HomeBOLLATESEArese, amianto in fabbrica all'ex Alfa: assoluzioni confermate

Arese, amianto in fabbrica all’ex Alfa: assoluzioni confermate

La Corte d’Appello ha pubblicato le motivazioni con le quali ha confermato le assoluzioni degli ex vertici di Alfa, Lancia e Fiat imputati per le morti causate da esposizione all’amianto.

Secondo la Corte non c’è certezza scientifica che i decessi per cancro siano stati determinati dalla durata delle esposizioni all’amianto e dalla collocazione temporale.

Da qui la definitiva assoluzione di Paolo Cantarella, ex amministratore delegato di Fiat Auto, Giorgio Garuzzo, presidente Fiat, Pietro Fusaro, presidente di Lancia Industriale e di altri due amministratori delegati di Alfa Romeo. Una sentenza che chiude la vicenda e lascia l’amaro in bocca alle famiglie dei lavoratori che hanno perso la vita.

I vertici dell’azienda erano alla sbarra per il decesso di 15 operai per forme di cancro riconducibili, secondo l’accusa, all’amianto presente nello stabilimento dell’Alfa tra gli anni ’70 e metà anni ’90. Ma i giudici in 80 pagine hanno evidenziato che restano dubbi sull’effettiva esposizione all’amianto degli operai.

Nel dibattimento sono stati individuati periodi di esposizione in altre aziende e anche in ambienti extraprofessionali. Inoltre gli imputati non avevano incarichi con l’obbligo di tutela dei lavoratori.

Insomma, secondo i giudici, sussistono ipotesi causali alternative e non c’è evidenza scientifica sul cosiddetto effetto acceleratore dell’esposizione. Nel processo si erano costituiti parte civile il Comune, la Regione, il sindacato Cobas e l’Associazione italiana esposti amianto.

Il Comune si era costituito parte civile per esprimere vicinanza alle famiglie coinvolte nella vicenda. Ma il verdetto non rendendo giustizia alle vittime non rimargina la ferita. La stranezza del processo: alcune famiglie sono state risarcite e altre invece non hanno ottenuto alcun riconoscimento.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Senago De Gasperi

Senago: la chiusura di via De Gasperi porterà code per chi scende da...

Da domani, lunedì 26 luglio, scatta a Senago la chiusura di un tratto della via De Gasperi, con contestuale apertura della nuova bretellina (via...
gianetti consiglio

Solaro, i lavoratori Gianetti ospiti in consiglio comunale: c’erano ordini per un anno

I lavoratori della Gianetti Ruote sono stati ospitati venerdì sera dal consiglio comunale di Solaro che ha approvato all'unanimità  una mozione di sostegno alla...
Gallarate maltempo

Temporale e vento forte domenica mattina, danni ingenti a Gallarate | FOTO

Temporale e vento forte questa mattina, domenica 25 luglio a Gallarate, dove i Vigili del fuoco del comando provinciale di Varese sono impegnati in...
Paderno Dugnano auto albero

Paderno Dugnano, auto contro albero 39enne grave a Niguarda | FOTO

I vigili del fuoco sono intervenuti questa notte a Paderno Dugnano in viale Europa per un’auto finita fuori strada e contro un albero. L’allarme è...
Esselunga Solaro

Solaro, ruba 4 bottiglie di whiskey e aggredisce la guardia, ragazza arrestata

I carabinieri di Solaro hanno arrestato in flagranza di reato una giovane ragazza senza fissa dimora, che aveva appena rubato 4 bottiglie di whiskey...

Sacchi col microchip, a Caronno differenziata all’80%, ma aumentano i rifiuti abusivi

Il sacco col microchip, tanto contestato a Caronno Pertusella, ha migliorato il sistema di raccolta, precorrendo i tempi rispetto alle nuove direttive statali sullo...

Limbiate, bimbo precipita da un balcone: portato in ospedale

Momenti di apprensione questa mattina per le sorti di un bambino caduto dal balcone. È successo in pieno centro città. L'abitazione è infatti proprio di...
prima pagina
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !