Home CRONACA - Hascisc dal Marocco con lo yacht, 6 arresti a Milano | VIDEO

Hascisc dal Marocco con lo yacht, 6 arresti a Milano | VIDEO

La Polizia di Stato e i Carabinieri, coordinati dalla Procura della Repubblica di Milano – Direzione Distrettuale Antimafia, questa mattina, hanno arrestato 6 persone (4 custodie cautelari in carcere, 1 arresto domiciliare e 1 obbligo di dimora) di nazionalità italiana indagate per traffico internazionale di hashish.

L’hashish, proveniente dal Marocco, veniva stoccato a Milano e successivamente commercializzato in tutto il Centro – Nord del Paese.

La Squadra Mobile di Milano e il Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia dei Carabinieri di Savona hanno disarticolato il gruppo criminale che si occupava della importazione e della successiva distribuzione.

Le due attività investigative, confluite in un unico procedimento penale coordinato dalla Procura della Repubblica di Milano – DDA, con la collaborazione della Procura della Repubblica di Savona hanno consentito la ricostruzione dei fatti.

A seguito di indagini, il 24 settembre del 2018, gli agenti della VII^ sez. Antidroga della Squadra Mobile di Milano hanno arrestato un cittadino italiano in flagranza di reato, perché trovato in possesso di 1.100 kg. di hashish e 540 gr. di cocaina all’interno di un box in una autorimessa sotterranea tra via Padova e Via Palmanova.

La sostanza stupefacente era stata occultata in un’intercapedine costruita a hoc a ridosso della parete situata nel fondo del box.

Ancora nuovo e imballato fu trovato anche un dispositivo satellitare radar per imbarcazioni marca Garmin.

Contestualmente a tale sequestro la Compagnia dei Carabinieri di Savona stava eseguendo un’attività investigativa nei confronti di un soggetto appartenente ad un gruppo criminale che aveva organizzato un’importazione di un ingente quantitativo di hashish dal Marocco all’Italia, a mezzo di uno yacht denominato «Elizabeth G.», battente bandiera Olandese e ormeggiato al porto di Varazze (SV), all’interno del quale era stato creato un vano artigianale.

Da queste indagini, che hanno trovato riscontro nella attività precedentemente svolta dalla Squadra Mobile, è stato costruito un quadro indiziario nei confronti di alcuni soggetti appartenenti al gruppo criminale ed è stato ricostruito l’iter del viaggio finalizzato all’importazione avvenuta agli inizi del mese di settembre.

Il gruppo di trafficanti aveva la sua base operativa nell’hinterland di Milano; era capeggiato due personaggi di rilievo, gravati da precedenti penali specifici, i quali avevano organizzato e finanziato l’importazione dell’hashish dal Marocco, avvalendosi di un corriere per il trasporto marittimo e di altri soggetti deputati al trasporto terrestre dalle coste liguri al territorio milanese e allo stoccaggio all’interno di box con vani artefatti creati tra la parete ed un muro artificiale.

I due capi del gruppo criminale erano, inoltre, emersi anche da un’indagine condotta dalla Squadra Mobile di Bologna, coordinata dalla Dda della Procura di Bologna, tra il 2012 e il 2014, culminata proprio verso la fine del mese di settembre 2018 con l’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico degli stessi e di altri soggetti ritenuti appartenenti ad un’associazione per delinquere finalizzata al traffico internazionale di stupefacenti, con modalità identiche a quelle ricostruite per l’importazione del carico sequestrato il 24 settembre 2018.

L’acquisizione degli atti di quel procedimento, unitamente ad alcuni dati acquisiti nel corso dell’esecuzioni di quelle misure cautelari, hanno costituito un’ulteriore prova a carico degli indagati.

Nel corso dell’esecuzione delle misure cautelari sono state eseguite una serie di perquisizioni delegate dall’A.G. nei confronti dei destinatari e di altri soggetti indiziati di appartenere all’organizzazione.

QUI  IL VIDEO DELL’OPERAZIONE



Caro lettore, dall’inizio dell’emergenza Covid-19 abbiamo subito un pesante crollo delle entrate pubblicitarie, che rappresentano da sempre un’importante entrata per sostenere il lavoro della redazione del Notiziario che realizza questo sito e il settimanale del venerdì in formato cartaceo o sfogliabile digitale.
Per garantire un’informazione quanto più possibile puntuale e autorevole dal nostro territorio, sono al lavoro giornalisti, liberi professionisti, che vedono fortemente minacciati i loro compensi dall’improvvisa diminuzione dei ricavi pubblicitari. Se apprezzi il nostro lavoro, ti chiediamo, se ti è possibile, di contribuire acquistando l’edizione sfogliabile del nostro settimanale (CLICCA QUI) oppure con una piccola donazione, seguendo i pulsanti qui sotto.
Bastano pochi clic, in totale sicurezza, con carta di credito o Paypal. Grazie.

EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Cislago, sorgenti luminose per tutelare meglio i pedoni alla rotonda

Per la prima volta nel Saronnese, approda a Cislago il progetto “Pedone Smart”: l’illuminazione dei passaggi pedonali con speciali luci che non abbagliano e...

Ikea ci riprova con Rescaldina, al posto di un pezzo di Auchan

Dopo il "no" ricevuto nel 2014 dal Comune sull'accordo di programma aperto da Regione Lombardia, Ikea torna a Rescaldina, ma stavolta l'obiettivo è diverso:...

Caronno, il Politecnico di Milano disegna il futuro della Casa del Fascio

Il Politecnico di Milano farà uno screening della vecchia Casa del Fascio di Caronno Pertusella, per accertare lo stato dell’immobile e la fattibilità di...
De Rosa Morricone

“Ho raccontato Morricone, per ricordarlo come merita”, da Solaro le parole di De Rosa

Nell’immensa eredità culturale lasciata dal maestro Ennio Morricone, spentosi a Roma, all’inizio della settimana, all’età di 91 anni, c’è sicuramente il racconto della sua...
Bollate mascherine parlamento europeo

Da Bollate al Parlamento europeo: ecco le mascherine con i colori dell’Inter di Tina

Le maschere nerazzurre di Tina, da Bollate, arrivano fino al Parlamento Europeo. In questi tempi di pandemia, molte piccole aziende o artigiani hanno riconvertito le...
Gerenzano Tigros pubblicità Oreall

Gerenzano: si gira al supermercato Tigros la nuova pubblicità della L’Oréal

Ciak si gira… al supermarket Tigros la nuova pubblicità della L’Oréal Spot. Per ringraziare i lavoratori impegnati durante l'emergenza Covid. L’Oréal, gruppo francese leader mondiale nel...
ceriano droga

Ceriano, pistola e droga sottoterra, nuova scoperta col metal detector | FOTO

I volontari che stanno setacciando l'ex bosco della droga di Ceriano Laghetto con il metal detector, hanno portato alla luce all'inizio di settimana tre...
prima pagina Notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !