HomeSERIE TV"The end of the f***ing world": una storia surreale, a tratti...

“The end of the f***ing world”: una storia surreale, a tratti thriller, sul disagio giovanile

“THE END OF THE F***ING WORLD”: un titolo che è già tutto un programma per la serie creata da Jonathan Entwistle e interpretata da due giovani promesse della cinematografia britannica: Alex Lawther (già apprezzato in uno strepitoso episodio di BLACK MIRROR) e Jessica Barden.
 
Sono due ragazzi diciassettenni, James e Alyssa, che scappano di casa per sfuggire alla monotonia della loro vita. Ce l’hanno col mondo questi due adolescenti segnati da vicende familiari tremende ma anche con caratteri potenzialmente disfunzionali.
 
Basata sul fumetto “The End of the Fucking World” di Charles Forsman, pubblicato in Italia da 001 Edizioni, la vicenda narrata non è la solita storia di disagio esistenziale: a tratti comica, a tratti drammatica e sentimentale, sfocia nel thriller ed è un racconto sopra le righe, pure surreale, che per com’è confezionato ricorda la prima epica stagione di FARGO.
 
E’ questo il suo fascino: stare ai margini del reale, ma rendendo quasi credibile l’evento più improbabile. Merito della recitazione perfetta dei protagonisti e dei comprimari, di un regia e una fotografia ben curate, di una sceneggiatura da applausi.
 
Sembrava che il ciclo potesse chiudersi con la prima stagione, ma la critica l’ha acclamata e il pubblico l’ha amata così tanto che è stata prodotta una seconda stagione appena pubblicata da Netflix.
 
Sono stati introdotti altri personaggi, che ben si legano a quelli della prima, e la storia è stata proseguita senza dare l’impressione di avere allungato il brodo per i gusti del pubblico.
 
Entrambe le stagioni disponibili su Netflix sono composte da otto episodi ciascuna della durata di circa 22 minuti, prestandosi molto al binge watching.
 
Foto: popcorn tv

EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Anche Gerenzano ha il suo Valentino: campione di minimoto premiato dal sindaco

Anche Gerenzano ha il suo Valentino Rossi: è la giovane promessa Valentino Sponga, 13 anni, pilota di moto che con passione e determinazione sta...
Garbagnate PD Macrì

Garbagnate, il Pd si porta avanti, presentato il candidato sindaco per il 2022

Il Partito democratico di Garbagnate ha presentato oggi il candidato sindaco per le elezioni comunali che si svolgeranno nella primavera del 2022. L’assemblea degli iscritti...

Petizione popolare a Caronno: “Vogliamo un parco e un’area cani”

Al via la raccolta firme per trasformare in parco giochi e area cani il boschetto tra via Nino Bixio e via Bainsizza a Caronno...

Bollate, volontari al lavoro nel weekend per togliere le scritte dai muri

Un fine settimana impegnativo quello dei volontari guidati da Alessandro Parisi, coordinatore della Velostazione di Bollate, che si sono dedicati alla pulizia dei muri...

Saronno, Caronno, Origgio, Uboldo, Gerenzano, Cislago: in 800 col reddito di cittadinanza ma senza...

Nella zona del Saronnese sono 798 i percettori del reddito di cittadinanza, dei quali lavora solo qualche decina. Tutta colpa di una legge troppo...
rovello porro

Quattro camion rubati a Seveso per bloccare le strade di Rovello e assaltare il...

Una banda di malviventi ha rubato quattro camion per la raccolta rifiuti di Gelsia Ambiente stanotte a Seveso per mettere a segno l’assalto al...
Solaro Monegato

Monegato, da Solaro, primo italiano a completare l’ultramaratona Sparta-Atene di 246 km

Piergiuseppe Monegato, di Solaro, è uno dei finishers della più importante ultramaratona del mondo, la Sparta-Atene, sulla distanza di 246 km. Precisamente, Monegato, è...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !