, accusata di assalti ai bancomat con esplosivo e...
Paderno ladri piccone Camera del Lavoro

Paderno: ladri con il piccone alla Camera del lavoro

A Paderno i ladri sono entrati in azione con il piccone alla Camera del lavoro. Hanno preso a martellate una finestra e un muro della...
Inps riapre sportelli

Bollate e Paderno: l’Inps si prepara a riaprire gli sportelli

L’Inps si prepara a riaprire i front office. Nelle scorse settimane abbiamo scritto della chiusura degli uffici Inps, che non ricevono il pubblico nemmeno su...

Caronno, scaricatore abusivo tradito dallo scontrino della banca

  Non lascia scampo la lotta contro le discariche abusive: la polizia locale, seppure con un numero limitato di agenti e oberata da numerosi incarichi,...
Milano Meda cantiere

Milano-Meda, al via cantieri notturni fino al 14 luglio

Serate di lavori sulla Milano-Meda per sistemare asfalto, barriere e pannelli luminosi. Riapre questa notte il cantiere sulla Milano Meda per i lavori di manutenzione...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !