Home SERIE TV "Il detenuto": uno 007 nel più pericoloso carcere messicano

“Il detenuto”: uno 007 nel più pericoloso carcere messicano

A metà strada fra PRISON BREAK e OZ, serie cult ambientate nelle carceri, è stata pubblicata su Netflix IL DETENUTO (titolo origianale: EL RECLUSO).
Prodotta da Telemundo Internacional Studios e mandata in onda lo scorso ottobre, è un adattamento della serie televisiva argentina EL MARGINALE.
Una grande scoperta per chi è alla ricerca di un’altra storia di qualità ambientata fra le mura di una prigione: anche qui, come nei due fari sopra citati, vediamo tanta azione, assistiamo a colpi di scena, ci affezioniamo ai personaggi e ci appassioniamo alle storie (anche quando ci vediamo costretti a sospendere l’incredulità assistendo alle malefatte e alla corruzione del direttore e dei secondini del carcere messicano La Rotunda).
 
Protagonista è Lázaro Mendoza, interpretato da uno sconosciuto quanto bravo Ignacio Serricchio: è un ex marine che, assoldato per scoprire dove si trova la figlia rapita di un giudice americano, fingerà di essere un condannato pluriomicida per essere rinchiuso in un carcere di massima sicurezza del Messico ed entrare in contatto coi rapitori.
 
Fin dal primo episodio veniamo catapultati in una realtà carceraria impressionante e – come in OZ – per stomaci forti: la particolarità de La Rotunda, per altro, è che i prigionieri non sono rinchiusi in celle ma in una sorta di comunità dove si sono suddivisi le baracche. Qui Làzaro, col nome di Dante Pardo, entrerà in contatto col peggio dell’umanità, ma riuscirà presto a conquistarsi un posto di rilievo cercando di restare lontano da lotte etniche, violenze sessuali e vendette.
 
Fra tutti spiccano due personaggi: Mariano Tavares, boss di una fazione di carcerati, e il suo figlioccio Santito. A vestire i loro panni sono Luis Felipe Tovar e David Chocarro, grandiosi in questa prova attoriale che li rende molto credibili nei panni del capo senza scrupoli e del pazzoide che, dipendente dalla cocaina, non perde comunque mai il controllo e resta vigile in ogni circostanza.
 
IL DETENUTO mette anche in luce l’umanità nascosta di uomini del genere, capaci di amare, di legarsi affettivamente e soffrire come chiunque altro. Il paradosso, tanta è la corruzione e la sete di potere ai piani alti, è che a uscirne meglio sono proprio i prigionieri rispetto al sistema.
Per questo, vista l’ultima puntata, non rimpiangiamo PRISON BREAK o OZ. A modo suo, questa serie li rimpiazza degnamente e senza suscitarci quell’effetto di déjà vu insopportabile per un consumatore seriale.
 
IL DETENUTO è composto da 13 episodi di 45 minuti, disponibili su Netflix.
 
Foto: Netflix

EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Incidente a Bollate, sono 4 i feriti nel frontale | FOTO

Sono in totale 4, tra cui una donna in condizioni gravissime, i feriti dello scontro frontale tra due auto avvenuto questa sera a Bollate. L’incidente...

Terribile incidente a Bollate, donna gravissima dopo un frontale | FOTO

Un terribile incidente stradale si è verificato questa sera poco prima delle 20,30 a Bollate. Uno scontro frontale spaventoso tra una Audi ed una...

Origgio, lavoratore ferma tre ladri che gli stanno rubando il furgone

Esce dalla ditta per tornare al suo furgone e trova tre ladri che stanno armeggiando attorno e dentro al veicolo. E’ la disavventura capitata giorni...

Saronno e Saronnese: 100mila euro dalla Regione per combattere le chiusure dei piccoli negozi

Ben 100mila euro di contributi erogati al Distretto del Commercio Antiche Brughiere. Li ha erogati Regione Lombardia sulla base dei progetti presentati dagli esercenti....

Lombardia zona arancione scuro, sabato 6 e domenica 7 marzo: spostamenti vietati, centri commerciali...

Primo weekend in zona arancione scuro per la Lombardia, che rimarrà di tale colore sicuramente fino al 14 marzo. Spostamenti, visite ad amici e...
croce rossa cri misinto

Vaccino, da lunedì 8 si comincia nella sede Cri per Lazzate, Misinto, Cogliate e...

Da lunedì 8 marzo, nella sede Cri di Misinto inizia la vaccinazione anti-Covid per gli over 80 di Lazzate, Misinto, Cogliate e Ceriano Laghetto....

Lentate, gravissimo incidente sul lavoro: 65enne perde quattro dita di una mano

Un gravissimo incidente sul lavoro è accaduto questo pomeriggio, venerdì 5 marzo, a Lentate sul Seveso, dove un uomo di 65 anni ha perso...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !
"